antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 21.10.16
Venezia: Migranti, al liceo Marco Polo professoressa razzista su Fb: "Bruciateli vivi".
·
Sinistra Italiana chiede ispezione al liceo

Sul profilo di Fiorenza Pontini, insegnante di inglese al liceo Marco Polo di Venezia, una serie di post violenti e xenofobi: "Ammazzeteli tutti". I deputati Marcon e Costantino, con un'interrogazione al ministro della Pubblica Istruzione, chiedono l'apertura di un'indagine: "Ma su Twitter ho già i primi insulti, mi chiamano 'scrofa marxista'"

VENEZIA - La pagina Facebook che usava come una lavagna è stata rimossa, ma in rete si trovano ancora i post della professoressa Fiorenza Pontini, insegnante di inglese al liceo Marco Polo di Venezia. "Bisogna ucciderli tutti". "Speriamo che affoghino tutti... che non se ne salvi nessuno", scrive parlando di migranti, di profughi, di bambini stranieri. Parole che non si cancellano come gesso, neanche oscurando un profilo.
Migranti, professoressa razzista su Fb: "Bruciateli vivi". Sinistra Italiana chiede ispezione al liceo
D'estate, dopo la fine della scuola, in un italiano traballante, l'insegnante di 59 anni è prolifica e sgrammaticata: "A poi ho torto quando dico che bisogna eliminare i bambini dei mussulmani perché tanto sono tutti delinquenti", posta a fine luglio. Poi il 7 agosto, nel periodo in cui i barconi di migranti affrontano il mare, le persone muoiono nel tragitto, la cronaca parla di sbarchi, la prof incalza, scrive più spesso. "Bruciateli vivi", "ammazzateli tutti". Il 18 agosto si sfoga con un "almeno morissero tutti", e due giorni dopo "Mi dispiace che qualche profugo si salva".

Sono stati i ragazzi delle sue classi e i nuovi colleghi a visitare la pagina virtuale. A guardare, pollici su o giù, pollici attoniti, post sugli animali (che sono più buoni degli umani), foto di Mussolini, locandine fasciste, insulti a Matteo Renzi, alla moglie Agnese, al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. E soprattutto a Laura Boldrini. Non argomenta, il 20 agosto la definisce "Schifosa, puttana, troia".

Al di là delle idee e della libertà di espressione, della funzione di un social network, di limiti e diritti, la professoressa Pontini usa toni violenti, senza equilibrio, xenofobi. Tanto che la storia è finita in Parlamento.

I deputati Giulio Marcon e Celeste Costantino, di Sinistra Italiana, in un'interrogazione rivolta al ministro della Pubblica Istruzione, chiedono l'apertura di un'indagine perché sia disposta un'ispezione al liceo Marco Polo. Lo scopo è verificare quanto e se la docente di lingua inglese, si esprima allo stesso modo in classe. Se insegni odio, diffonda razzismo, predichi violenza. Scarsa qualità, miseria umana.
Migranti, professoressa razzista su Fb: "Bruciateli vivi". Sinistra Italiana chiede ispezione al liceo
"La segnalazione del profilo Fb c'è arrivata attraverso una nostra dirigente", spiega Celeste Costantino, capogruppo in Commissione Parlamentare Antimafia, che si occupa di diritti e fa parte dell'associazione @_daSud. "Ormai c'è un impazzimento tale che tutti pensano di poter scrivere qualsiasi cosa". O di offendere, minacciare. "Sono appena scesa dall'aereo per Reggio Calabria per partecipare alla manifestazione contro la violenza sulle donne e la prima cosa che ho trovato guardando Twitter, sono stati i primi insulti. Una persona che denuncerò, difende la professoressa chiamandomi 'scrofa marxista'. Insiste a insultare la presidente della Camera, prende la parti dell'insegnante". Basta un 'invio' per una gogna pubblica. "Ma noi ci occupiamo del fenomeno di cyber bullismo e abbiamo proposto una legge, che ora si discuterà, per quello che chiamiamo 'educazione sentimentale'", spiega ancora. Ha la voce ferma, delusa, ribadisce che non aveva pubblicizzato l'interrogazione parlamentare, aveva agito per gli studenti, per un'idea, per buona educazione.

Il liceo Marco Polo dove insegna da un anno la professoressa Pontini, ha avviato un accertamento a suo carico. Precedentemente aveva insegnato al liceo turistico Algarotti poi all'europeo Foscarini dove era stato avviato un altro procedimento che si era concluso con il trasferimento. Fiorenza Pontini è stata anche candidata con l'Udeur al Senato nel 2006 e con la lista "Mestre venezia due grandi comuni" in appoggio al candidato sindaco Gian Angelo Bellati.

"Bisogna capire, mettere al riparo i più giovani dalle eventuali ricadute che una simile gretta e infame predicazione di odio e xenofobia può avere sui percorsi formativi - dicono i parlamentari di Sinistra Italiana -, agevolata, nel caso, dall'autorevolezza che di per sé, dato il ruolo, un'insegnante detiene".

Autorevolmente la professoressa Pontini ora non parla più, "non prima di aver sentito il mio legale", spiega. Perché è più difficile difendere le proprie idee, quando per farlo non basta una piccola finestrella virtuale con la sua domanda da sovrascrivere "A che cosa stai pensando?", e quel tasto blu "Pubblica", che sembra non giudicare, neanche un "Bruciateli vivi".

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/10/21/news/venezia_professoressa_razzista-150258701/

news
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo