antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.06.16
Raduno dell'estrema destra, allarme sul Lago di Garda
·
Il Festival Boreal a Torri del Benaco, in provincia di Verona. Tre giorni di dibattiti sugli hooligans antimusulmani e concerti nazirock. Anpi e Pd: "Vietare l'evento". Tosi: "Difendere la libertà di pensiero"

Raduno dell'estrema destra, allarme sul Lago di Garda
TORRI DEL BENACO - Una tre giorni fascionazionalista, autorizzata dalle istituzioni locali, scuote il Nord-Est. Per domani, e fino al 3 luglio, a Torri del Benaco, incantato paese di tremila abitanti sulla sponda destra del Lago di Garda nonché medaglia d’oro al valor militare per la Resistenza, Forza Nuova ha organizzato l’ultima edizione del "Festival Boreal", tre giorni di “dibattiti geopolitici”, manifestazioni sportive (non meglio specificate) e nazirock paneuropeo. La “location”, tenuta segreta fino all’ultimo ma alla fine resa pubblica dalle associazioni antifasciste, è Albisano frazione di Torri del Benaco. La principale tavola rotonda s’intitola “Ordine o caos?”: vi parteciperanno, oltre al segretario nazionale di Forza Nuova, Roberto Fiore, Laszlo Toroczkai del movimento Jobbik (terzo partito in Ungheria per forza elettorale), ideatore, lui, del muro lungo il confine tra la Serbia e l’Ungheria, quindi Nick Griffin, già leader del British National Party, Udo Pastörs dell’Npd, la destra nazionaldemocratica tedesca, e il danese Daniel Carlsen, del Danskernes Parti. Un secondo approfondimento sarà dedicato al ruolo politico delle tifoserie: come caso di studio è stato scelto quello dei tedeschi Hogesa (Hooligans against salafists, ovvero ultras contro i salafiti, i musulmani integralisti): parleranno capitifosi di destra da Milano, Brescia, Roma e Parigi.

Ci saranno stand e punti ristoro con “cibi tipici del territorio” per questo “European meeting 2016”: “Attraverso la riscoperta dei sapori antichi si combatte l’omologazione e la globalizzazione”. Area bambini, campeggio per gli ospiti in tenda e, sabato, maxi-schermo per la diretta di Italia-Germania. Per i concerti pomeridiani e serali sono sette le band convocate, tra cui gli italiani Legittima Offesa, Hobbit e Gesta Bellica, gli spagnoli Post mortem e i tedeschi Naked but armed.

Per tre anni il “Festival Boreal” si è tenuto a Cantù, in provincia di Como, con imbarazzi del sindaco Claudio Bizzozero e scarso seguito popolare, ma questa edizione in riva al Garda ha destato l’allarme di molti. Tre associazioni – i partigiani dell’Anpi, gli ex deportati, i perseguitati politici antifascisti – e l’Istituto veronese per la storia della resistenza hanno scritto al prefetto di Verona chiedendogli di fermare l’evento: “E’ grave che una manifestazione che si pone al di fuori dei valori costituzionali sia stata autorizzata dal sindaco Stefano Nicotra su suolo pubblico, con la presenza di esponenti come Griffin e Pastörs, condannati per incitamento all'odio razziale e popolare. Questa manifestazione può rappresentare un precedente simbolico per ulteriori eventi e creare gravi problemi di ordine pubblico”. Le associazioni hanno chiesto, ancora, che il governo “metta al bando in maniera definitiva formazioni e programmazioni incostituzionali”. Le comunità ebraiche (Ucei) per voce di Renzo Gattegna hanno ribadito la richiesta al prefetto: fermate il raduno. Il deputato veronese del Pd, Vincenzo D'Arienzo: "Si vogliono diffondere temi cancellati dalla storia. I contenuti dei partecipanti sono noti: perorare la causa della dittatura contro la democrazia, dell'intolleranza razziale e dell'aggressione culturale a chi non la pensa come loro".

Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha attizzato l’incendio con un tweet. Dove ha scritto: «Difendere sempre la libertà di pensiero, valse x i 99Posse (Agosto ’14) vale x Boreal ora. È lecito essere di estrema sinistra come di estrema destra». Equiparazione a parte, il concerto dei 99 Posse, proprio per le pressioni di Forza nuova e dello sponsor dell’Urban Festival, Andrea Miglioranzi, fondatore di Veneto Fronte Skinhead e già bassista dei Gesta bellica, venne cancellato. Il prefetto di Verona Salvatore Mulas, poi, ha già fatto sapere: «In democrazia funziona così, con gli spazi garantiti a tutti nel rispetto della legge».

Gli organizzatori di "Festival Boreal" su Facebook hanno evidenziato il loro pensiero: “Mentre c'è chi si agita con un isterismo tipico di chi non sa più a quali menzogne aggrapparsi", si legge, "l'organizzazione procede a gonfie vele. Lo scopo del Festival Boreal è quello di aggregare, praticando sport, ascoltando voci fuori dal coro e confrontandosi sulle tematiche di più stretta attualità. Chi ci vorrebbe tutti in fila con il codice a barre sulla schiena all'ingresso di un grande supermercato, ci troverà invece, tutti insieme, in uno dei posti più suggestivi del Lago di Garda per dimostrare che esiste ancora un Popolo che sa amare la propria terra e le proprie radici”.

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/06/30/news/raduno_dell_estrema_destra_allarme_sul_lago_di_garda-143115610/




Raduno dell'estrema destra a Torri del Benaco. D'Arienzo: "Da annullare"

A Torri del Benaco dall'1 al 3 luglio si terrà un raduno dell'estrema destra europea, il Festival Boreal organizzato da Forza Nuova e autorizzato dal sindaco Stefano Nicotra. Un'iniziativa da annullare secondo il deputato veronese del PD Vincenzo D'Arienzo che scrive: "Gli ospiti e gli eventi sono chiaramente la diffusione di temi cancellati dalla storia. I contenuti sono noti: perorare la causa della dittatura contro la democrazia, dell'intolleranza razziale e dell'aggressione culturale a chi non la pensa come loro".




"Come ha potuto il sindaco favorire una manifestazione di tal propaganda? - si chiede D'Arienzo - Sul suolo pubblico di un Comune repubblicano, si permette l'occupazione e lo svolgimento di giornate in cui prevale l'avversione razziale e l'estremismo politico. Sono state prese tutte le contromisure? E lo sforzo che devono sopportare le forze dell'ordine? Quanto denaro pubblico ci costa questa ostentazione di valori anti democratici? Quello spazietto è adeguato per ricevere e far soggiornare centinaia di persone che certamente turberanno la tranquillità dei residenti e dei turisti? Forse il sindaco avrebbe dovuto chiederselo. Spero non abbia commesso il grave errore di non pianificare anche i necessari controlli, ovviamente non a carico della Polizia locale. Sarebbe una beffa. Torri non può ospitare iniziative simili. In un momento turistico così importante per il Lago di Garda, che immagine darà Verona con manifestazioni simili? Se dovesse succedere qualcosa, si riesce in quel piccolo Comune a governare i rischi e la risonanza mediatica? Stupisce la faciloneria con la quale si affrontano temi simili: il significato di quel raduno e la pubblica sicurezza non possono essere gestiti a livello locale. Ho piena fiducia nelle forze di polizia e con buon senso si sarebbero potuti evitare loro rischi inutili. Un grave errore commesso dal sindaco che, spero, non abbia conseguenze peggiori di quanto non lo siano per il Lago ospitare la causa e la propaganda della nostalgia fascista".

Critiche rispedite al mittente dagli organizzatori che hanno definito il discorso di D'Arienzo intollerante e liberticida. Nessuna opposizione alla manifestazione neanche dai rappresenti degli albergatori del Lago di Garda. E per questo il deputato del PD chiosa: "La cosa che più mi colpisce è il buono tutto. Chi si recherà alla manifestazione fascista di Torri del Benaco è per la dittatura? Possono creare disordine? Esprimeranno valori razziali e antidemocratici? Qual è il problema, portano turisti e soldi, questo conta. Con certa gente, che peraltro ricopre anche ruoli importanti di rappresentanza di interessi, l'Italia europea non la costruiremo e meno ancora rafforzeremo la nostra democrazia. Comincio a pensare che a qualcuno pesa la libertà e la democrazia".

http://www.veronasera.it/politica/raduno-estrema-destra-festival-boreal-annullare-d-arienzo-26-giugno-2016.html

iniziative_fasciste
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo