antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
"Niente spazi pubblici ai fascisti": patto di 5 Comuni del Bolognese
- Catania: manifestazione contro l'apertura della sede di Casa Pound
- Banchetto di Leverano Casapound in piazza, volano pugni e parole grosse
- Perugia CasaPound, 47 accademici chiedono no alla manifestazione
- Modena Manifestazione Antifascista Violente cariche della polizia
- Modena venerdi 15 dicembre h.20.30: fermiamo il corteo neonazista!
- Forlì, in 500 al corteo dopo i tafferugli con Forza Nuova
- Blitz fascista, sit-in davanti a Repubblica e Espresso
- Bologna Montagnola, presidio e tensione E fra le fiaccole spunta CasaPound
- Milano, scontri tra militanti di Forza Nuova e antagonisti
- Como, marcia Pd dopo blitz skinheads. Boldrini: “Fronte comune”. Ma Salvini: “Vogliono immigrazione fuori controllo”
- Il blitz degli skinhead a Como, il questore blocca la contromanifestazione di Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia
6.12.17 Fascisti su Facebook, ecco i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web
18.11.17 Milano L'avanzata neofascista, l'estrema destra tra periferie e lotte interne
16.11.17 La violenza di CasaPound a Ostia
15.11.17 Tutti i soldi e le società di CasaPound e Forza Nuova: così si finanziano i partiti neofascisti
9.11.17 Ostia, le bugie di CasaPound su Roberto Spada e quegli affari della leader Chiaraluce
7.11.17 La bolla di Casapound ad Ostia e l’eccezionalizzazione dei fascisti
5.11.17 Forza nuova Holding 2: Così ha provato a piazzare anche un quadro di Gauguin
4.11.17 Forza Nuova Holding: dai dentisti ai compro-oro, il tesoro milionario dei "poveri patrioti"
2.11.17 Tartarughe frecciate e inquinamento nero
27.10.17 Ex Forza Nuova:"Ora vi spiego Fiore e a che servono le ronde"
26.10.17 L'alleanza nera degli ultras romani: il caso Anna Frank è solo l'ultimo episodio
15.10.17 Casa Pound Milano S.p.a. – reportage 1 Pivert
2.10.17 Esclusivo: anche Matteo Salvini ha usato i soldi rubati da Bossi
17.09.17 Gran Bretagna: La minaccia dell'estrema destra islamofoba
27.08.17 “Addestrati e armati”. I gruppi neonazisti spaventano l’Europa
26.08.17 Wu Ming La polizia contro Pasolini, Pasolini contro la polizia
24.08.17 «Lealtà e Azione» fa la sua comparsa anche a Bologna
23.08.17 Le Fantasie Virili Di Ludwig

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |

pubblicato il 18.06.09
Dossier su Portella della Ginestra
·
Comunicato stampa e Dossier degli storici Casarrubea e Cereghino su
Portella della Ginestra

PORTELLA DELLA GINESTRA:
LA STRAGE FU LA MICCIA DI UN TENTATO GOLPE VOLUTO DAGLI USA E AFFIDATO A CARABINIERI E NEOFASCISTI

E' il governo degli Stati Uniti d'America l'artefice della strategia della tensione in Italia. Nell'autunno '46, il presidente Truman autorizza un colpo di Stato per instaurare una 'dittatura militare' affidata all'Arma dei carabinieri, con l'obiettivo di mettere fuori legge il Pci di Togliatti. L'esecuzione del piano golpista e' commissionata alle squadre armate neofasciste che in Sicilia, il 1' maggio '47, mettono in atto la strage di Portella della Ginestra (12 morti e 27 feriti), ovvero la miccia che dovra' innescare la reazione anticomunista. I finanziamenti arrivano in abbondanza dall'Argentina del presidente Juan Peron. Si tratta del celebre 'oro nazista', gestito dall'Internazionale nera di Bormann e Skorzeny e da un 'governo provvisorio fascista' con sede a Buenos Aires.

Sono queste alcune delle tesi di Tango Connection (Bompiani, pp. 208, euro 9), in libreria a partire da mercoled' 18 aprile. Per realizzare il volume, Giuseppe Casarrubea e Mario J. Cereghino hanno consultato migliaia di documenti americani, inglesi, italiani e sloveni. In particolare, quelli dell'intelligence londinese (MI5) e del Servizio informazioni e sicurezza (Sis).

'Il quadro che affiora dai nostri studi ' a dir poco sconcertante - spiegano gli autori - I rapporti Sis parlano chiaro: sono il Comando militare e l'intelligence statunitensi a dare il via all'operazione golpista tra l'ottobre e il novembre '46. Gli americani temono che comunisti e socialisti possano vincere democraticamente le prime elezioni politiche dalla caduta del fascismo (che poi si svolgeranno il 18 aprile '48). Non a caso, ' in questo periodo che nasce l'Unione patriottica anticomunista (Upa), un'organizzazione clandestina capeggiata da generali e colonnelli dei carabinieri (Messe, Pi'che, Laderchi) e manovrata occultamente da James J. Angleton, la superspia che vedremo interpretata da Matt Damon nel film di Robert De Niro L'ombra del potere, sugli schermi italiani tra qualche giorno. Gli 007 londinesi segnalano con preoccupazione i contatti tra agenti americani, eversione nera e personalit' dello Stato italiano come, ad esempio, il capo della polizia. Nei rapporti, si fanno espliciti riferimenti all''incidente' e al 'lago di sangue' che daranno il via al golpe militare'.

'Ma sono soprattutto le carte britanniche sul neofascismo italiano, desecretate nel 2006, che ci permettono di comprendere il dietro le quinte di quei mesi terribili. Si parla, ad esempio, del colonnello Charles Poletti, il capo dell'Amgot tra il '43 e il '45. Nel giugno '47 arriva in Italia 'in missione speciale per conto del governo americano' per assicurare armi e denaro alle squadre armate anticomuniste. L'alleanza sotterranea tra intelligence Usa e neofascismo si concretizza anche sul confine orientale, dove gli agenti statunitensi non esitano a scendere a patti con gli ex repubblichini per fronteggiare la 'minaccia comunista' incarnata dal maresciallo Tito. Dai documenti emergono inoltre i finanziamenti clandestini elargiti dalla Banca Nazionale dell'Agricoltura e dalla grande industria ai gruppi paramilitari neofascisti'.

'E' in questo contesto che si colloca l'azione terroristica di Salvatore Giuliano. Il suo gruppo ' uno squadrone della morte agli ordini dei Fasci di azione rivoluzionaria (Far) di Pino Romualdi, delle Squadre armate Mussolini (Sam) e della Decima Mas di Junio Valerio Borghese. I documenti del controspionaggio Usa (da noi ritrovati nel 2005 presso gli Archivi nazionali di College Park, Maryland) rivelano che i contatti tra Sal' e Giuliano risalgono all'estate '44, quando un commando nazifascista inizia a operare sulle montagne tra Partinico e Montelepre per addestrare militarmente gli uomini della banda'.

'Abbiamo sintetizzato i punti salienti delle nostre ricerche in un dossier di 40 pagine - concludono Casarrubea e Cereghino - che l'avvocato Armando Sorrentino presenter' la prossima settimana alle procure della Repubblica di Palermo (strage di Portella, di cui ricorre il sessantesimo anniversario tra pochi giorni) e di Milano, per quanto riguarda i rapporti inglesi sulla Bna'.

'Molti dei protagonisti di quella stagione nera godono ancora di ottima salute. Il reato di strage non e' soggetto a prescrizione. Gli eccidi siciliani sono da ricondurre a un disegno eversivo unico che va dalla strage di Alia (settembre '46) alle esecuzioni di Li Puma, Rizzotto e Cangelosi, dirigenti sindacali assassinati tra il marzo e l'aprile '48. ' in quei diciotto mesi che ' messo a punto il prototipo stragista che tanti lutti provochera' nei decenni successivi, da Piazza Fontana ('69) alla strage di Bologna ('80)'.


Palermo, 16 aprile 2007


il Dossier U.S.A, eversione nera e guerra al comunismo in Italia 1943-1947 in formato pdf


Info:
Giuseppe Casarrubea: 091.8907124 - 349.7326198
icasar@tin.it
Mario J. Cereghino: 338.4257736
mariocereghino@hotmail.com

http://www.legambientepartinico.it/casar.htm
http://montagna-longa.noblogs.org/post/2006/05/05/dossier-di-giuseppe-casarrubea-e-mario-j.-cereghino-stati-uniti-eversione-nera-e-guerra-al-comunismo-in-italia-1943-1947

materiali storici
r_sicilia


articolo precedente           articolo successivo