antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
"Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 4.02.16
Casapound, altro che bravi ragazzi: ecco i numeri della violenza dei nuovi fascisti
·
Un arresto ogni tre mesi, una denuncia a settimana. Rispondendo a un'interrogazione il Viminale ha diffuso le cifre dell'illegalità. Senza però criticare la relazione della Polizia di prevenzione resa nota nei giorni scorsi che "promuoveva" i militanti del movimento di estrema destra

Dal 2011 a oggi, fra militanti e simpatizzanti di Casapound, sono stati arrestati in 20. In pratica, mediamente ogni tre mesi uno è finito in manette. Come è già accaduto a uno di loro nel 2016. Nello stesso periodo i denunciati sono stati 359: uno ogni cinque giorni. E 23 soltanto nel mese di gennaio appena trascorso. Nei 106 scontri avuti con gli "antagonisti" sono rimasti feriti, in alcuni casi anche gravemente, 24 attivisti di entrambi i fronti.

Eppure, malgrado si tratti di numeri che non sembrano lasciare molto spazio alla fantasia, per il Viminale è tutto sotto controllo: i luoghi di aggregazione sono "costantemente controllati", le prefetture "svolgono una costante attività di prevenzione attraverso un attento monitoraggio e un'accurata raccolta informativa" e in ogni caso non c'è sul tavolo alcuna ipotesi di scioglimento. Perché "non risultano pronunce giurisdizionali" su una possibile riorganizzazione del disciolto partito fascista.

Questa la risposta d'ufficio del ministero dell'Interno a un'interrogazione del deputato di Sel Stefano Quaranta. Nemmeno una parola, in compenso, per censurare la nota informativa inviata dalla Polizia di prevenzione al tribunale di Roma (la figlia del poeta ha intentato causa per chiedere di togliere il riferimento al nome del padre) in cui Casapound viene trattata con toni assai bonari e che tanto clamore ha suscitato: "l'impegno a tutela delle fasce deboli", "uno stile di militanza fattivo e dinamico ma rigoroso nel rispetto delle gerarchie interne", l'intenzione di "sostenere una rivalutazione degli aspetti innovativi e di promozione sociale" del periodo mussoliniano, la realizzazione di "azioni eclatanti, simboliche e di forte impatto mediatico", tuttavia "senza dar luogo a illegalità e turbative dell'ordine pubblico" (nonostante non manchi qualche caso che dimostra il contrario ). Soprattutto, con l'acrobazia linguistica di non utilizzare nemmeno una volta la parola "fascismo", sostituita dal più digeribile "ventennio". Il tutto, con la sigla in calce del direttore centrale, il prefetto Mario Papa.

Frasi - dopo che la nota informativa, risalente ad aprile 2015, è stata diffusa dal blog Insorgenze - che hanno destato polemiche proprio per i toni ritenuti eccessivamente soft. E pure il riferimento "all'infiltrazione nel mondo delle tifoserie ultras", usata "spesso come pretesto per azioni violente", e alla presenza di "elementi inclini all'uso della violenza" nella nota è più che bilanciata dalle colpe dell'"antifascismo militante", che non riconosce all'estrema destra "il diritto 'all'agibilità politica'". Così nei giorni scorsi Quaranta ha depositato un'interrogazione per chiedere ad Angelino Alfano di assumere una posizione sulla vicenda e di avviare un'indagine interna per valutare la rimozione del prefetto Papa dal suo incarico.

Nella risposta, invece, il Viminale ha di fatto giustificato il tono carezzevole della nota informativa. Il motivo? Quel documento "non costituisce un documento di analisi o di valutazione sul movimento", ma soltanto una risposta alle domande del tribunale sull'articolazione del movimento, l'eventuale coinvolgimento in processi penali o inchieste, la presenza di comportamenti antisemiti o neonazisti. E pazienza se il risultato è che nel complesso Casapound rischia di appare come una confraternita dalle finalità filantropiche più che un movimento che ambisce a realizzare il fascismo nel terzo millennio.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2016/02/04/news/casapound-altro-che-bravi-ragazzi-ecco-i-numeri-della-violenza-dei-nuovi-fascisti-1.249030

documentazione
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo