antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 17.05.13
Lucca. Aggressione all'Ottavo Nano, due anni di sorveglianza speciale per Palmeri.
·
Aggressione all'Ottavo Nano, due anni di sorveglianza speciale per Palmeri. L'avvocato difensore annuncia ricorso


di Roberto Salotti

Il collegio dei giudici del tribunale di Lucca composto da Di Grazia, Annarumma e Silvestri ha deciso di accogliere in parte la richiesta di sorveglianza speciale proposta dal questore Claudio Cracovia nei confronti di Andrea Palmeri, il 34enne ex capo del gruppo di ultras Bulldog, accusato dell'aggressione al giovane di sinistra Stefano Benassi (nella foto), picchiato di fronte al pub l'Ottavo Nano di Lucca, nella notte tra l'8 e il 9 marzo scorsi. Il provvedimento che per ora è stato notificato soltanto al suo avvocato difensore Emanuele Fusi, impone a Palmeri di non poter uscire di casa dalle 21 alle 8 del mattino per i prossimi due anni (e non tre come era stato richiesto dalla questura di Lucca) con il divieto di allontanarsi dal territorio del comune di Lucca. La misura restrittiva comunque non potrà entrare in vigore finché non sarà notificata a Palmeri. Il suo avvocato, intanto, annuncia ricorso in appello contro un provvedimento ritenuto ??scarsamente giustificato?. Nelle motivazioni avanzate dal questore vengono citati gli episodi dell'Ottavo Nano e le minacce al titolare del bar Cupido nel corso della stessa notte in cui avvenne l'aggressione al barista Benassi. Una fitta informativa stilata dal capo della squadra mobile Virgilio Russo che aveva diretto le indagini, era finita sul tavolo del magistrato, il sostituto procuratore Enrico Corucci titolare dell'inchiesta. In più viene citato l'episodio di una presunta aggressione ad un cliente della discoteca Kuku di Antraccoli. Troppo poco secondo l'avvocato difensore di Palmeri, che lavora già al ricorso.

LA DIFESA ANNUNCIA RICORSO
L'avvocato Emanuele Fusi ha dieci giorni di tempo per presentare ricorso alla Corte d'Appello di Firenze: ??Ci opporremo sicuramente a questo provvedimento che per quello che ci riguarda si basa soltanto su un singolo episodio, quello dell'aggressione a Stefano Benassi. L'altro riguarda una presunta rissa alla discoteca Kuku: un episodio per il quale siamo convinti di poter dimostrare la totale estraneità di Palmeri alle accuse. Quindi restano solo i fatti di fronte all'Ottavo Nano. Ci sembra un po' poco per un provvedimento restrittivo della libertà personale come quello deciso dal collegio dei giudici: si tratta di un provvedimento troppo afflittivo?. Non è la prima volta che Andrea Palmeri viene colpito da un provvedimento del genere. L'ultimo è cessato nell'aprile del 2011. ??Da quella data in poi devono essere valutati gli episodi solo successivi all'estinzione di quello stesso provvedimento - sottolinea l'avvocato Fusi -: quindi per noi questo provvedimento è stato preso soltanto sulla base di un singolo episodio. Ci pare un po' troppo poco, se commissurato alla sorveglianza speciale per due anni?.
L'AGGRESSIONE A BENASSI E LE INDAGINI DELLA POLIZIA

Accusato dalla sua stessa vittima e riconosciuto da altri 8 testimoni, Andrea Palmeri è stato denunciato per l'aggressione a Stefano Benassi, minacciato con un coltello al grido di ??Viva il Duce? e poi colpito con un pugno fuori dal locale L'Ottavo Nano di Lucca. L'estremista di destra, su cui fino dalle notte fra l'8 e il 9 marzo scorsi, si erano concentrate le indagini della polizia, è accusato anche di aver minacciato con un coltello a serramanico uno dei due titolari del Bar Cupido, dove Palmeri si era recato un'ora prima del pestaggio e di aver poi orinato in un cesto del locale, per poi allontanarsi in città. Per lui le accuse vanno dalle minacce alle lesioni aggravate - la vittima dimessa ieri dall'ospedale ha riportato una prognosi di 27 giorni - fino agli atti contrari alla pubblica decenza e al porto abusivo di armi da taglio. Gli investigatori della seconda sezione della squadra mobile di Lucca, diretti da Virgilio Russo, hanno ricostruito nel dettaglio le fasi di quella notte, attraverso l'ascolto delle testimonianze di almeno 8 persone. I loro racconti coinciderebbero e tutti quanti confermerebbero il particolare del coltello, usato da Palmeri, secondo l'accusa, per minacciare il gestore del Cupido, prima, e Benassi, poi, insieme ad un giovane intervenuto all'esterno dell'Ottavo Nano per fermare la violenza (Leggi l'articolo). Ad accusare Palmeri era stata la stessa vittima, con una lunga lettera inviata alla stampa e alla polizia: ??Sono stato picchiato dai fascisti perché porto la barba e mi vesto in maniera diversa da loro?, aveva detto Benassi. Dal suo letto d'ospedale, il barista raccontava di aver riconosciuto il suo aggressore: ??Mi ha gridato in faccia Reggio Emilia Reggio Emilia, viva il Duce viva il Duce! - raccontava la vittima - e poi prima di minacciarmi ha detto: 'Qui mi vogliono tutti male perché sono fascista'?.

repressione_F
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo