antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 14.04.09
Storia di due fascisti: da presunti assassini a predicatori.
·
Nasce sul finire di un anno fa il comitato "Calcio e Società", il cui promotore è proprio Guido Zappavigna, ex ultrà uno dei capi dei BOYS insieme a quell'altro fascistone Mario Corsi (entrambi ora speker radiofonici), consigliere circoscrizionale per Alleanza Nazionale in XII circoscrizione, accusato per l'omicidio di Fausto e Iaio, fra gli indiziati della strage di Bologna, sempre insieme a Corsi.
E' curioso e insieme darammaticamente comico vedere che ad oggi questi stessi personaggi si occupino di un problema come quello della violenza negli stadi.

http://www.radioradicale.it/scheda/265852/intervista-a-guido-zappavigna-...

http://www.radioradicale.it/scheda/265858/presentazione-del-comitato-cal...

Le estreme destre sono passate negli ultimi anni dalla parte della barricata più legalizzata e trasparente, il fronte ufficiale del nuovo fascismo in doppiopetto.
Da teppisti di stadio, come suggerì con anticipo, in apparente preveggenza Boccacci che vide nelle masse di tifosi un bacino elettorale e politico per numero e vuoto ideologico da crescere come coltura per gli anni successivi, cioè quelli che viviamo adesso. Con Fiore, Corsi, Zappavigna, Forza Nuova vari gregari e consorelle sparsi sul territorio.
Ma vediamo, in una breve ricognizione storica, chi sono questi personaggi, entrati alla chetichella nel gotha più fangoso della politica e dell'informazione.

Guido, cugino di Paolo (morto nel 2005 in un incidente stradale) era dirigente di "Lotta al sistema", un movimento di estrema destra attivo negli anni settanta e ottanta. Fu indagato per la strage di Bologna e coinvolto persino nelle indagini sull'assassinio di Fausto e Iaio a Milano e poi risultato estraneo ai fatti. Per altro, tra le persone maggiormente sospettate di aver ucciso Fausto e Iaio c'e' Marione Corsi: un altro estremista di destra, un altro ultras della Roma, oggi animatore di programmi radiofonici dedicati ai tifosi giallorossi. Anche Guido e' stato un leader dei Boys, ha fatto politica nelle istituzioni (consigliere del MSI all'Eur di Roma) ma non e' entrato in AN alla svolta di Fiuggi. Ora e' uno di quelli che con il tifo ci guadagna: la sua pizzeria "Bella Pizza" a via Vetulonia e' ritrovo di tifosi (soprattutto di quelli che cercano il folklore dei Boys mentre mangiano una margherita). Bella Pizza e' anche un "centro servizi" a disposizione dei tifosi: i biglietti per l'ultimo derby della solidarieta', per esempio, si vendevano alla pizzeria di Guido.

I cugini Zappavigna, infatti, sono stati tra i pionieri della commercializzazione del tifo giallorosso, pratica radicalmente respinta da altre componenti del tifo romanista. Guido ha creato la societa' "Un Amore Infinito", che vende il merchandising della Roma e organizza le trasferte in Italia e all'estero per i Boys di Paolo: i "servizi" per il tifoso, appunto.

____________________________________________________

Sull’estrema destra romana

Pubblichiamo questa richiesta di proseguimento delle indagini per l’omicidio di Fausto e Iaio (due compagni del C.S. Leoncavallo uccisi a Milano nel 1978), perché fornisce uno spaccato di quello che è stato e di quello che in parte ancora è l’estrema destra a Roma. Ci riferiamo per esempio a Guido Zappavigna consigliere circoscrizionale per Alleanza Nazionale in XII circoscrizione, nonché ex- (o ancora) uno dei capi dei BOYS un gruppo nazi ultras della Roma, nonché titolare della ultra-pubblicizzata pizzeria Palla al Centro insieme a Bruno Petrella altro fascistone (laziale). Ma soprattutto MARIO CORSI che dopo essere stato imputato dell’uccisione di Ivo Zini, ucciso mentre leggeva L’Unità in una bacheca di Via Appia nel 1978, e che poi dopo qualche anno di rifugio in Inghilterra, insieme ad altri suoi camerati (come Fiore che organizza un milionario business con la sua agenzia Easy London, dove i metodi nazi vengono perpetuati). MARIO CORSI è poi tornato a Roma ha guidato i BOYS nella loro ascesa durante la presidenza della A.S. Roma dell’altro fascistone Giuseppe Ciarrapico che mentre portava allo sfascio la squadra e la società, elargiva potere e denaro ai suoi camerati, tra questi, in prima fila, Mario Corsi detto MARIONE che oggi conduce una delle più ascoltate trasmissioni sulla Roma (a Radio Incontro) e con fare innocente e simpatico tra un inno nazionale ed un accenno a Che Guevara e a quei ragazzi che ingannati dai politici si sono sparati per strada anni fa... continua impunito la sua opera dedicando ad esempio canzoni al NAR Kapplerino quando è morto l’altr’anno durante una rapina (ultimamente si è separato dal suo partner Bruno Ripepi (neanche a dirlo ex consigliere del MSI in XII) la coppia è caduta in disgrazia ed ha divorziato dopo che la A.S. Roma ha denunciato i due per un giro di estorsioni contro la società che "ricattavano" potendo gestire tramite il loro programma radio gli umori di una parte della tifoseria, con un loro rendiconto economico, naturalmente, il CORSI infatti gestisce anche il PUNTO ROMA di Via Angelo Emo 59 (sempre nella "sua" Prati) da dove elargisce abbonamenti, introvabili biglietti di Curva Sud, trasferte, gadgets etc. Per non dimenticare MAI chi realmente è il simpatico MARIONE...

Guido Salvini sta conducendo altre importanti inchieste sulla strategia della tensione e come molte altre inchieste di questo tipo sulle stragi questo anno dovranno tirare le conclusioni come tutte le altre che sono state iniziate con il vecchio codice. Se sommiamo a questo il fatto che la Commissione parlamentare Stragi è in fase di conclusione dei lavori deduciamo che la coincidenza di questi avvenimenti avrà un grosso impatto politico e mediatico. Ebbene non vogliamo che a questo il movimento arrivi impreparato, cioè che non ci arrivi esclusivamente con la conoscenza di quello che con la controinformazione siamo riusciti a capire ed interpretare in questi anni. Ormai moltissimo è dato sapere come fatto accertato e non più solo come ipotesi questo sia dalla declassificazione di molti documenti degli archivi CIA, sia da ciò che era rimasto dell’archivio di Gladio e dal resto del milione di pagine nell’archivio della Commissione Stragi sia perché molte indagini e molti processi sono arrivati al termine ed un imponente quantità di materiale, di documenti riservati è divenuta nota. In breve ciò che la controinformazione dei movimenti di lotta degli anni settanta aveva fortemente sostenuto, ossia che la strategia della tensione, la tremenda sequenza di stragi impunite e di operazioni coperte dei servizi segreti e tentativi di golpe siano state messe in piedi portate alle estreme conseguenze per impedire mutamenti politici e sociali a favore della classe lavoratrice. Ebbene tutto questo ne esce non solo confermato nell’impianto generale, ma adesso possiamo leggere molti documenti ed ascoltare le ammissioni e mezze ammissioni (di Cossiga e Andreotti ad esempio) che beatamente ammettono che il governo e gli intelligence degli USA mai avrebbero permesso che i comunisti giungessero al governo, e che anche in caso di un risultato elettorale loro positivo si sarebbe arrivati comunque ad una presa del potere violenta da parte dei militari o dei gruppi paramilitari (come Gladio) sotto l’egida della DC. E moltissimi altri documenti e dichiarazioni in questi ultimissimi anni sono divenuti noti e forniscono un quadro molto più dettagliato e documentato.

Fonte: Indy Lombardia

documentazione
news


articolo precedente           articolo successivo