antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 4.02.16
Casapound, altro che bravi ragazzi: ecco i numeri della violenza dei nuovi fascisti
·
Un arresto ogni tre mesi, una denuncia a settimana. Rispondendo a un'interrogazione il Viminale ha diffuso le cifre dell'illegalità. Senza però criticare la relazione della Polizia di prevenzione resa nota nei giorni scorsi che "promuoveva" i militanti del movimento di estrema destra

Dal 2011 a oggi, fra militanti e simpatizzanti di Casapound, sono stati arrestati in 20. In pratica, mediamente ogni tre mesi uno è finito in manette. Come è già accaduto a uno di loro nel 2016. Nello stesso periodo i denunciati sono stati 359: uno ogni cinque giorni. E 23 soltanto nel mese di gennaio appena trascorso. Nei 106 scontri avuti con gli "antagonisti" sono rimasti feriti, in alcuni casi anche gravemente, 24 attivisti di entrambi i fronti.

Eppure, malgrado si tratti di numeri che non sembrano lasciare molto spazio alla fantasia, per il Viminale è tutto sotto controllo: i luoghi di aggregazione sono "costantemente controllati", le prefetture "svolgono una costante attività di prevenzione attraverso un attento monitoraggio e un'accurata raccolta informativa" e in ogni caso non c'è sul tavolo alcuna ipotesi di scioglimento. Perché "non risultano pronunce giurisdizionali" su una possibile riorganizzazione del disciolto partito fascista.

Questa la risposta d'ufficio del ministero dell'Interno a un'interrogazione del deputato di Sel Stefano Quaranta. Nemmeno una parola, in compenso, per censurare la nota informativa inviata dalla Polizia di prevenzione al tribunale di Roma (la figlia del poeta ha intentato causa per chiedere di togliere il riferimento al nome del padre) in cui Casapound viene trattata con toni assai bonari e che tanto clamore ha suscitato: "l'impegno a tutela delle fasce deboli", "uno stile di militanza fattivo e dinamico ma rigoroso nel rispetto delle gerarchie interne", l'intenzione di "sostenere una rivalutazione degli aspetti innovativi e di promozione sociale" del periodo mussoliniano, la realizzazione di "azioni eclatanti, simboliche e di forte impatto mediatico", tuttavia "senza dar luogo a illegalità e turbative dell'ordine pubblico" (nonostante non manchi qualche caso che dimostra il contrario ). Soprattutto, con l'acrobazia linguistica di non utilizzare nemmeno una volta la parola "fascismo", sostituita dal più digeribile "ventennio". Il tutto, con la sigla in calce del direttore centrale, il prefetto Mario Papa.

Frasi - dopo che la nota informativa, risalente ad aprile 2015, è stata diffusa dal blog Insorgenze - che hanno destato polemiche proprio per i toni ritenuti eccessivamente soft. E pure il riferimento "all'infiltrazione nel mondo delle tifoserie ultras", usata "spesso come pretesto per azioni violente", e alla presenza di "elementi inclini all'uso della violenza" nella nota è più che bilanciata dalle colpe dell'"antifascismo militante", che non riconosce all'estrema destra "il diritto 'all'agibilità politica'". Così nei giorni scorsi Quaranta ha depositato un'interrogazione per chiedere ad Angelino Alfano di assumere una posizione sulla vicenda e di avviare un'indagine interna per valutare la rimozione del prefetto Papa dal suo incarico.

Nella risposta, invece, il Viminale ha di fatto giustificato il tono carezzevole della nota informativa. Il motivo? Quel documento "non costituisce un documento di analisi o di valutazione sul movimento", ma soltanto una risposta alle domande del tribunale sull'articolazione del movimento, l'eventuale coinvolgimento in processi penali o inchieste, la presenza di comportamenti antisemiti o neonazisti. E pazienza se il risultato è che nel complesso Casapound rischia di appare come una confraternita dalle finalità filantropiche più che un movimento che ambisce a realizzare il fascismo nel terzo millennio.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2016/02/04/news/casapound-altro-che-bravi-ragazzi-ecco-i-numeri-della-violenza-dei-nuovi-fascisti-1.249030

documentazione
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo