antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 21.02.15
Albano: Mandato di comparizione per 20 tra iscritti all’Anpi ed altri antifascisti
·
Albano, mandato di comparizione per 20 antifascisti. È bufera
L'Anpi: «Purtroppo ancora una volta registriamo la solerzia delle Forze dell’Ordine nel perseguire gli antifascisti. E per chi predica il fascismo?»

L’ANPI provinciale di Roma è fortemente preoccupata per quanto avviene ad Albano, dove più di 20 persone tra iscritti all’Associazione Nazionale dei Partigiani d’Italia, con il Presidente della locale sezione di Albano in testa, ed altri antifascisti, hanno ricevuto dalla Polizia un mandato di comparizione per un sit-in di protesta a seguito dell’inaugurazione di una sede di “Forza Nuova” nel 12 ottobre 2014.

LA NOTA DELL’ANPI – Purtroppo ancora una volta registriamo la solerzia delle Forze dell’Ordine nel perseguire gli antifascisti, mentre per coloro che apertamente professano, con gesti e parole, manifestazioni di fascismo c’è un preoccupante silenzio.

Albano, in particolare, è ormai da tempo terreno franco per le manifestazioni ed iniziative di “Casa Pound”, “Forza Nuova” e simili, da ritenere offensive per una città ed i suoi cittadini che, durante l’occupazione nazifascista, hanno combattuto e subito molti caduti, in difesa della Patria per la libertà dagli occupanti, autori di molti crimini contro partigiani e cittadini comuni.

Confidiamo in una serena valutazione dei fatti incriminanti, tenendo conto dello stato di continua apprensione e, a volte, di provocazione a cui sono costretti i cittadini di Albano a causa di queste non gradite manifestazioni di stampo nostalgico per un periodo che, settant’anni fa, vide il 25 aprile 1945 l’Italia liberata dai partigiani e dagli Alleati, che sconfissero definitivamente la dittatura fascista e gli occupanti nazisti, dando all’Italia la Democrazia e la Costituzione repubblicana antifascista.

http://www.cinquequotidiano.it/cronaca/hinterland/2015/02/20/albano-mandato-comparizione-20-antifascisti-bufera/




Albano, 23 antifascisti denunciati


L'accusa è manifestazione non autorizzata


Lo scorso ottobre avevano contestato l'inaugurazione della sede di Forza nuova. Dure critiche alle istituzioni e al movimento di estrema destra

Lorenzo Mattia Nespoli

Rari Nantes
Pubblicità

(Albano Laziale - Politica) - Sono 23 le denunce scattate per i manifestanti che, lo scorso ottobre, avevano protestato ad Albano contro l'inaugurazione della sede di Forza nuova. Per loro, l'accusa di manifestazione non autorizzata. Gli antifascisti della città e di tutti i Castelli Romani non ci stanno, rispondendo alle denunce con dure critiche alle istituzioni locali, alle forze dell'ordine, nonché al movimento di estrema destra. «In questi giorni – si legge in un comunicato -, i Commissariati di Pubblica sicurezza sparsi sul territorio dei Castelli Romani stanno notificando 23 denunce nei confronti di altrettanti antifascisti "colpevoli" di essere stati presenti in piazza ad Albano durante l'inaugurazione del covo di Forza nuova lo scorso ottobre. L'accusa di manifestazione non autorizzata la rigettiamo al mittente. Di quale autorizzazione – hanno chiesto gli antifascisti - si ha bisogno per evitare che razzisti, xenofobi, sessisti, omofobi e fascisti si insedino ai Castelli Romani, inaugurando le loro attività alla presenza di Roberto Fiore, ex Terza posizione e collaboratore dei Servizi segreti britannici? Queste 23 denunce a carico degli antifascisti sono in realtà le "normali" attività repressive e intimidatorie con le quali le istituzioni politiche, giudiziarie e di pubblica sicurezza tentano di far insediare partiti neofascisti – hanno sostenuto ancora -, in quanto ritenuti utili a deviare il malcontento della popolazione verso i "diversi" e i "più deboli". Non si contano, anche sul nostro territorio, episodi di stretta collaborazione tra squadristi e istituzioni. Ogni volta, le amministrazioni hanno concesso spazi a questi gruppi fascisti e hanno fatto scarica-barile su prefetti e questori, i quali erano ben lieti di mobilitare centinaia di forze dell'ordine e numerosi blindati per garantire la presenza squadrista ad Albano».

«A diversi mesi di distanza dall'inaugurazione del covo di Forza nuova – continua la nota -, la loro attività politica è ridotta al lumicino, ma sabato 21 febbraio hanno annunciato un presidio a piazza San Pietro per la "giornata del tesseramento". Chi devono tesserare? Cosa devono certificare con la loro tessera? Il loro razzismo, la loro omofobia e la loro nostalgia per la dittatura fascista non riteniamo abbiano bisogno di propaganda. Forza nuova ha una visione patriarcale e contro l'autodeterminazione delle donne. Forza nuova fomenta il razzismo e spesso si è resa protagonista di assalti a immigrati e rom. Forza nuova è dichiaratamente contro uomini e donne omosessuali, i loro diritti e le loro scelte. Ai Castelli Romani, numerose sono le lapidi in ricordo di chi li ha combattuti e di chi è stato ucciso nel secolo scorso grazie alla dittatura fascista. La presenza di organizzazioni squadriste – hanno concluso gli antifascisti di Albano e dei Castelli Romani - troverà sempre la necessaria risposta popolare, nonostante le garanzie di cui godono, nonostante i manganelli che le difendono, nonostante le denunce e i processi giudiziari tuttora in corso nei confronti degli antifascisti per le manifestazioni ad Albano del 2006 e 2007 contro Fiamma Tricolore e Casapound».


http://www.castellinews.it/index.asp?act=v&id=38882&201502201520

repressione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo