antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound
- A Treviso piazze e sale pubbliche vietate all’estrema destra
- Porto San Giorgio Letame e colla nella serratura. Lo sfregio a poche ore dall'incontro con i candidati di Casapound
- Cortei antifascisti in tutta Italia: a Milano studenti sul monumento di Garibaldi, a Roma segnalati 18 militanti di Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia
6.12.17 Fascisti su Facebook, ecco i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web
18.11.17 Milano L'avanzata neofascista, l'estrema destra tra periferie e lotte interne
16.11.17 La violenza di CasaPound a Ostia
15.11.17 Tutti i soldi e le società di CasaPound e Forza Nuova: così si finanziano i partiti neofascisti

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 4.04.14
Affile Cade un altro pezzo del mausoleo. Ora attendiamo il tonfo finale
·
?? Assolti perché il fatto non sussiste ??. Si è concluso così l??assurdo processo ai nostri danni, o meglio, il procedimento che processava chi era stato ritenuto responsabile di un gesto che tentava di resistere all??opera di revisionismo storico messa in piedi, con i soldi pubblici, da un sindaco, assente in aula, che rinnega anche le incontrovertibili verità storiche e che ha cercato di trasformare il paese di Affile nella Predappio del centro Italia.
?? Magistratura di sinistra ?? esclamerà qualcuno o ?? licenza d??imbrattare ?? scriverà qualcun altro, o altrimenti ?? ora si possono imbrattare i monumenti ?? diranno altri, sorvolando sul fatto che non vi fossero prove a nostro carico, elemento trascurabile per chi costruisce sempre il suo giudizio tramite l?? operato delle forze dell??ordine. Evidentemente il lavoro dei Carabinieri di Subiaco è stato un pochino superficiale ed affrettato, dettato magari dalla volontà di evidenziare la prontezza con la quale il comando opera sul territorio. Peccato che non si trattasse di una mera detenzione di stupefacenti, su quello si che si sarebbero dimostrati all??altezza, ma di un processo indiziario.
Ieri era una bella giornata. Fuori dal tribunale un bel sit in partecipato ed eterogeneo che di certo non si è fatto intimorire dal clima creato dalla questura, con la presenza di camionette e digos ?? a presidiare la porta del tribunale ??.
Da un contesto simile il buongiorno non si è fatto attendere. La presidenza del tribunale partorisce il primo atto della sua paura: un provvedimento con il quale intende svolgere il processo a porte chiuse. Decisione attuata attraverso una interpretazione fantasiosa e giuridicamente illegittima di un articolo del codice di procedura penale.
Un atto arbitrario che equivale ad un processo all??intenzioni, prontamente respinto attraverso l??eccezione di nullità dell??udienza proposta dal nostro avvocato che ottiene dal giudice procedente la possibilità di far presenziare all??udienza una ventina di antifascisti/e solidali.
Per il resto l?? arringa difensiva, così come concordato, ha ben espresso quella che voleva essere la nostra difesa : difenderci dalle accuse e dimostrare la nostra innocenza ed approfondire con un ampia documentazione nonché con l??esame di testimoni quello che la storiografia ha già compiutamente affermato ovvero che Graziani è un CRIMINALE DI GUERRA e che il sacrario allo stesso intitolato è uno sfregio alla memoria del nostro paese nonché alle vittime dell??avventura coloniale fascista, un??opera ignobile da abbattere e cancellare.
Chissà che il magistrato, conoscendo un minimo di storia ed ascoltando la difesa non abbia pensato ?? Ma non sono questi a dover essere processati ! ??
Noi lo pensiamo!!
In attesa delle motivazioni della sentenza, salutiamo con un abbraccio tutte le individualità, associazioni, collettivi e movimenti che hanno sostenuto con noi la causa che abbiamo perorato, ancora più sicuri della necessità di spendersi nella battaglia politica e culturale che sradichi la sottocultura fascista.
Questa vittoria se pur parziale, è dedicata a chi fa dell??antifascismo un esercizio quotidiano ed a Franco Fosca e Franco Perozzi, compagni che ieri abbiamo sentito gioire vicino a noi, se pur la vita ce l?? abbia portati via troppo presto.

Antifascisti / e della Valle dell??Aniene


http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o43042

repressione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo