antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 5.05.14
Roma ... nessuno che dice che gli spari sono partiti da una occupazione fascista
·
Sui fatti di ieri a Roma ... nessuno che dice che gli spari sono partiti da una occupazione fascista
Utente: Radisol
4 / 5 / 2014

Curioso che tutti i media si concentrino su "Genny 'a carogna", personaggio senz'altro in sè inquietante ma che ieri non ha commesso alcun reato .... salvo indossare una maglietta in cui chiedeva la libertà di un ultras catanese condannato in un processo molto controverso per l'uccisione comunque involontaria dell'agente Raciti ... maglietta che, in sè, non è appunto un reato ...

E che invece nessun media dica quello che a Roma tutti sanno ... e cioè che lo sparatore di un intero caricatore di pistola contro i tifosi napoletani è il custode, illegalmente armato, di una occupazione di estrema destra ... il cosiddetto Trifoglio, legato ora a Fratelli d'Italia e prima al PdL ... che da anni hanno appunto occupato indisturbati (anzi, persino vezzeggiati dall'ex sindaco Alemanno e prima ancora dallo Storace governatore del Lazio) i vecchi impianti sportivi dismessi dalla Lazio in Via Tor de Quinto ... gli spari proprio dall'interno di questa occupazione sono partiti ... e De Sanctis, lo sparatore, più che un "tifoso giallorosso", è soprattutto un vecchio arnese del giro dei naziskins romani degli anni novanta ...

E lo sparatore non era solo .... visto che mentre lui, scappando dopo gli spari, è caduto ed è rimasto immobilizzato per essersi fratturato la tibia ... almeno altre 3 persone ( realisticamente facenti parte degli occupanti fascisti del posto), viste dai napoletani, provvedevano a nascondere la sua pistola nell'attiguo vivaio e poi ad allontanarsi velocemente dall'altra uscita del luogo occupato ...

Ma di questo non si parla ..... meglio concentrarsi su "Genni à carogna" ...

http://www.globalproject.info/it/community/sui-fatti-di-ieri-a-roma-nessuno-che-dice-che-gli-spari-sono-partiti-da-una-occupazione-fascista/17069

Per capire meglio ... questo vecchio link :

REPLICA GIOVENTU' EUROPEA E TRIFOGLIO A RIVERA E CARAPELLA

http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2003/07/06/Cronaca/ROMA-TOR-DI-QUINTO-OCCUPAZIONE-NON-STRUMENTALE_122000.php

2003 > 07 > 06 > Cronaca > ROMA-TOR-DI-QUINTO-OCCUPAZIONE-NON-STRUMENTALE 122000
ROMA: TOR DI QUINTO, ''OCCUPAZIONE NON STRUMENTALE''
REPLICA GIOVENTU' EUROPEA E TRIFOGLIO A RIVERA E CARAPELLA

Roma, 6 lug. - (Adnkronos) - ''Rivendicare uno spazio per i ragazzi non e' strumentale, semmai e' un diritto. Siamo disposti al dialogo e al confronto, ma non a subire discriminazioni da parte del Comune in base ai colori politici di appartenenza.''. Cosi' rispondono alle accuse ricevute nei giorni scorsi da Gianni Rivera, responsabile per lo sport del Comune di Roma, e dal consigliere Giovanni Carapella, i giovani di Gioventu' europea e del 'Trifoglio' che da giorni occupano il campo sportivo di Tor di Quinto, per denunciarne lo stato di degrado e sollecitare l'intervento del Comune per la riqualificazione della struttura.

''Ci dispiace - dichiarano Federico Rocca, responsabile di Gioventu' Europea, e Alfredo Iorio, responsabile del Trifoglio - che Rivera non abbia compreso il nostro gesto, limitandosi a definirlo ingiustificato. Peccato che ad essere ingiustificabile e inammissibile e' lo stato di abbandono in cui il Comune di Roma ha lasciato per anni questo spazio, privando di fatto i cittadini dal suo utilizzo''.

''Guarda caso solo oggi - proseguono Rocca e Iorio - e dopo anni di abbandono, si apprende che e' in fase di definizione una convenzione per affidare la struttura allo IUSM (ex ISEF). Siamo disponibili a un tavolo di confronto con il Comune di Roma e a incontrare Gianni Rivera, ma vogliamo farlo senza subire a priori una discriminazione politica e di parte''.





http://www.radiondadurto.org/2014/05/05/spari-a-roma-prima-di-c-italia-quei-colpi-di-pistola-guardano-allestrema-destra/

Notizia scritta il 05/05/14 alle 08:39. Ultimo aggiornamento: 05/05/14 alle: 09:48
SPARI A ROMA PRIMA DI C.ITALIA: QUEI COLPI DI PISTOLA GUARDANO ALL??ESTREMA DESTRA
Brescia Roma 1994

Brescia Roma 1994

E?? stato operato domenica 4 maggio al Policlinico Gemelli di Roma Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito alla colonna vertebrale sabato sera da un colpo di pistola sparato da un ex ultras romanista vicino all??ultradestra capitolina, Daniele ??Gastone? De Santis, nell??area di Tor di Quinto, a sette chilometri ?? cioè ?? dall??Olimpico di Roma.

L??operazione per salvare Esposito sarebbe riuscita, ma il giovane rischia ancora la paralisi. Esposito e gli altri due tifosi napoletani feriti sono stati arrestati per rissa mentre De Santis, anch??esso al Gemelli con una gamba rotta e altre fratture, è in arresto per tentato omicidio.

I media mainstream, in queste ore, si concentrano sulle vicende da stadio che ci sarebbero dietro i fatti di sabato a Roma. La realtà, però, sembra parlare un??altra lingua. Daniele De Santis, più che un membro del tifo organizzato della curva Sud di Roma, dove non si vedrebbe più dal 2004, ai tempi del derby bloccato per la notizia ?? poi rivelatasi falsa ?? della morte di un bambino, sembra infatti essere un esponente di quel sottobosco tra criminalità organizzata ed estremismo neofascista, spesso ?? purtroppo ?? alla ribalta nella Capitale, anche per i suoi ??addentellati? con i pezzi grossi della destra ??istituzionale?.

Nel ??curriculum? di De Santis c??è infatti il giro anni Novanta dei naziskins romani: su tutti il Movimento Politico Occidentale, gruppo neonazista guidato da Maurizio Boccacci ?? oggi in ??Militia? -. Boccacci, e De Santis, erano a Brescia nel 1994, allo stadio Rigamonti, durante la spedizione punitiva degli estremisti di destra a seguito dello scioglimento per la legge Mancino di Mpo. Romanisti, ma pure laziali e veronesi, finirono a processo per l??accoltellamento, in particolare, del vicequestore Selmin, finito in prognosi riservata per una coltellata all??addome (De Santis fu poi prosciolto, a differenza di Boccacci).

IL TRIFOGLIO - Non solo: De Santis è oggi uno dei custodi di ??Trifoglio?, dal nome che si diedero nel 2003 i neofascisti che occuparono gli ex campi sportivi della Lazio proprio a Tor di Quinto, cioè nel luogo esatto della sparatoria. Il cosiddetto Trifoglio, occupato dal gruppuscolo di estrema destra ??Gioventù Europea?, non è nuovo poi alle avventure elettorali ??mainstream?.

Nel 2008 infatti lo stesso De Santis era stato candidato alle elezioni amministrative di Roma, nella lista «Il Popolo della Vita-Trifoglio», dell??allora XX Municipio (oggi XV), che sosteneva proprio Alemanno sindaco. De Santis ottenne 44 voti.

Nel 2005 era invece presente la lista ??Il Trifoglio per Storace? nelle elezioni regionali (perse da Storace). Nel 2010, alle altre regionali del Lazio, la stessa lista ha ottenuto 12.500 voti contribuendo invece vittoria della Polverini.

Ascolta o scarica la corrispondenza da Roma con Valerio, della Ram ?? Rete antifascista milanese.





Testimoni inchiodano De Santis: nel suo covo celtiche e bastoni.

incastrare Daniele De Santis c'è la testimonianza di almeno tre persone. Nell'informativa della Digos inviata alla procura di Roma, infatti, vi sono le dichiarazioni dei tre che hanno visto l'ultrà della Roma esplodere i colpi di pistola contro il gruppo di supporter napoletani che lo aggrediva.

Caccia al commando di De Santis - C'è un superteste che ha visto tre persone con i caschi in fuga all'arrivo del gruppo di tifosi napoletani che poi hanno aggredito Daniele De Santis. L'ultra giallorosso ha poi sparato contro i supporter partenopei ferendone tre. E' quanto contenuto nell'informativa della Digos inviata alla procura di Roma.

Il covo di De Santis - Celtiche, bastoni, fumogeni, caschi neri e insulti alla polizia. E' questo quello che si vede nelle foto che ritraggono il "covo" di Daniele De Santis, detto "Gastone" o "Danielino", accusato di aver sparato contro alcuni tifosi napoletani a pochi passi all'Olimpico. Su Facebook De Santis usa lo pseudonimo "Boia chi molla".

La seconda pistola - De Santis potrebbe non essere stato il solo a fare fuoco. Secondo quanto scrive Il Messaggero, un nuovo testimone avrebbe raccontato la sua versione: per il tifoso azzurro oltre a Daniele De Santis c'era un??altra persona con un casco in testa impugnava un??arma e ha esploso colpi in aria. Per la Digos il quadro però non cambia: è stato De Santis a sparare nonostante l'esito negativo dello stub che non ha rilevato su di lui tutte e tre le particelle (piombo, antimonio e bario) previste dall??esame, ma soltanto di due.

Si indaga su frequentatori circolo a Tor di Quinto - Le indagini della procura su Daniele De Santis e sulla sparatoria che ha portato al ferimento di tre tifosi napoletani si estendono adesso anche ai frequentatori del Ciak Village, il circolo sportivo-culturale di Tor di Quinto dove sabato scorso e' avvenuta l'aggressione. Nella speranza di individuare quei tre ragazzi, datisi alla fuga, che indossavano caschi integrali neri ed erano in compagnia di De Santis quando il gruppetto di sostenitori partenopei e' stato raggiunto da un lancio di petardi e bombe carta, il pm Eugenio Albamonte e Antonio Di Maio, assieme agli investigatori, stanno monitorando i nominativi di chi era un habitue' della struttura. I primi accertamenti di polizia sembrano escludere che il Ciak fosse un luogo di ritrovo di simpatizzanti politici dell'estrema destra.

Madre Esposito: "E' molto grave; più morto che vivo" - "Mio figlio e' molto grave" ed "è una persona più morta che viva". Lo ha detto Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, il tifoso ferito prima della finale di Coppa Italia, dopo aver visitato il ragazzo nel reparto di rianimazione del Policlinico Gemelli di Roma. "Mio figlio è in coma farmacologico - ha aggiunto la madre del tifoso del Napoli - ed è tenuto in vita dai macchinari".

Difesa De Santis nomina consulente balistico - La difesa di Daniele De Santis nominerà a breve "un collegio di consulenti tecnici e un consulente balistico per far luce su quanto realmente accaduto". Lo rende noto l'avvocato Tommaso Politi che, assieme al collega Michele D'Urso, assiste l'ex ultrà romanista accusato di aver ferito a colpi di pistola tre tifosi del Napoli nel prepartita della finale di Coppa Italia. I due penalisti, in vista dell'interrogatorio di convalida dell'arresto previsto per domani da parte del gip, fanno sapere, attraverso una nota, che De Santis "si trova attualmente ricoverato in condizioni psicofisiche gravi, tali da non renderlo in grado di contribuire in alcun modo alla ricostruzione dei fatti".

Daspo per Genny 'a Carogna - Il questore di Napoli Guido Marino ha firmato un provvedimento di daspo per 5 anni a Gennaro De Tommaso, ormai noto come Genny 'a carogna, leader del gruppo di tifosi che si riconosce sotto la sigla Mastiff e uomo della presunta trattativa tra lo Stato e gli ultra' del Napoli all'Olimpico. De Tommaso era stato destinatario gia' in passato di analogo provvedimento, rispetto al quale aveva fatto ricorso vincendolo.

Fonte: virgilio.it

news
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo