antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 14.03.12
Aggressione dentro l'Università di Catania
·
Aggressione dentro l'Università di Catania

Nei locali della nostra università succede di tutto, lo sappiamo, ma che si arrivasse anche a subire pesanti aggressioni fisiche è una delle cose che non avremmo mai voluto raccontare. Nel racconto ci limiteremo ad esporre solo i fatti, nudi e crudi, come sono accaduti, lasciando libertà al lettore di fare le deduzioni del caso.
Il teatro degli eventi è il dipartimento di Geologia, il cui corso di laurea ha, come ormai quasi tutti i corsi, un gruppo, sul social network Facebook (http://www.facebook.com/groups/50569906281), creato e gestito dagli studenti come risorsa di studio e per lo scambio di informazioni rapide e utili sul corso di laurea e sul dipartimento, nel quale come buona consuetudine chi lo amministra tiene a precisare che gli argomenti pubblicati devono riguardare solo ed esclusivamente la Geologia e l??università, per evitare, come è usuale su tale social network, che il gruppo stesso si trasformi in una bacheca priva di senso e utilità nel quale le informazioni, spesso le uniche in assenza di quelle ufficiali, possano essere nascoste da informazioni più o meno serie ma che esulano dagli intenti per il quale il gruppo nasce.
Accade che, intorno alla giornata del 10 febbraio, uno studente, che ricopre tra l??altro l??incarico pubblico di consigliere comunale nel comune di sua residenza, presenta nel suo profilo sullo stesso social network richiami al periodo fascista e citazioni di esponenti di tale periodo, inserisca in tale gruppo un video dedicato alla Giornata del ricordo, ricorrenza che cade in quei giorni. In seguito a tale pubblicazione, e coerentemente con quanto previsto dagli scopi del gruppo, diversi iscritti fanno notare che tale video esula dagli scopi del gruppo e nasce di conseguenza un nutrito dibattito, al quale, tra gli altri, partecipa anche uno studente laureando, il quale faceva notare allo studente l??incoerenza tra alcune sue affermazioni; il dibattito si conclude quando, nel rispetto delle linee guida del gruppo, un amministratore cancella il tutto, ribadendo gli scopi per il quale il gruppo stesso è stato creato.
Passate diverse settimane, lo studente laureando si trovava all??interno del dipartimento, all??uscita della biblioteca, per andare ad un incontro col proprio relatore, quando viene avvicinato dallo studente di cui sopra con fare minaccioso, il quale gli contestava il diritto di commentare le sue pubblicazioni; non essendo intenzionato a discutere oltre su un argomento che riteneva ormai datato, e avendo fretta di arrivare all??appuntamento col proprio relatore, lo studente laureando si allontana lasciando l??altro alle sue spalle. Accade però che nel momento in cui lo stesso si gira, viene aggredito dallo stesso con un colpo alla testa, e in seguito con spintoni e schiaffi, approfittando anche del fatto che il laureando fosse impedito nei movimenti da uno zaino e da una borsa contenenti computer e documenti per la tesi, che lo hanno inoltre sbilanciato, lasciandolo alla mercé dell??aggressore che, dopo averlo sbattuto con ripetuti colpi al volto contro la porta dell'ascensore, lo trascina a terra continuando a imperversare su di lui, passando dai pugni ai calci, avendo cura di assestarli sulla schiena dell??aggredito, dove è possibile procurare più danni. Il tutto termina quando tre studenti e colleghi presenti nella zona si schierano a protezione dello studente a terra, e un addetto dell??università allontana dalla zona l??aggressore, intento ancora ad inveire e minacciare anche da fuori l??edificio.
Lo studente è stato in seguito accompagnato al pronto soccorso dal proprio relatore.
Come detto all??inizio, questi sono solo i fatti, così come sono avvenuti, e anche se riteniamo vergognoso che tali eventi possano accadere all??interno delle strutture di ateneo, crediamo che sia compito della comunità accademica e delle sue istituzioni, dare un giudizio di merito e prendere provvedimenti adeguati.

R&P

http://www.movimentostudentesco.org/cultura-e-culture-universit%C3%A0-e-ricerca/aggressione-dentro-luniversit%C3%A0-di-catania

azioni_fasciste
r_sicilia


articolo precedente           articolo successivo