antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.11.13
Libri: Storie Della Resistenza
·
di Franco Ricciardiello


Domenico Gallo, Italo Poma (a cura di), Storie della Resistenza, Sellerio Editore, Palermo, 2013, pp. 434, ? 15,00.

Che continui un??incessante produzione storiografica sulla Resistenza è sintomo non solo di vitalità critica, ma soprattutto di interesse del pubblico. Questa bella antologia di Sellerio si segnala fra le iniziative analoghe per una felice caratteristica: è una raccolta di storie ?? racconti, resoconti di vita e frammenti di biografie ?? scritte nell??immediatezza degli eventi, alcune addirittura mentre la lotta era ancora in corso, e apparse sulle pubblicazioni ancora clandestine o sulla prima stampa libera. Il risultato da una parte è una notevole variabilità di registro linguistico, di ??voce? narrativa, dall??altra un??impressione di immediatezza che nessuna ricostruzione a posteriori per quanto accurata può sperare di restituire.

La scelta dei curatori Domenico Gallo e Italo Poma è quella di fornire nello spazio concesso dalle 434 pagine del volume un ampio spettro di storie, selezionate con un profondo e minuzioso lavoro di documentazione e recupero in pubblicazioni spesso ingiustamente dimenticate dalla critica, che della Resistenza coprono anche aspetti meno conosciuti, a lungo considerati ??scabrosi?: il rapporto con i prigionieri e i collaborazionisti, il mantenimento della disciplina, la partecipazione alla lotta di ebrei e di intellettuali, il ruolo combattente delle donne. Oggi fa impressione sentire dal ricordo di Lidia Menapace che le donne, anche quelle che avevano partecipato armi in pugno alla guerra, non sfilarono alla parata della Liberazione nel ??45 con la scusa che il popolo potesse crederle ??le puttane dei partigiani?: era il retaggio di vent??anni di deformazione culturale, senza contare secoli di onnipresenza cattolica, una maniera di pensare assorbita anche dai dirigenti di un paese che risorgeva dalle macerie.

Il lavoro di recupero del materiale, condotto con amore filologico diretto a recuperare non la pagina più vera, ma quella più sincera, ci restituisce una serie di nomi che avrebbero in seguito conquistato un posto nella vita del paese, nella letteratura e nella memorialistica piuttosto che nella politica. Aldo Capitini, Giorgio Caproni, Angelo Del Boca, Carlo Levi, Lidia Menapace, Massimo Mila, Guido Piovene, Nuto Revelli, Alberto Savinio, Renata Viganò sono gli autori dei testi selezionati, insieme a molti, molti altri, spesso ingiustamente appannati ?? e altri ancora poco sconosciuti, in un singolo caso perfino forzatamente sconosciuto: l??ignoto ??partigiano anonimo? del quale Angelo Del Boca ha rinvenuto un ??dizionario? manoscritto di termini collegati alla resistenza armata, arguto e intelligente, perfino ironico malgrado le condizioni in cui è stato scritto. Purtroppo non è stato possibile attribuirne la paternità, né l??autore non ha potuto rivendicarla: è un documento divertente e toccante che testimonia come, malgrado anni di disincentivo al pensiero autonomo, la presa di coscienza abbia portato con sé un ripensamento generale sull??ingiustizia politica e sociale. La liberazione del pensiero dalla mediocrità e dal conformismo fascista è anche una redenzione del linguaggio, e l??uso della parola ??democrazia? diventa veicolo di affrancamento.

Ogni sezione è introdotta da una breve prefazione dei curatori, i quali si sforzano di inquadrare l??argomento nella cornice del progetto complessivo. A debita distanza dagli avvenimenti, dopo anni difficili in cui si è tentato in tutti i modi di rivedere al ribasso non solo l??immagine un po?? retorica e un po?? imbalsamata della lotta contro il nazifascismo, ma la sua stessa natura democratica,

La sorprendente freschezza di questo libro restituisce una dimensione umana e sincera degli individui che a quella guerra civile parteciparono. Una vocazione libertaria e talvolta ingenua che ha un precedente nella guerra di Spagna, che impegnò anche molti fra quelli che dopo l??armistizio presero la via della montagna: in entrambi i casi, come scrisse Orwell per spiegare la ragione della sua presenza nelle Brigate Internazionali a Barcellona, ??ci si arruolava perché sembrava l??unica cosa da fare? per opporsi al fascismo.

Domenico Gallo, studioso di letteratura e esperto di linguaggio, collabora con ??Articolo 21?. Lo storico Italo Poma è l??attuale presidente dell??Aicvas, ??Associazione italiana combattenti volontari antifascisti di Spagna?.

http://www.carmillaonline.com/2013/11/06/storie-della-resistenza/

materiali storici
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo