antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 7.05.13
Minacce alla Boldrini, un indagato: è il giornalista, vicino a Forza nuova, Antonio Mattia
·
L'accusa è di diffamazione aggravata. Su Facebook aveva postato un fotomontaggio che ritraeva il presidente della Camera in una posa osè. Rimossi dal web i contenuti minacciosi
Lo leggo dopo

Minacce alla Boldrini, un indagato: è il giornalista Antonio Mattia

ROMA - C'è un primo indagato, per diffamazione aggravata, nell'inchiesta della procura di Roma affidata al pm Luca Palamara sulle minacce alla presidente della Camera Laura Boldrini e sui fotomontaggi che la riguardano apparsi sul web. Si tratta del giornalista Antonio Mattia, il primo a postare su Facebook un fotomontaggio che ritrae la Boldrini in una posa osè.

Le foto e i messaggi minacciosi lasciati sulla rete sono stati rimossi dalla polizia postale nei giorni scorsi su ordine del magistrato. Mattia, fanno sapere dalla procura, avrebbe travalicato "i limiti della corretta informazione, oltrepassando il legittimo diritto di cronaca e di critica giornalistica". E per questo è stato iscritto nel registro degli indagati.

La procura di Roma aveva aperto un fascicolo per risalire agli autori dei fotomontaggi e dei messaggi offensivi dopo che la presidente della Camera aveva rivelato a Repubblica di "essere minacciata di morte ogni giorno" e aveva lanciato un appello per dire "basta all'anarchia del web".

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/06/news/minacce_boldrini_un_indagato-58181455/?ref=HREC1-4



Condivide su Facebook il fake della Boldrini: rischia grosso
di Dario d'Elia - pubblicato martedì 07 maggio 2013 alle 08:46
leggi i commenti
Antonio Mattia è indagato per diffamazione aggravata per il caso del fake che riguarda il Presidente della Camera Boldrini. Andando a fondo della vicenda si scopre però che è un simpatizzante di Forza Nuova, il movimento di estrema destra di Roberto Fiore.

Il fake di Laura Boldrini, una foto di una nudista lontanamente somigliante, rischia di mettere nei guai il giornalista napoletano Antonio Mattia. Il Giornale domenica scorsa l'ha intervistato e scoperto che è indagato per diffamazione aggravata. Com'è risaputo il Presidente della Camera Laura Boldrini negli ultimi tempi ha subito minacce online ed è stata oggetto di una campagna offensiva basata su fake.

"Una storia assurda, mi hanno chiamato i miei figli domenica sera, terrorizzati, io ero a Sperlonga. Papà vieni, c'è la Polizia in casa. Ho pensato: oddio che avrò fatto mai?", aveva dichiarato Mattia al quotidiano.

"Macché fotomontaggio, ho solo condiviso una foto (su Facebook, NdR.) che girava su Internet! Il mio errore è esserci cascato, aver creduto che fosse lei. Ma c'è una bella differenza tra un fotomontaggio pornografico e un nudo di donna falsamente attribuito alla Boldrini. Era una boutade, uno scherzo! La cosa aberrante è che arrivi una pattuglia della Polizia a casa per una sciocchezza del genere!".

Apparentemente sembrerebbe che il titolare dell'indagine, il pm Luca Palamara, abbia esagerato con lo zelo considerato che la vittima è la terza carica dello Stato. Però andando a fondo della vicenda si scoprono nuovi e interessanti dettagli. Intanto Mattia è inscritto nel registro degli indagati "alla luce della normativa esistente che consente l'identificazione di coloro che, travalicando i limiti della corretta informazione, oltrepassano il legittimo diritto di cronaca e di critica giornalistica".

L'indagato è infatti un giornalista della provincia di Latina che lavora per Popolo Italiano e Napoli News Magazine. Da rilevare che il primo è un quotidiano di Destra. "? un reato? Sono stato nel MSI, ora sono simpatizzante della Destra di Storace. Mi viene il sospetto che anche questa mia appartenenza politica abbia pesato in questa storia. Il PM che ha firmato l'ordinanza di sequestro è Luca Palamara, ex Anm, notoriamente antiberlusconiano. Serra, su Repubblica, che fa la difesa d'ufficio della Boldrini. Vedo tutto un apparato che si è messo in moto...", ha aggiunto Mattia.

Il buon senso lascia pensare che il problema di Mattia non sia la collaborazione con Popolo Italiano e neanche l'essere simpatizzante della Destra di Storace, bensì un'altra amicizia. Quella con Roberto Fiore di Forza Nuova. Insomma l'estrema destra italiana guidata da un pregiudicato condannato negli anni '80 per il reato di associazione sovversiva e banda armata. Considerate le minacce alla Boldrini, l'interesse della Procura nei confronti di Mattia era a dir poco scontato. Il fatto poi di essere stato forse il primo a diffondere in Rete il fake non è altra cosa da poco.

"La mia colpa è solo quella di aver accostato, su un profilo Facebook personale e privato, la foto di quella che solo dopo ho saputo essere una nudista spagnola all'immagine reale della presidente della Camera immortalata sulla copertina di Famiglia Cristiana", ha spiegato Mattia a Quotidiano.net.

"La foto osè l??ho presa da un altro sito in cui si faceva notare la somiglianza con la Boldrini, poi ci sono cascato con tutte le scarpe e l'ho accostata goliardicamente alla foto reale".

Ricapitolando. Mattia ha postato sul suo profilo Facebook un fake, a dir poco lapalissiano secondo Paolo Attivissimo, del Presidente della Camera. C'è da credere che gli amici estremisti ne abbiano approfittato per esprimersi poco elegantemente nei confronti della signora. Magari qualcuno ha anche esagerato e comunque da lì in poi la cosa si è diffusa su tutta la Rete.

"La foto è stata sequestrata in tempi record ed io ho sospeso il mio profilo Facebook per qualche ora dato che ero sommerso da richieste più o meno accettabili. In vita mia sono stato segnalato tre volte, ma mai indagato. Non ho alcun timore a dire che anche io ho amicizie con Roberto Fiore di Forza Nuova", ha concluso il giornalista napoletano.

Roberto Fiore. Forza Nuova. Però Mattia scherzava.

http://www.tomshw.it/cont/news/condivide-su-facebook-il-fake-della-boldrini-rischia-grosso/45467/1.html

news
r_campania


articolo precedente           articolo successivo