antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 1.03.09
Nasce a Brescia la Rete antifascista provinciale
·
Nasce a Brescia la Rete antifascista provinciale
venerdì 27 febbraio 2009
(red.) E' nata a Brescia la Rete antifascista provinciale, "dall'aggregazione di diverse realtà locali e da singoli cittadini attivi sul territorio per reagire alla riorganizzazione e alla sempre maggiore aggressività espressa dal fascismo, sia istituzionale che extraparlamentare, e che si evidenzia in eventi preoccupanti registrati sul territorio provinciale", come si definisce da un comunicato.
Nell'atto di presentarsi al pubblico, la rete cita episodi di "apparizioni dei filo-nazisti di Forza Nuova a Rovato" nel 2007 e un "clima di forte intimidazione legato al riemergere dell'estrema destra anche nella provincia". In Franciacorta, "alcuni militanti antifascisti rovatesi hanno subito delle pesanti minacce, che sono arrivate all'uso delle armi da fuoco, con alcuni spari contro la vetrina del negozio di persone attivamente impegnate, in particolare, nel promuovere iniziative insieme al Tavolo della pace della Franciacorta". Nella Bassa "Ghedi è stata protagonista del tentativo da parte dell'organizzazione neofascista Casa Pound Italia Brescia di occupare una cascina". Anche in città, secondo la rete "si verificano aggressioni e intimidazioni nei confronti di ragazzi rei di avere un abbigliamento o aspetto di sinistra". Oltre che casi di scritte su muri "contro gli immigrati, inneggianti alla Repubblica sociale di Salò e alla strage di piazza della Loggia".
Gli attivisti dichiarano che "dal punto di vista culturale e politico la situazione è altrettanto allarmante: politiche securitarie, mancanza di diritti, revisionismo storico e uso politico della storia che legittima il neofascismo. Anche a Brescia, con la giunta Rolfi-Paroli, assistiamo a
brindisi leghista con spumante sulle macerie del campo rom di via Girelli; alla proposta discriminatoria e razzista di dare un bonus bebè solo ai figli di genitori italiani; alla commemorazione neofascista delle foibe in piazzetta Benedetti Michelangeli, tra fiaccole e saluti romani; a convegni propagandistici organizzati dall'associazione nazionalista e irredentista Anvgd o iniziative pseudo-culturali che celebrano il fascismo a cura del Laboratorio Area 27. Addirittura l'autunno scorso, in occasione della giornata mondiale in ricordo delle vittime di violenza e discriminazione delle persone transessuali e transgender, abbiamo assistito al rifiuto da parte dell'amministrazione comunale bresciana di consentire l'uso di uno spazio pubblico chiesto dall'associazione Lily Elbe per esporre un’opera commemorativa. Questo solo per citare i casi più allarmanti".
Secondo gli attivisti, questi episodi "creano terreno fertile per ulteriori aggressioni, intimidazioni, anche non dichiaratamente politiche: ultimo solo in ordine di tempo è il caso di Mohamed Chamrani, l'uomo marocchino ucciso il 19 ottobre 2008 da tre ragazzi che prima lo hanno aggredito e poi lasciato annegare nelle acque del Garda".
Quindi, "per reagire a tutto ciò questa rete unisce gli sforzi di realtà già radicate e promotrici di iniziative di carattere politico e culturale, come Il Tavolo antifascista della Franciacorta e il Coordinamento antifascista della Bassa Bresciana. A questi si aggiungono i nascenti coordinamenti di
Val Trompia, Garda-Valsabbia e Brescia città - hinterland. Tutti organismi che sentono la necessità di rilanciare nell'agenda politica e rispondere sul campo a questi fatti estremamente preoccupanti quali aggressioni, intimidazioni, occupazioni, attacchi ai diritti, alle libertà e un bieco revisionismo storico. Un ruolo quindi di denuncia, ma non solo. Ci impegniamo a promuovere e a valorizzare quella memoria storica che ci contraddistingue. Quella che dal primo esempio di lotta antifascista - gli Arditi del popolo - ad oggi, ha unito intere generazioni nella lotta contro la violenza, l'arroganza e la sopraffazione che da sempre il fascismo mette in atto e consolida con il beneplacito del potere".
Secondo gli antifascisti, "altro aspetto fondante è il controllo del territorio, necessario per colmare quel vuoto istituzionale che lascia campo libero alla presenza di squadristi organizzati, balordi che si rifanno al simbolismo fascista, eventi apologetici del fascismo storico o del neofascismo.
Un richiamo anche a tutti i cittadini e alle istituzioni a non tollerare più il fascismo, anche se nella sua declinazione "da bar" o "da stadio" ".
Infine, la Rete vuole anche "sollecitare alle proprie responsabilità antifasciste le associazioni, le istituzioni e gli enti che tali si definiscono. E
collaborare nella difesa della costituzione italiana, nata dalla resistenza, grazie al sacrificio dei partigiani. Un nuovo attivismo, quindi, coordinato e radicato sui territori, per produrre antifascismo culturale, politico, militante".

http://www.quibrescia.it/index.php?/content/view/10375/1/

news
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo