antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
"Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.08.13
Repubblica Ceca Nuova ondata neonazista in Europa
·
Martedì, 27 Agosto 2013 07:00
Sabato 24 agosto una fetida onda nera ha travolto la Repubblica Ceca: un totale di circa 1500 persone, in buona parte appartenenti a gruppi di estrema destra, ha partecipato ai cortei antizigani convocati dal sito web neonazista Resistenza Libera (Svobodný odpor).
Il razzismo antiziganista è uno dei temi di attualità più caldi in Repubblica Ceca: un fenomeno ben radicato, appoggiato da buona parte della classe politica e in preoccupante crescita in molte aree del paese, ad eccezione della capitale, dove le forze antifasciste sono state finora in grado di arginare l??ascesa di una nuova ondata razzista e neonazista.
Negli scorsi mesi sono state registrate numerose aggressioni violente contro la popolazione rom in varie località, l??ultimo dei quali avvenuto pochi giorni fa, il 18 agosto, a D?čín, cittadina situata nella regione settentrionale di ?stí nad Labem, al confine con la Germania. Un gruppo di neonazisti, con tanto di svastiche e altri simboli nazisti tatuati ben in vista, hanno assaltato un edificio occupato in gran parte da famiglie rom, lanciando bottiglie, sassi e urlando cori come ??Venite fuori zingari, oggi vi uccideremo?, ??Gli zingari alle camere a gas?, ??Porci negri?, ??Morirete oggi? e ??Stiamo riscaldando i forni?. In contemporanea, alcuni clienti seduti in un pub dall??altro lato della strada hanno incominciato ad applaudire in segno di approvazione, mentre il gruppo continuava indisturbato al grido di ??Vítkov, Vítkov, Vítkov!?, in riferimento alla cittadina che fu scenario nel 2009 di un drammatico attacco incendiario di quattro neonazisti ai danni di una casa abitata da una famiglia rom. E quello di D?čín è solo l??ultimo di una lunga serie di episodi di razzismo violento che hanno percorso il paese negli ultimi tempi, alimentati dall??approvazione dell??opinione pubblica, dalla passività della stampa, e rafforzati dagli atteggiamenti razzisti e discriminatori comuni alla classe politica ceca, sia a livello locale che nazionale.
La mobilitazione razzista della giornata di sabato 24 agosto si trova al culmine di questa ondata di intolleranza, in grado di coinvolgere una fetta considerevole di popolazione, convogliando al tempo stesso l??ignoranza diffusa riguardo al tema e il malcontento generale, effetto della crescente disoccupazione, in particolare nelle aree ex industriali depresse. I cortei si sono svolti in otto città (Brno, Ostrava, ?eské Bud?jovice, D?čín, Duchcov, Jičín, Plze? e Varnsdorf) e hanno visto la partecipazione di un numero considerevole di neonazisti, oltre all??allarmante adesione di un nutrito gruppo di sostenitori non appartenenti a frange estremiste di destra.
La situazione più preoccupante si è verificata ad Ostrava, città al confine con la Polonia, ex cuore dell??industria pesante cecoslovacca, dove un pezzo del corteo composto dai 600 agli 800 neonazisti, ha deviato rispetto al percorso originale della manifestazione con l??intenzione di attaccare alcuni edifici occupati da famiglie rom e di raggiunggere l??area dove poco prima aveva avuto luogo un contro-corteo antirazzista di circa 500 persone, composto in maggioranza da rom. Quando la polizia ha tentato di impedire il passaggio dei neonazisti, questi hanno iniziato ad attaccare con pietre, bombe carta e fumogeni, barricandosi dietro i bidoni della spazzatura rovesciati. Gli scontri sono andati avanti per diverse ore e si sono conclusi con circa 60 arresti e vari feriti da entrambe le parti.
A Plze?, dove il numero dei partecipanti al contro-corteo antifascista era nettamente superiore a quello della manifestazione razzista (circa 300 antifa contro un centinaio dall??altro lato), il tentativo messo in atto dalle forze antifasciste per cercare di bloccare il passaggio del corteo è stato reso vano dall??intervento della polizia in assetto antisommossa, che ha arrestando circa 20 antifascisti, seduti a terra a creare un cordone. Una volta rimosso il blocco, le forze dell??ordine hanno scortato il passaggio della manifestazione antiziganista, il che non ha impedito che si verificassero scontri tra polizia e neonazisti, conclusisi con l??arresto di circa 5 manifestanti.

guarda i video dei vari cortei


http://www.contropiano.org/politica/item/18637-nuova-ondata-neonazista-in-europa

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo