antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 7.10.15
Torino Forza Nuova manifesta contro profughi, ragazzo scende in strada e li affronta
·
A Torino alcuni residenti difendono i migranti -

Militanti di Forza nuova contro i profughi.
E residenti, italiani, del quartiere che scendono in strada per affrontare i manifestanti a difesa degli immigrati. E' successo a Torino, durante la sera del 6 ottobre, nel quartiere San Donato, una zona multietnica popolata da decenni da immigrati sudamericani, asiatici, nordafricani e, negli ultimi anni, anche da profughi africani sbarcati a Lampedusa. Un gruppo di una quarantina di militanti di Forza nuova ha cercato di raggiungere la sede di una cooperativa in via Aquila che ospita circa 150 rifugiati arrivati in Italia poche settimane fa. La polizia ha protetto la sede, isolandola con alcune camionette, e ha tenuto a distanza i manifestanti, che hanno intonato slogan e acceso fumogeni. Durante la protesta - mirata a chiedere il "rimpatrio" dei "non italiani" - una coppia di ragazzi, che che vive nel quartiere, ha affrontato il gruppo. "Volete la guerra fra i poveri, sempre e solo contro i poveracci andate..." hanno gridato. In pochi minuti, per la strada si è formato un gruppetto di una quindicina di italiani che, a difesa dei profughi, e solo a parole, hanno cercato di allontanare i presidianti. Gruppetti di "curiosi", tra cui numerosi immigrati che vivono in zona, si sono fermati agli angoli delle strade ad osservare la scena e l'animata discussione.

http://video.corriere.it/forza-nuova-manifesta-contro-profughi-ragazzo-scende-strada-li-affronta/06559dcc-6c6e-11e5-bbf5-2aef67553e86




La piazza Tienanmen italiana è a Torino

Dai tempi di piazza Tienanmen e di quell’uomo che da solo, con le buste della spesa in mano, cerca di fermare i carrarmati la situazione è indubbiamente molto diversa, ma le immagini di questo ragazzo che scende in strada e, da solo, contesta la manifestazione di Forza Nuova contro i migranti ricordano proprio quell’episodio.

Come l’anonimo cinese, anch’egli è uno sconosciuto, un cittadino qualsiasi che probabilmente stava cenando nel suo quartiere popolare quando ha sentito le improvvise urla dei nostalgici: ha deciso di scendere in piazza ed esprimere, seppur da solo, la sua stanchezza verso le falsità demagogiche che una parte della politica rivendica contro gli immigrati, ricordando a chi protestava che in realtà sono proprio i loro alleati quelli che sfruttavano la miseria dei migranti per lucrarci.

Ma anche senza voler entrare nel merito della protesta, quell’uomo solo difronte alle truppe (scarne, questo va ammesso) di Forza Nuova, come quello di Piazza Tienanmen, ha convinto con la sua protesta altri cittadini del quartiere a scendere in strada con lui e bloccare quell’assurda manifestazione che, invece, aveva proprio lo scopo di attirare le simpatie dei residenti attaccando il “cattivo” più facile da attaccare.

Ha scatenato un moto d’orgoglio e di coraggio nei suoi concittadini: d’altronde è successo a Torino che, sin dal dopoguerra, ha saputo accogliere e integrare gli immigrati provenienti dal Sud Italia. Perché oggi non dovrebbe saperlo più fare? Ma dovrebbe far sentire più orgoglioso dei proprio connazionali chiunque vede questo video!

E chi non vorrà dare il giusto significato a questo gesto, come chi mette in dubbio la veridicità di quanto successo in Piazza Tienanmen, in realtà starà soltanto cercando una scusa per non scendere in piazza insieme all’uomo con le buste della spesa o a questo sconosciuto di Torino. Forse questo sarà stato soltanto un ragazzo annoiato in cerca di visibilità, forse la foto di piazza Tienanmen sarà solo un fotomontaggio, ma se crederci può servire a darci coraggio, allora è meglio crederci!

http://www.nanopress.it/cronaca/2015/10/07/la-piazza-tienanmen-italiana-e-a-torino/93603/

manifestazioni antifa
r_piemonte


articolo precedente           articolo successivo