antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 7.09.13
Verona, pestaggio con insulti razzisti sul Garda nei confronti di 4 giovani stranieri
·
07 settembre, ore 11:31
Verona - (Adnkronos) - E' accaduto domenica notte a Lazise, contro quattro ragazzi extracomunitari che tornavano da una festa ed hanno chiesto un passaggio su un pulman per raggiungere la loro automobile. Gli altri passeggeri del mezzo li hanno insultati e pestati, provocando, ad uno di loro in particolare, gravi lesioni

Verona, 7 set. - (Adnkronos) - Avevano chiesto un passaggio su un pullman, ma sono stati aggrediti e insultati dai giovani presenti sul mezzo e, una volta scesi, seguiti e picchiati a sangue. L'episodio, a quanto riporta ''l'Arena'' e' avvenuto domenica notte a Lazise, a quattro amici, tutti extracomunitari, che tornavano da una festa.

Uno di loro, un cittadino irakeno di 24 anni, ora e' ricoverato nel reparto di terapia di terapia intensiva della clinica Pederzoli: ha la frattura della mandibola, una lesione a una vertebra del collo, alcune costole fratturate e lesioni al fegato. Anche l'amico che era con lui, decisamente piu' robusto, e' stato aggredito ma e' riuscito a difendersi e ha riportato lesioni meno gravi. Un episodio che e' stato formalizzato in una denuncia depositata dal legale che rappresenta le due persone, l'avvocato Eugenio Scaramellino.

Nella denuncia si chiede di procedere, al momento nei confronti di persone da identificare, per le ipotesi di tentato omicidio, omissione di soccorso, lesioni il tutto aggravato dalla norma che punisce la discriminazione razziale. Perche' tutto e' iniziato quando i quattro giovani stranieri sono saliti sul pullman. Prima gli insulti: ''siete i soliti marocchini, tornatevene a casa marocchini di m..'' e poi le botte.

I quattro, di diverse nazionalita' ma residenti nel Veronese e sul lago, erano andati al Toga party, la festa di fine estate organizzata su un battello in navigazione sul lago di Garda. La notte del 1° settembre si erano imbarcati a Lazise sulla motonave Brescia insieme a tantissimi altri ragazzi. Nessun problema durante la festa e alle 4 sono sbarcati a Bardolino. Insieme ad altri si sono diretti verso la fermata degli autobus che si trova di fronte alla discoteca Primo: uno del loro gruppo aveva lasciato la macchina al parcheggio di Lazise e cosi' hanno chiesto all'autista di un pullman in partenza (e diretto presumibilmente a Verona) se poteva dar loro un passaggio fino a Lazise. Era di strada.

L'autista, ricostruisce 'l'Arena', li ha fatti salire e loro sono rimasti in piedi nel corridoio, il tragitto era minimo, sarebbero scesi dopo qualche minuto. A protestare sono stati alcuni occupanti del pullman che volevano farli scendere perche' non avevano pagato il biglietto. Sono seguiti gli insulti e il giovane irakeno, che era spostato verso il centro del mezzo e' stato il primo ad essere preso a pugni. Stando a quanto riportato in denuncia, l'amico che era vicino al conducente e' intervenuto e ha placato gli animi. Poco dopo l'autobus e' arrivato all'altezza della rotonda che porta a Calmasino, il gruppo di stranieri stava scendendo quando e' iniziata la seconda aggressione.

Due di loro sono riusciti a scappare mentre il giovane irakeno e l'amico marocchino sono stati bloccati da due gruppi di persone che erano scesi contemporaneamente a loro. Ma mentre quest'ultimo, colpito al volto, e' riuscito a difendersi l'altro, piu' minuto, e' stato buttato a terra e preso a calci. L'amico lo ha soccorso, l'ha spostato ma credeva che fosse morto, gli assalitori erano risaliti sul mezzo e lui si e' messo davanti al pullman per evitare che ripartisse. L'arrivo di una guardia giurata, che con il suo cellulare ha chiamato i carabinieri, e' stato provvidenziale. L'irakeno e' stato ricoverato in ospedale, ricorda solo una parte della serata e l'inizio del pestaggio. Poi ha perso i sensi.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Veneto/Verona-pestaggio-con-insulti-razzisti-sul-Garda-nei-confronti-di-4-giovani-stranieri_32574543857.html

news
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo