antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 18.07.16
Bolzano Pestaggio di via Mendola, nel video: Brancaglion e Gasperi di CasaPound
·
Pestaggio di via Mendola, nel video: Brancaglion e Gasperi (CasaPound)
DAVIDE GALLO FOTOBOLZANO – Le immagini dell’aggressione di venerdì notte ai danni del giovane bolzanino Davide Gallo fugano ogni dubbio e non lasciano spazio a possibili interpretazioni. Nelle immagini e nelle voci che si sentono, ci sono l’attuale consigliere di circoscrizione di CasaPound a Don Bosco Davide Brancaglion e l’ex consigliere di circoscrizione sempre di CasaPound a Oltrisarco-Aslago Mirko Gasperi (oggi solo attivista e militante del movimento). Un video della durata di un solo minuto, realizzato, pare, negli istanti immediatamente successivi i primi cazzotti.

Gli aggrediti chiedono spiegazioni del gesto e pretendono i nomi dei due esponenti di CasaPound mentre lo stesso Davide Gallo, telefono alla mano, è pronto a chiamare il 113. Brancaglion e Gasperi fanno per allontanarsi e ancora da parte degli aggrediti parte la richiesta di avere i loro nomi. Bancaglion dice chiaramente “sapete bene chi siamo” e fa per proseguire lungo la sua strada.

Davide Gallo incalza e ancora chiede i loro nomi sotto la minaccia di allertare il 113, è allora che nuovamente Brancaglion interviene dicendo: “volete che ve ne diamo ancora??” una frase inequivocabile e che conferma le mani siano state alzate poco prima quando ancora non c’era il telefono a riprendere. Subito dopo parte una carica da parte di Brancaglion verso Gallo. Il giovane riferisce di essere stato raggiunto da un paio di cazzotti, il suo telefono cade ed è allora che Brancaglion lo raccoglie lanciandolo nel giardino di una casa privata prima di allontanarsi.

Il video termina così. Subito dopo i fatti Davide Gallo si è recato presso il San Maurizio dove è stato preso in cura e refertato. Sull’accaduto sono in corso indagini da parte dei Carabinieri.

BRANCAGLION GASPERIIntanto si apprende dalle pagine del quotidiano “Alto Adige” che una prima ammissione di quanto avvenuto venerdì notte sarebbe stata confermata dagli stessi responsabili esponenti di CasaPound. Non è invece ancora chiaro cosa sia accaduto nei minuti precedenti la registrazione del video e, conseguentemente, come siano andati i fatti e cosa abbia scatenato l’aggressione.

Non è comunque la prima volta che il nome di Davide Brancaglion viene associato a fatti di questo genere. A gennaio infatti, un altro giovane denunciò di essere stato aggredito dallo stesso dopo aver intonato la canzone “Bella Ciao” nei pressi della sede CasaPound di via Cesare Battisti. Di questa vicenda accertamenti sono tuttora in corso, e Brancaglion risulta essere formalmente iscritto nel registro degli indagati.




Il suo nome quindi continua a far discutere ed ora da più parti c’è la richiesta faccia un passo indietro dalla sua carica istituzionale. A chiederlo è il suo Presidente di circoscrizione a Don Bosco Alex Castellano, troppo grave secondo lui quanto accaduto venerdì notte soprattutto se il responsabile del gesto è ad opera di chi ricopre una carica istituzionale. Ad auspicare le dimissioni di Brancaglion c’è anche il primo cittadino, Renzo Caramaschi e l’assessore al decentramento Angelo Gennaccaro. In mattinata il caso sarà discusso nel corso della riunione di Giunta mentre domani sera, giorno in cui si riunirà il Consiglio di circoscrizione Don Bosco, sarà formalmente chiesto a Davide Brancaglion di dimettersi.

http://www.ilgiornoaltoadige.it/?p=70261

news
r_trentino


articolo precedente           articolo successivo