antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 15.06.13
Europa nera. Polonia
·
Il nero resta fuori dal Parlamento Ma la violenza esplode nelle strade

Non ha la forza di colleghi europei come Alba dorata, ma il fenomeno "non può essere sottovalutato". L'estrema destra in Polonia si ferma al 3 per cento, ma negli ultimi venti anni ha fatto cinquanta morti
Perde terreno in Parlamento, ma il suo potere cresce per le strade e negli stadi. In Polonia l'estrema destra non ha conquistato nessun seggio alle elezioni del 2011, in compenso, negli ultimi venti anni, cinquanta persone sono morte per aggressioni riconducibili agli ambienti neonazisti. Almeno stando ai dati della ong Never Again, che combatte gli episodi di violenza razzista e crede che il fenomeno "non sia da sottovalutare".

La destra in Polonia è fortemente legata alla tradizione del paese: da una parte si richiama ai valori cristiani, dall'altra invece all'idea della forte nazione slava. In entrambi i casi è nazionalista, anti europeista e antisemita. Il suo maggior esponente è il Partito della Rinascita Polacca (Nop) che nel novembre 2011 è riuscito a depositare in tribunale il suo ultimo simbolo: un'immagine stilizzata che ritrae il divieto di rapporti sessuali per due uomini. A raffigurare un'altra delle caratteristiche che tengono unito il movimento: l'omofobia.

Il Nop. Nasce nel 1992 e non è mai riuscito a portare un suo esponente in Parlamento, passando però dallo 0,6 per cento delle elezioni parlamentari del 2005 al 3,1 del 2011: 2.934 voti, poco più della metà rispetto a chi sostiene di appoggiare il movimento su Facebook. Fuori dalla virtualità il partito riceve un forte sostegno a livello europeo, con la partecipazione al Fronte Nazionale Europeo, la struttura che coordina i nazionalisti del continente guidata da Roberto Fiore, leader di Forza Nuova.

Le battaglie del Nop sono legate alla difesa dell'identità e della famiglia. I suoi simboli arrivano direttamente dai primi decenni del secolo scorso: una croce celtica stilizzata composta da una spada e il fascio littorio accompagnato dal sette. Il primo è una figura nuova che, però, richiama in parte lo stile delle rune: l'antico alfabeto germanico spesso utilizzato da Heinirch Himmler, uno degli uomini più importanti del Terzo Reich. Il secondo unisce chiari riferimenti al fascismo all'eco nazista: il sette è un numero con forti valenze esoteriche che si ritrova anche nelle pagine del Mein Kampf. E' il numero della tessera con cui Hitler si iscrive al Partito dei Lavoratori Tedeschi che sotto la sua direzione aggiungerà la dizione 'Nazionalsocialistà al nome. Il Nop non nasconde il suo rapporto con la storia, la campagna per le elezioni del 2007 è stata guidata dal volantino "Fascismo? Noi siamo peggio".

Le altre formazioni. "La Polonia sta sperimentando un momento di crescita economica e quindi di fiducia, in più non è una terra di immigrazione - Motivi per cui, secondo Michele Comelli, ricercatore dello Iai esperto delle politiche di Varsavia - i vecchi pregiudizi storici non si saldano con i nuovi movimenti anti immigrazione e l'estrema destra è confinata. Non esiste un partito come Alba Dorata". Non è ancora la Grecia, ma il Nop non è l'unica formazione a raccogliere i "vecchi pregiudizi storici". C'è il campo Campo nazional-radicale i cui giovani militanti il 15 maggio sfioravano per le strade di Katowice, a 40 km da Auswitch, urlando slogan antisemiti. E c'è Radio Marja che preferisce lanciare gli stessi messaggi attraverso le sue onde. L'emittente è diretta da padre Rydyk, un presbitero che gode dell'appoggio di quasi sei milioni di persone che finanziano la sua organizzazione. I suoi messaggi hanno costretto anche il Vaticano a prendere le distanze.

Gli stadi. E' tra le curve l'estremismo politico si confonde con il tifo. Qui i gruppi di destra più radicali si saldano agli ambienti degli hooligans e nascono episodi di violenza. Come quelli che hanno avuto come protagonista Papa Samba Ba, un centrocampista senegalese costantemente attaccato per il colore della sua pelle dai tifosi della sua squadra, il Znicz Puszkow, una formazione della periferia di Varsavia. Era il 2009 quando il giocatore subiva gli insulti ed in questi tre anni la forza degli ultras è cresciuta, tanto da far preoccupare la Uefa che ha nominato Rafael Pankosky, presidente dell'Ong Never Again, delegato speciale all'osservazione degli europei. Secondo Pankosky il mondo del calcio si è "mosso in tempo, la possibilità di incidenti non può essere esclusa, ma sappiamo come gestire episodi rischiosi". Ma le minacce non arrivano solo dai padroni di casa: "Sappiamo che alcuni gruppi di estremisti, provenienti da Germania e Russia, si sono organizzati per creare problemi agli Europei". Finora, va detto, senza risultati.

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/neonazismoeuropeo/2012/06/28/news/vento_di_destra_-_polonia-38147170/

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo