antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.03.14
Milano nega spazi per convegno "Omofobia o eterofobia?" e Forza Nuova protesta
·
A Milano è stata negata a Forza Nuova e a molti altri partiti la possibilità di riunirsi nel convegno "Omofobia o eterofobia?"

Queste notizie ci piacciono e le condivideremmo in tutto il web solo per vedere la faccia degli omofobi di Forza Nuova e non solo: a Milano avrebbe dovuto tenersi un convegno dal titolo Omofobia o eterofobia? incentrato sulla presentazione del nuovo libro di Gianfranco Amato, forse da voi conosciuto come il presidente dei Giuristi per la vita, nonché editorialista di Avvenire, da sempre impegnato nella denuncia dei rischi che conterrebbe una presunta legge contro l'omofobia; a questa conferenza avrebbero dovuto prender parte anche Lorenzo Fontana, capogruppo della Lega al Parlamento europeo, e Roberto Fiore, segretario nazionale della vergognosa Forza Nuova. Insomma, un ammasso di omofobi in uno spazio comune a tutti i cittadini.

Abbiamo giustamente usato il condizionale, perché lo staff dell'Ambrosianeum ha revocato la disponibilità precedentemente accordata di usare la sala, così come la Questura di Milano non ha concesso l'autorizzazione per un presidio in piazza San Carlo (previsto per il 9 marzo). Ecco perché circa cento esponenti di Forza Nuova si son riuniti in piazza per protestare e gridare all'applicazione della legge anti-omofobia ancor prima che venisse approvata (ma lo sanno che gli omofobi vivono di meno?)

Pronta, per fortuna, la risposta di Arcigay:

Siamo al paradosso. Nessuna legge attuale nemmeno la legge contro omofobia impedisce e impedirà a persone in malafede e con l'obiettivo di distruggere le persone omosessuali di dire che siamo brutti e cattivi, antipatici e/o tutti gli stereotipi che Amato, fascisti e sentinelle in piedi vivono come loro verità. La legge semmai impedirà di inneggiare alla discriminazione, insinuare nell'opinione pubblica che i gay sono malati e incapaci di crescere figli, come sta succedendo a Trento dove vogliono togliere i bambini dalle famiglie formate da genitori omosessuali. Togliere quindi i bambini dalle loro case, dalla loro vita e felicità.

Ancor più incisivo, Marco Mori, presidente di Arcigay Milano:

'Io credo e difendo il diritto di ognuno di dire la propria opinione, e credo nello Stato di diritto, non esiste una censura preventiva, che tutti quelli impegnati nel convegno di ieri applicherebbero ad esempio a molte nostre iniziative senza indugi. Credo che la Questura abbia agito evidentemente conoscendo sia gli organizzatori, sia la loro storia, sia l'obiettivo reale soggiacente a quanto formalmente previsto. Loro passare come vittime proprio no. Anzi, finalmente si è capito che sentinelle in piedi, fascisti, neo fascisti, leghisti e pesudo intellettuali che scrivono su certi giornali cercando una credibilità giuridica e scientifica a cui sono estranei sono tutti la stessa orripilante cosa. Appartengono allo stesso bluff sociale dove il diritto e la libertà d'opinione sono delle pezze per giustificare odio e intolleranza'.

Ma quale libertà di espressione?


Noi non siamo per il diritto di ognuno di dire la propria, soprattutto se questo ognuno corrisponde a Forza Nuova o a qualsiasi esponente catto-fascista di qualsiasi partito italiano: sono queste persone che fanno passare gli omosessuali come dei pervertiti malati e sono proprio queste persone che credono che la legge anti-omofobia serva non a tutelarci da aggressioni e insulti, ma a limitare la libertà di opinione. Perché dovrebbero dire la propria? Dov'è scritto?

http://www.queerblog.it/post/127643/milano-nega-spazi-per-convegno-omofobia-o-eterofobia-e-forza-nuova-protesta



Milano nega gli spazi al convegno omofobo. Forza Nuova protesta in piazza


Ieri a Milano avrebbe dovuto aver luogo un convegno dal titolo "Omofobia o eterofobia?". In programma c'era la presentazione del nuovo libro di Gianfranco Amato (presidente dei Giuristi per la vita e editorialista di Avvenire, molto impegnato nella denuncia dei presunti rischi insiti nella legge contro l'omofobia per la libertà di opinione e per la libertà religiosa) con gli interventi di Lorenzo Fontana, capogruppo della Lega al Parlamento europeo, e Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova.
Lo staff dell'Ambrosianeum, però, ha revocato la disponibilità della sala precedentemente accordata così come la Questura di Milano non ha concesso l'autorizzazione per un presidio in piazza San Carlo nel pomeriggio del 9 marzo. Un centinaio di forzanovisti si è così dato appuntamento in piazza Duomo a Milano, seguendo lo schema applicato dalle Sentinelle in Piedi che prevede un'ora di veglia silenziosa, schierati militarmente, con un libro in mano e la prima fila imbavagliata.
Gli organizzatori hanno immediatamente gridato alla censura, sostenendo che «si è applica la legge su omofobia ancor prima della sua approvazione». Ma nel vedere i carnefici che si tramutano in vittime Arcigay non c'è stata ed ha subito rilanciato: «Siamo al paradosso. Nessuna legge attuale nemmeno la legge contro omofobia impedisce e impedirà a persone in malafede e con l'obiettivo di distruggere le persone omosessuali di dire che siamo brutti e cattivi, antipatici e/o tutti gli stereotipi che Amato, fascisti e sentinelle in piedi vivono come loro verità. La legge semmai -sempre se rientrerà nei radar del Parlamento- impedirà di inneggiare alla discriminazione, insinuare nell'opinione pubblica che i gay sono malati e incapaci di crescere figli, come sta succedendo a Trento dove vogliono togliere i bambini dalle famiglie formate da genitori omosessuali. Togliere quindi i bambini dalle loro case, dalla loro vita e felicità».
Marco Mori, presidente Arcigay Milano ha aggiunto: «Io credo e difendo il diritto di ognuno di dire la propria opinione, e credo nello Stato di diritto, non esiste una censura preventiva, che tutti quelli impegnati nel convegno di ieri applicherebbero ad esempio a molte nostre iniziative senza indugi. Credo che la Questura abbia agito evidentemente conoscendo sia gli organizzatori, sia la loro storia, sia l'obiettivo reale soggiacente a quanto formalmente previsto. Loro passare come vittime proprio no. Anzi, finalmente si è capito che sentinelle in piedi, fascisti, neo fascisti, leghisti e pesudo intellettuali che scrivono su certi giornali cercando una credibilità giuridica e scientifica a cui sono estranei sono tutti la stessa orripilante cosa. Appartengono allo stesso bluff sociale dove il diritto e la libertà d'opinione sono delle pezze per giustificare odio e intolleranza».

http://gayburg.blogspot.it/2014/03/milano-nega-gli-spazi-al-convegno.html

news
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo