antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.08.14
Svezia - Violente cariche a Malmo contro i movimenti antifascisti
·
In piena campagna elettorale una manifestazione dei collettivi e dei gruppi antifascisti e antirazzisti a Malmo viene duramente osteggiata dalla polizia
26 / 8 / 2014

Malmo, 23 Agosto 2014.
I movimenti antifascisti e antisessisti tornano in piazza contro la campagna elettorale di Svenskarnas Parti, quello stesso partito neonazista che si è reso responsabile di violente aggressioni in primavera, e che ha visto alcuni suoi militanti protagonisti al fianco dei gruppi armati Ucraini.
La manifestazione è stata duramente osteggiata dalla polizia, che tramite cariche molto violente a cavallo e arresti ha cercato di bloccare l'iniziativa. Quanto accaduto alla vigilia delle elezioni dimostra come i processi storici che si ripercuotono in Europa stiano infrangendo il modello, egemonico in passato, che aveva assicurato alla Svezia stabilità economica e sviluppo sociale.
Laddove le strutture di governance non riescono a contrapporsi alla forte pressione delle esigenze del capitalismo, lasciando ampio spazio alla marginalità e alle aberrazioni razziste e xenofobe in seno a società e istituzioni, viene a definirsi sempre più nettamente la distanza tra classi sociali, frammentate da privatizzazioni e ristrutturazione delle politiche sul lavoro.
Questa distanza si afferma ancora più marcatamente nell'ostilità burocrate rivolta al welfare informale delle realtà territoriali svedesi a fronte della disgregazione del welfare formale delle istituzioni liberali.
Il rispetto della formalità in questo caso trova la sua esecuzione nelle azioni delle forze di polizia e nell'aggressione all'espressione democratica dei movimenti, con il mandato più o meno esplicito, a seconda del grado di moderazione, delle parti impegnate nella gara elettorale.

Proponiamo di seguito una nota di solidarietà ai movimenti antifascisti svedesi ed il comunicato di Allt åt Alla

Kämpa Malmö - Kämpa Europe

We embrace our comrades in Malmö after the brutal police aggression the 23th of August, and share all of our solidarity with the Swedish antifascist movement.We admire the courage and determination with whom thousands of people mobilize against the Nazis attempt to advance, and we share your rage against how the police continues to protect the organizations that threatens our lives.
The struggle against fascism knows no borders - your fight is our fight!

Comunicato di Allt åt Alla

Ancora una volta, pochi mesi dopo i fatti dell??8 marzo, l??asfalto di Malmo è stato insanguinato.

Allora sono stati membri del partito nazista Svenskarnas Parti che hanno aggredito e accoltellato antifascisti e femministi, oggi sono stati agenti della polizia svedese che per difendere lo stesso partito hanno brutalmente attaccato i più di 1500 manifestanti che si sono riuniti per fermare la campagna elettorale dei nazisti.

Svenskarnas Parti è noto per il suo legame con altre organizzazioni naziste in Europa, come Alba Dorata, Jobbik e Svoboda, e per aver partecipato alla recente mobilitazione fascista in Ucraina, dove ha dimostrato di essere un' organizzazione pronta a prendere le armi in mano.

Le scene di Malmo raccontano dell??avanzata fascista in Svezia, ma soprattutto di come la polizia in questo contesto assuma un atteggiamento di tutela in confronto delle organizzazioni naziste.

La manifestazione è stata caricata con la cavalleria di polizia, lasciando manifestanti calpestati per terra sotto i cavalli; blindati hanno attraversato la massa di manifestanti colpendo persone indifese; a freddo un riparto della polizia ha caricato i manifestanti con i manganelli. Decine di persone sono state gravemente ferite, uno è in prognosi riservata con rischio di paralisi.

La polizia ha anche bloccato il pronto soccorso di Malmo, creando una zona rossa e negando l??accesso alle persone secondo il paragrafo PL 24 che recita che ??l??ordine e la sicurezza devono essere mantenuti?. Ci sono addirittura stati arresti dentro il pronto soccorso e ci sono testimonianze di come la polizia abbia bloccato l??accesso alle ambulanze alla piazza di Limhamn, luogo della manifestazione.

L??immagine è chiara: la polizia difende i nazisti e i media difendono la polizia. La portavoce della polizia Ewa-Gun Westfold dice: ??Noi dobbiamo tutelare la democrazia?. In questa affermazione traspare come la polizia ritenga democratico la tutela dei nazisti. Diventa quindi sempre più evidente che siamo noi ?? chi lotta contro fascismo, nazismo e razzismo ?? che dobbiamo agire in modo determinato per giustizia, uguaglianza e sicurezza nelle nostre città e sulle nostre strade. Il modo di agire della polizia, ora come tante altre volte negli ultimi anni, parla in modo chiaro ?? non possiamo contare su di loro nella lotta contro il fascismo. E anche i media liberali sono stati molto riservati le condanne contro il crescente movimento fascista in Svezia.

Quindi chi deve opporsi se non noi? Sono i nostri figli, compagni, colleghi e amici che vivono sotto minaccia del fascismo. Sono anche loro ?? noi ?? che vengono brutalmente aggrediti dalla polizia quando diciamo basta. Prima che la situazione inizi ad assomigliare a quella in Ungheria o in Ucraina sta a noi prendere posizione in modo determinato. Non abbiamo nessuna polizia, nessune istituzione o nessun sistema democratico di cui fidarci, perché sono proprio questi che attualmente contribuiscono all??avanzamento dei fascisti.

Sta a noi, una grande pluralità che deve trovarsi nella lotta, arginare il fascismo con il nostro potere. Non è il momento per essere indifferenti, ??neutri? o guardare ciò che accade a distanza. Dobbiamo uscire per trovarci nelle strade, tornare ad essere partigiani nel senso di scegliere di stare da una parte e di farlo in modo attivo, prima che tornino gli orrori del fascismo.

Sabato 30 agosto Svenskarnas Parti organizzerà un corteo nazionale a Stoccolma per la quale è prevista una grande contromanifestazione.

http://www.globalproject.info/it/in_movimento/svezia-violente-cariche-a-malmo-contro-i-movimenti-antifascisti/17687

news
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo