antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.06.15
Ungheria, proposta choc: schedare gli ebrei
·
Mozione dell'estrema destra nel giorno dell'ok alla legge elettorale.

Proprio nel giorno in cui il parlamento di Budapest ha approvato definitivamente la nuova controversa legge elettorale, un'altra notizia squassa la politica e l'opinione pubblica ungherese.
Il leader del partito di estrema destra Jobbikerese, terzo partito in Ungheria, ha invitato il governo, martedì 27 novembre, a stilare una «lista degli ebrei che pongono un rischio per la sicurezza nazionale»: immediato lo sdegno della comunità ebraica, che ha visto nella dichiarazione echi della politica nazista, foriera dell'Olocausto.
Motivazione, o semplice pretesto, sarebbe il conflitto a Gaza: Marton Gyongyosi, leader del partito, ha detto che la lista è necessaria a causa delle tensioni israelo-palestinesi.
ADVERTISING
Lo Jobbik non è nuovo a uscite antisemite e anche a violente campagne populiste contro la minoranza Rom.
OLOCAUSTO, PIÙ DI 500 MILA LE VITTIME UNGHERESI. Gli ebrei ungheresi morti nell'Olocausto furono tra i 500 mila e i 600 mila, secondo il Centro per la memoria dell'Olocausto di Budapest.
La dichiarazione di Gyongyosi è arrivata dopo che il sottosegretario agli Esteri Zsolt Nemeth ha detto che Budapest si era detto favorevole a una soluzione pacifica al conflitto tra israeliani e palestinesi, a beneficio degli israeliani che hanno antenati ungheresi, degli ebrei ungheresi e dei palestinesi che vivono in Ungheria.
Il sito web del partito di Gyongyosi ha postato nella giornata di martedì un video in cui il leader afferma: «Penso che un conflitto del genere segni il momento di elencare le persone con origini ebraiche che vivono qui, specialmente nel governo e nel parlamento ungherese, le quali pongono un rischio di sicurezza nazionale per l'Ungheria».
Immediata la condanna dell'episodio da parte del governo, mentre Gyongyosi ha tentato di minimizzare e 'normalizzare' le dichiarazioni, affermando che si riferiva alle persone con doppia cittadinanza israeliana e ungherese.
LEGGE ELETTORALE, OBBLIGO DI REGISTRAZIONE. Sempre nella giornata di martedì 27 novembre, il governo ha approvato la nuova legge elettorale, definita senza mezzi termini 'legge truffa' dall'opposizione.
Il decreto comporterebbe l'esclusione dalle prossime elezioni del 2014 di milioni di elettori, dal momento che viene introdotto l'obbligo di una registrazione preliminare.
L'obiettivo della nuova legge, secondo i rappresentanti della maggioranza, è di «escludere chi non è interessato al voto».
Ma la nuova legge ha rivisto le procedure elettorali anche in altri punti: la campagna elettorale è previsto sia ridotta a 50 giorni, gli spot per il voto si dovrebbero passare solo sui media pubblici, e non sulle reti commerciali, molto seguite in Ungheria.
Inoltre, è previsto possano votare circa mezzo milione di ungheresi residenti all'estero, cittadini romeni e slovacchi, influenzando così in modo determinante gli esiti del voto.
La commissione elettorale nazionale, che controlla le procedure e il conteggio dei voti, è in programma venga composta unicamente da rappresentanti del governo.
L'ex premier socialista, Ferenc Gyurcsany, ha commentato: «Le prossime elezioni in Ungheria non saranno né libere, né oneste, e si prevede un'affluenza ridotta al 50% dell'elettorato».
Il suo partito ha già organizzato nei giorni scorsi un 'girotondo' di protesta contro la 'legge truffa' e per mercoledì 28 ha invitato tutti i democratici del paese a protestare davanti al palazzo della presidenza della Repubblica, chiedendo al capo dello Stato di non firmare una legge ritenuta anticostituzionale.
Secondo gli ultimi sondaggi, il Fidesz (partito del premier conservatore nazionalista Viktor Orban) è dato a circa il 22% dei consensi, il movimento Insieme 2014 di Gordon Bajnai, ex premier tecnocrate, al 14% e i socialisti al 10%, mentre l'estrema destra di Jobbik si attesta all'8%.
Circa la metà dell'elettorato è costituito da indecisi, ostili verso tutti i partiti e che molto probabilmente non si registreranno per poter votare. Proprio quello su cui conta il premier Orban.

http://www.lettera43.it/politica/ungheria-proposta-choc-schedare-gli-ebrei_4367574210.htm

news
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo