antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
"Niente spazi pubblici ai fascisti": patto di 5 Comuni del Bolognese
- Catania: manifestazione contro l'apertura della sede di Casa Pound
- Banchetto di Leverano Casapound in piazza, volano pugni e parole grosse
- Perugia CasaPound, 47 accademici chiedono no alla manifestazione
- Modena Manifestazione Antifascista Violente cariche della polizia
- Modena venerdi 15 dicembre h.20.30: fermiamo il corteo neonazista!
- Forlì, in 500 al corteo dopo i tafferugli con Forza Nuova
- Blitz fascista, sit-in davanti a Repubblica e Espresso
- Bologna Montagnola, presidio e tensione E fra le fiaccole spunta CasaPound
- Milano, scontri tra militanti di Forza Nuova e antagonisti
- Como, marcia Pd dopo blitz skinheads. Boldrini: “Fronte comune”. Ma Salvini: “Vogliono immigrazione fuori controllo”
- Il blitz degli skinhead a Como, il questore blocca la contromanifestazione di Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia
6.12.17 Fascisti su Facebook, ecco i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web
18.11.17 Milano L'avanzata neofascista, l'estrema destra tra periferie e lotte interne
16.11.17 La violenza di CasaPound a Ostia
15.11.17 Tutti i soldi e le società di CasaPound e Forza Nuova: così si finanziano i partiti neofascisti
9.11.17 Ostia, le bugie di CasaPound su Roberto Spada e quegli affari della leader Chiaraluce
7.11.17 La bolla di Casapound ad Ostia e l’eccezionalizzazione dei fascisti
5.11.17 Forza nuova Holding 2: Così ha provato a piazzare anche un quadro di Gauguin
4.11.17 Forza Nuova Holding: dai dentisti ai compro-oro, il tesoro milionario dei "poveri patrioti"
2.11.17 Tartarughe frecciate e inquinamento nero
27.10.17 Ex Forza Nuova:"Ora vi spiego Fiore e a che servono le ronde"
26.10.17 L'alleanza nera degli ultras romani: il caso Anna Frank è solo l'ultimo episodio
15.10.17 Casa Pound Milano S.p.a. – reportage 1 Pivert
2.10.17 Esclusivo: anche Matteo Salvini ha usato i soldi rubati da Bossi
17.09.17 Gran Bretagna: La minaccia dell'estrema destra islamofoba
27.08.17 “Addestrati e armati”. I gruppi neonazisti spaventano l’Europa
26.08.17 Wu Ming La polizia contro Pasolini, Pasolini contro la polizia
24.08.17 «Lealtà e Azione» fa la sua comparsa anche a Bologna
23.08.17 Le Fantasie Virili Di Ludwig

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |

pubblicato il 30.10.12
Grecia. Criticano ministro per torture agli antifascisti: sospesi due giornalisti
·
Nuovo caso di incredibile censura in Grecia. Questa volta a farne le spese sono stati due giornalisti - Kostas Arvanitis e Marilena Katsimi ?? sospesi in tronco dalla tv ellenica Ert/Net (Televisione Pubblica Greca) per aver osato parlare durante la loro trasmissione delle accuse rivolte alla Polizia da una quindicina di manifestanti antifascisti. Che, in un??intervista al quotidiano britannico ??The Guardian??, avevano denunciato di essere stati torturati e minacciati all??interno di un commissariato di Atene dopo essere stati arrestati mentre manifestavano contro le continue aggressioni contro gli immigrati delle squadracce neonaziste di Chrisy Avghi. Aver dato voce alle denunce dei torturati e aver conseguentemente criticato l??operato del Ministro della Protezione del Cittadino (!) Nikos Dendias è costato molto caro ai due conduttori del programma ??L??informazione della mattina? immediatamente rimossi dalla direzione del canale tv pubblico. Una rappresaglia lampo quella contro i due cronisti che hanno evidentemente toccato un nervo scoperto.

Scriveva ieri pomeriggio Kostas Arvanitis sul suo blog: ??Abbiamo appena appreso che il direttore generale del settore informazione della ERT ha deciso di rimuovere me e Marilena Katsimi dal programma con effetto immediato?. L??appena nominato direttore della ERT, Aimilios Liatsos, non ha avuto neanche il fegato di annunciare direttamente ai due giornalisti la rappresaglia nei loro confronti. Poi però in una dichiarazione pubblica Liatsos ha accusato Arvanitis e Katsimi di aver aver violato il Codice Etico dei giornalisti per giustificare la loro sospensione.

Ma la verità, ormai evidente a molti, è che al Ministro Dendias non è andato proprio giù che i due abbiano informato i telespettatori che il suo dicastero ha intenzione non di indagare sull??operato dei propri uomini, ma di citare in giudizio nientemeno che il Guardian di Londra, ??colpevole?? di aver amplificato le denunce dei giovani antifascisti torturati e per ??aver diffamato la democrazia ellenica??. Citazione in giudizio che però, a molte settimane dalla pubblicazione del reportage da parte del giornale britannico, non è ancora avvenuta. Forse perché ?? hanno azzardato i due cronisti ?? gli esami condotti sui corpi degli arrestati da alcuni medici ??mostrano davvero i crimini commessi dai poliziotti contro di loro?. Eppure, hanno continuato i due ??il signor Dendias non ha alcuna intenzione di dimettersi?.

L'ultimo caso di censura, che ha già scatenato un coro di accuse e polemiche nei confronti della gestione autoritaria e di parte del servizio pubblico, è arrivato solo un giorno dopo l'arresto del giornalista Kostas Vaxevanis, colpevole di aver pubblicato sulla sua rivista ??Hot Doc? un elenco di 2059 possibili grandi evasori mai perseguiti dalle autorità di Atene.

30 Ottobre 2012

Fonte: contropiano

repressione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo