antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 10.01.09
Saluti romani per Acca Larentia
·
Saluti romani per Acca Larentia
Laura Mari e Laura Serloni
Il sindaco: "Una via per ricordare i tre ragazzi uccisi". Ed è scontro
Croppi: strada dedicata ai martiri. Nel pomeriggio arrivano trecento neofascisti

L´omaggio istituzionale, di mattina, del sindaco Gianni Alemanno e dell´assessore alla Cultura Umberto Croppi alla strada del Tuscolano che gli amministratori di An vogliono trasformare in "Via dei Martiri di Acca Larentia". Poi, alle sei di pomeriggio, sotto la pioggia battente, il saluto romano di trecento neofascisti schierati al grido di «Camerati, sull´attenti!».
Ieri ricorreva il 31esimo anniversario della morte di tre giovani del Fronte della gioventù uccisi a via Acca Larentia. E c´erano cinque tricolori sventolanti ma, sulla porta della vecchia sezione missina, anche una grande bandiera nera con il simbolo della croce celtica. Davanti a quella porta, a quella croce e, soprattutto, alla lapide commemorativa, si sono fermati il sindaco e il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. Poi, qualche ora più tardi, i militanti di destra di Area Identitaria e Casa Pound, che non hanno rinunciato a rendere omaggio ai caduti con il saluto romano.
L´anno scorso aveva partecipato alla commemorazione in veste di presidente della federazione romana di An. Ieri, invece, Gianni Alemanno è tornato a via Acca Larentia come primo cittadino. Per la prima volta, dunque, un sindaco di Roma ha deposto una corona di fiori dove il 7 gennaio 1978 i giovani militanti di destra Franco Brigonzetti e Francesco Ciavatta furono assassinati a colpi di mitraglietta da estremisti di sinistra e, qualche ora più tardi, il giovane Francesco Recchioni fu ucciso da un carabiniere durante gli scontri con le forze dell´ordine. Una celebrazione composta, quella della mattina. Senza saluti romani né cori. Solo un gruppetto di giovani, giacca nera North Face e jeans, intorno al sindaco e a presidiare la vecchia sede di quartiere dell´Msi.
«I tre giovani morti nella strage di Acca Larentia meritano giustizia - ha precisato Alemanno - negli anni �70 si negava il terrorismo di sinistra, ma è arrivato il momento di ricordare anche le vittime della violenza rossa ed è per questo che intendo intitolare una strada ai tre giovani dell´Msi uccisi nella strage di Acca Larentia. Perché con le stesse mitragliette con cui furono uccisi - ha concluso il sindaco - i militanti delle Br uccisero in seguito tanti esponenti politici».
Parole ribadite anche dal ministro della Gioventù Giorgia Meloni che, dopo aver deposto una corona di fiori, ha precisato: «Tutti quei giovani italiani caduti per mano della violenza politica, di ogni colore, non sono martiri di un partito o di una fazione, ma dell´Italia intera». Per l´assessore Croppi, «entro l´anno si può sostituire il nome di via Acca Larentia con "Via dei Martiri di Acca Larentia". Si potrà deliberare quando si riunirà la prossima commissione toponomastica e per il prossimo anniversario potrebbe esserci la nuova targa».
Poi, a sera, al grido di «presente» ripetuto tre volte e con il saluto romano teso verso la lapide, circa trecento persone, giovani e vecchi nostalgici, hanno partecipato alla cerimonia organizzata dalla sezione Acca Larentia del nucleo Area Identitaria Romana, movimento di destra vicino ad An, alle 18 in punto, ha «reso onore ai camerati», nel giorno della commemorazione dei tre attivisti del Msi uccisi 31 anni fa al quartiere Appio-Tuscolano.
In centinaia tra famiglie, abitanti del quartiere e non, hanno partecipato e assistito in fila di fronte alla sezione, alla cerimonia. Nei tre punti dove nel 1978 anni fa sono morti i giovani attivisti, i membri della sezione hanno affisso un manifesto che raffigura una rosa nera bagnata da una goccia di sangue, con la scritta: "Ore 18, presente!".
Dalle fila dell´opposizione si sono levate proteste all´idea di intitolare una strada ai "martiri di via Acca Larentia". Paolo Masini, consigliere comunale del Pd, ha detto: «Trovo la proposta di Alemanno avvilente per una città medaglia d´oro della Resistenza. Chiedo che il sindaco di Roma prenda finalmente e definitivamente le distanze da tutto questo».
(08 gennaio 2009)

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Saluti-romani-per-Acca-Larentia/2055927/6




09/01/2009 - Roma
Neofascismo. Carla Verbano: Anche il sindaco per ricordare Valerio
Dopo le commemorazioni per la strage di Acca laurentia, la sezione dell'Msi nella quale un commando nel gennaio 1977 uccise tre militanti missini, e la partecipazione del sindaco Gianni Alemanno, è intervenuta Carla Verbano madre di Valerio giustiziato da un commando dei Nar nel 1980. «Per quanto riguarda il 22 febbraio sto pensando alla presenza di Alemanno, ma quello è il suo giorno e non voglio che non succeda nulla». «Quel giorno, di pomeriggio ci saranno anche i ragazzi che ricorderanno mio figlio ecco perchè sto pensando alla possibilità che il sindaco partecipi, magari la mattina» ha concluso Carla Verbano.
(09/01/2009)

http://www.agenziami.it/ultime/10024/Neofascismo+Carla+Verbano+Anche+il+sindaco+per+ricordare+Valerio/

news
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo