antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 6.09.13
Il nazionalismo alimenta l'ostilità contro i rom
·
??Gli zingari che si comportano bene possono rimanere.
Ma quasi tutti sono pigri, criminali e addirittura terroristi. E se ne devono andare?. Sono le parole pronunciate da un dirigente del Partito dei lavoratori e della giustizia sociale, la formazione di estrema destra della Repubblica Ceca che è stata tra gli organizzatori delle manifestazioni contro i rom del 24 agosto, che hanno scosso l??opinione pubblica di questo paese dell??Europa centrale.
Da una decina di anni frasi simili vengono pronunciate pubblicamente in tutti i paesi dell??Europa ex socialista che hanno una consistente minoranza rom: Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Romania e Bulgaria. Quest??ondata di isteria
antirom coincide con una forte espansione del nazionalismo politico ed è diventata uno degli elementi fondamentali della sua
piattaforma ideologica. Una deriva prevedibile, considerato che se le cosiddette ??forze patriottiche? puntano il dito soprattutto contro i ??politici corrotti? e il ??capitale globale?, quando poi si tratta di combatterli davvero si accorgono che i loro mezzi sono evidentemente troppo scarsi. La corruzione politica è un nemico diicile da sconiggere, e quando i partiti di estrema destra arrivano a l potere, com??è successo di recente agli ultranazionalisti di ataka in Bulgaria, scoprono che lo status quo non è poi così male. La globalizzazione, inoltre, è un concetto troppo vago per diventare il bersaglio principale contro cui aizzare la gente. Quello che serve è un soggetto debole, a portata di mano e ben riconoscibile: qualcuno contro cui scatenare l??odio delle persone spaventate.
I populisti si sono guardati intorno e hanno trovato i rom.
Politica e miseria In Europa i pregiudizi contro i rom sono diffusi
da secoli e sono altrettanto radicati dell??antisemitismo. Dopo la caduta del comunismo, i rom sono stati i più colpiti dalla
disoccupazione e dalla povertà che hanno inevitabilmente accompagnato la transizione.
I ghetti rom sono diventati terreno fertile per la criminalità e la parola ??zingaro? è diventata per molti sinonimo di parassita
sociale. I nazionalisti e i populisti riiutano ogni progetto di integrazione e chiedono misure sempre più dure, dall??isolamento
completo dei ghetti (sperimentato nella città slovacca di Košice, dove i rom locali sono stati chiusi in un??area recintata da un muro)
ino alla deportazione. Quest??ultima soluzione è stata invocata dal bulgaro volen Siderov, leader di ataka, che nel 2011 ha chiesto
??di afrontare di petto la questione dei cosiddetti zingari. Prima che rivendichino diritti?, ha dichiarato Siderov, ??bisogna costringerli
a mandare a scuola i igli, a lavorare e a fare il loro dovere nei confronti dello stato. Se non lo faranno, rispediamoli in India,
da dove sono venuti tremila anni fa?. I nazionalisti del Movimento nazionale bulgaro hanno proposto di risolvere la ??questione
zingara? (espressione che ricorda la questione ebraica e il nazismo) con il reclutamento forzato dei rom nelle unità dell??esercito incaricate di compiere i lavori pesanti. Un altro leader dell??estrema destra bulgara, Bojan Rasate, ha fondato una
??guardia nazionale? in uniforme paramilitare sul modello della milizia del partito neofascista ungherese Jobbik.
Nonostante nella maggior parte dei casi questa retorica sia pura propaganda, il suo uso sistematico funziona. Secondo una ricerca
pubblicata a giugno dalla fondazione open society, più della metà dei bulgari non vorrebbe avere dei rom come vicini di casa.
Ma la crescente intolleranza è solo una faccia della medaglia. In Bulgaria nel giugno del 2012 un gruppo di estrema destra ha fatto
esplodere un pacco-bomba nella cittadina di Sandanski nella sede del partito Evroroma, causando un morto. Per non parlare poi del pogrom di massa compiuto nel settembre 2011 a Katunica, dove sono state bruciate le case di un quartiere abitato da rom.
Il problema è complicato ulteriormente dai rapporti poco chiari che in diversi paesi, come la Bulgaria, esistono tra le igure criminali
della comunità rom e i principali partiti. In occasione delle elezioni, i criminali rom ottengono un??amnistia di fatto in cambio di pacchetti di voti della loro comunità: una consuetudine che non fa che peggiorare la situazione dei rom. Siamo di fronte a un cocktail di politica, criminalità e miseria che sta diventando sempre più
esplosivo.

Fonte: internazionale

news
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo