antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unĘĽauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 26.03.14
La galassia nera alla conquista dellâ??Ue
·
26/03/2014 06:08
EUROSCETTICI

In campo CasaPound, Fronte nazionale, Forza Nuova e Movimento sociale. E negli altri paesi aumentano i consensi per i gruppi nazionalisti e xenofobi

Una galassia. Gli euroscettici crescono e occupano spazi. Spaventano lâ??Europa nei sondaggi (per ora): i popolari e i socialisti. Ma presto sbarcheranno in forze a Bruxelles. Il prossimo parlamento dellâ??Ue sarĂ  il piĂą critico di semrpe nei confronti dellâ??Unione. Lâ??onda riguarda tutta Europa, anche quei Paesi che sono stati meno penalizzati in questi anni dalle politiche dellâ??austerity. Ovviamente il vento soffia piĂą forte in Grecia, dove Alba Dorata non indietreggia di un millimetro. Tanto che la stessa Marine Le Pen (anche lei considerata «estremista») ne ha preso le distanze molto nettamente.

In Belgio «Interesse Fiammingo» vorrebbe lâ??indipendenza delle Fiandre e lâ??uscita dallâ??Ue, in Austria câ??è «Team Stronach», un partito fondato due anni fa dallâ??uomo dâ??affari Frank Stronach, che ha lâ??obiettivo di ritornare allo scellino. Spazio in Germania, oltre che ai giovanissimi Piraten, al movimento del professore di Economia allâ??universitĂ  di Amburgo, Bernd Lucke. Si chiama «Alternative fĂĽr Deutschland» e vuole seppellire lâ??euro e riprendere il marco (ha avuto quasi il 5% alle ultime elezioni tedesche). In Inghilterra United Kingdom Indipendence Party di Nigel Farage, che ha giĂ  tredici parlamentari a Bruxelles, vuole uscire dalla Ue, in Olanda cresce il Partij voor de Vrijheid di Geert Wilders. NovitĂ  anche in Finlandia, uno dei pochi paesi ad aver tenuto la tripla A delle agenzie di rating. A Helsinki conquista ancora consensi il movimento nazionalista «Veri Finlandesi» di Timo Soini, che alle ultime elezioni politiche, nel 2011, ha avuto il 19%. In Ungheria fa discutere lâ??estrema destra Jobbik, guidata da Gabor Vona, che alle Politiche di quattro anni fa ha raggiunto quasi il 17 cento. In Svezia non sâ??arrendono i Pirati.

Qualcosa si muove anche in Italia, al di lĂ  del MoVimento 5 Stelle, della Lega e di Fratelli dâ??Italia. Fronte Nazionale, Movimento Sociale-Fiamma Tricolore, CasaPound e Forza Nuova non stanno a guardare.

Sorridono quando gli chiedi del successo della Le Pen in Francia. Gli fa piacere, ovviamente. Ma subito dopo tornano al loro piano per lâ??Europa. O, sarebbe meglio dire, per cancellare lâ??Europa. Per tornare a unâ??Italia che sia in grado di autodeterminare il suo futuro. Ma nella galassia «nera» le posizioni sono differenti.

CasaPound sta raccogliendo le firme per presentarsi alle elezioni europee del 25 maggio. Unâ??impresa, spiega il vicepresidente Simone Di Stefano: «Si tratta di 150mila con un minimo di 3mila firme per ogni regione. Stiamo faticando parecchio per trovarle in Valle dâ??Aosta». In ogni caso il programma è chiaro e sintetizzabile in poche parole: «Fuori dallâ??Europa e fuori dallâ??euro». Insomma, spiega Di Stefano, «lâ??Italia deve tornare ad essere una nazione sovrana, come Giappone, Russia o i paesi del Sud America. Lâ??Unione europea costruita sullâ??asse franco-tedesco non ha piĂą senso e la stessa Francia, con lâ??avanzata del Front National della Le Pen, la sta mettendo in discussione». Di Stefano tratteggia la creazione di un polo euroscettico. Risponderebbe «sì» allâ??appello lanciato dalla Le Pen. Ma attenzione a correre: «Lei vuole tenere fuori Alba Dorata, noi no». Non se ne parla proprio: «Conosco i ragazzi di Alba Dorata, tenteremo di fare un gruppo con loro a Bruxelles. Entreremo in quel Parlamento soltanto per annullarlo e ricostruire una confederazione di Stati sovrani, comâ??era la ComunitĂ  europea». Anche Grillo ha detto piĂą volte la stessa cosa: bisogna tornare alla ComunitĂ  europea. «Bè, ha detto tante cose che avevamo sostenuto noi» dice Di Stefano.

Ă? una battaglia diversa quella di Adriano Tilgher, leader del Fronte Nazionale. «Lo sto ricostruendo - spiega subito - A proposito, il 10 e 11 maggio organizzerò un convengo per la sovranitĂ  alimentare, una delle cause dei prossimi conflitti visto lâ??uso degli Ogm». Gli sta piĂą a cuore questo che la sovranitĂ  monetaria, «di cui, ormai, ne parlano tutti, anche a sproposito». Tilgher mette i puntini sulle «i» e non risparmia una stoccata a Giorgia Meloni e company: «Adesso sono tutti euroscettici anche se hanno votato a favore del Fiscal compact, come i Fratellini dâ??Italia», ironizza. Invece «dovrĂ  nascere un movimento dal basso». Per il resto Tilgher ha unâ??idea chiara dellâ??Europa: «Non esiste. Va creata. Non câ??è un vero presidente dellâ??Ue o dei ministri ma soltanto una casta di burocrati. La nostra idea è quella di dare avvio alla doppia circolazione, con la lira che valga un euro». Tilgher ci crede: «Serve unâ??Europa politica in cui le nazioni deleghino a un ente superiore, eletto dai cittadini, alcune funzioni, come la difesa, la politica dei trasporti e qualche scelta fiscale». Qualcosa la condivide con il MoVimento 5 Stelle: «Sono la vera opposizione, prima di loro centrodestra e centrosinistra erano dâ??accordo e si facevano opposizione in modo fittizio». Qualche dissapore con gli altri gruppi câ??è: «Forza Nuova e CasaPound sono movimenti di estrema destra, il Fronte Nazionale, invece, è di tutti gli italiani che combattono il liberismo. Le nostre porte sono aperte a tutti». Se ne sta accorgendo una bella fetta dâ??Europa.

http://www.iltempo.it/politica/2014/03/26/la-galassia-nera-alla-conquista-dell-ue-1.1233685

documentazione
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo