antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 15.09.08
Apparentemente sembrerebbe l'ennesima diaspora - di Saverio Ferrari
·



Apparentemente sembrerebbe l'ennesima diaspora


Saverio Ferrari

Apparentemente sembrerebbe l'ennesima diaspora. Ad alimentarla qualche giorno fa l'uscita dal Movimento sociale-Fiamma tricolore di Giuliano Castellino, commissario della federazione romana e leader di Casa d'Italia Prati. L'ultima in ordine di tempo. Prima di lui se ne era già andato nei mesi scorsi Mario Epifani, componente della segreteria nazionale, e a maggio era stato espulso Gianluca "Boccia" Iannone, per aver occupato con altri camerati la direzione nazionale in dissenso con il dispotismo del segretario del partito Luca Romagnoli.
Con Iannone era fuoriuscita dalla Fiamma tricolore anche l'"ala movimentista", rappresentata dal Blocco studentesco, l'organizzazione fortemente presente a Roma nelle scuole medie superiori (raccolse diecimila voti, ben il 25%, nelle ultime elezioni per il rinnovo delle consulte provinciali studentesche), e soprattutto da Casa Pound, il più noto centro sociale di destra presente in Italia. A livello nazionale diverse federazioni cominciavano, a loro volta, a entrare in fibrillazione.
All'origine dei contrasti l'insoddisfacente risultato nelle politiche dello scorso aprile, ottenuto in alleanza con La Destra di Francesco Storace e Daniela Santanchè, un 2,4% che non aveva portato nessuno in Parlamento. Da allora, la fine di questa convivenza politica e l'avvio nella Fiamma, come conclamato in alcuni comunicati, di «un nuovo percorso politico» all'insegna di «un rilancio all'interno del centrodestra», data la necessità «di trovare la via migliore per dare continuità alla nostra storia». Il nodo era come collocarsi nel futuro, soprattutto da un punto di vista elettorale, allacciando un'interlocuzione con il Popolo della libertà. Ma ciò che non veniva escluso era anche di «valutare le condizioni per un'eventuale adesione». Ben oltre un accordo tecnico. L'inizio possibile di una confluenza.
Veniva successivamente promossa una consultazione degli iscritti attraverso riunioni regionali, convocando a Roma per fine giugno un'assemblea nazionale. L'esito, sintetizzato in una dichiarazione ufficiale del segretario nazionale, ribadiva il progetto, convocando un congresso, che si svolgerà nei prossimi mesi, per approfondire e praticare la nuova linea politica. All'assemblea, tenutasi al Jolly Hotel Villa Carpegna, partecipava anche, con un applaudito intervento, Stefano Zappalà capo delegazione di Forza Italia al Parlamento europeo.
Cominciano da allora gli scontri interni, le espulsioni e gli abbandoni in direzioni assolutamente opposte e divaricanti. Da un lato, Giuliano Castellino, un tempo passato alle cronache per la sua militanza nella tifoseria degli ultras romanisti e in Base autonoma, oltre che per alcune disavventure giudiziarie (era stato in un primo tempo accusato, poi prosciolto, per aver partecipato all'attentato antisemita al cinema Nuovo Olimpia, nella notte del 25 novembre 1999, dove si proiettava un film sul criminale nazista Adolf Eichmann), già disponibile ad anticipare tutti entrando fin da subito nel processo costituente del Pdl. Le sue dichiarazioni di fine agosto non lasciano dubbi: «Da tempo chiedevamo al partito di posizionarsi con il Pdl. Con la vittoria di Berlusconi e Alemanno per l'Italia e la sua Capitale è iniziata una nuova era». Il suo ingresso e quello del suo gruppo in Alleanza nazionale, come primo passaggio, sembrerebbe scontato. Dall'altro lato, invece, Gianluca Iannone, il Blocco studentesco e alcuni pezzi della Fiamma tricolore, decisamente avversi a questa traiettoria politica, pronti a rilanciare attraverso la costituzione di Casa Pound Italia una nuova soggettività tutta antagonista e movimentista. Una frattura storica nella destra radicale italiana con la fine di antichi sodalizi. Si pensi al telegramma di espulsione dalla Fiamma tricolore di Gianluca Iannone ufficialmente richiesto dal responsabile nazionale dell'organizzazione Maurizio Boccacci, fondatore del Movimento Politico e di Base autonoma, o a Piero Puschiavo, l'animatore del Veneto fronte skinheads, oggi nella segreteria nazionale a fianco di Luca Romagnoli.
I riflessi di questa scomposizione si sono fatti pesantemente sentire anche in altre realtà. A Milano, dove il progetto di Cuore nero, nonostante il recente tentativo di rilancio, ha subito qualche battuta di arresto con la perdita di alcune componenti, in un clima da rissa, più volte sfiorata, come nel luglio scorso a Rho, quando si è preferito, rispetto al programma, far esibire alcuni gruppi musicali di nazirock in serate diverse, schierati come erano, con tanto di supporter, su sponde opposte.
Quale partito nascerà con il Popolo della libertà è lecito domandarselo. Gruppi organizzati di neofascisti vi stanno ufficialmente aderendo senza voler rinunciare alla propria identità. «Senza abiure o ripensamenti ideologici», come è stato detto. Luca Romagnoli, segretario nazionale oltre che parlamentare europeo della Fiamma, non più di tre mesi fa propose a Strasburgo per affrontare l'"emergenza nomadi", la «creazione di uno stato Rom, magari in un'area dell'est europeo». Prima di lui, nel 1939-40 in Germania, una proposta analoga era stata avanzata per risolvere "il problema ebraico" con la deportazione di massa nel Madagascar. Gira e rigira, in quanto a idee, siamo sempre lì.

14/09/2008

Da Liberazione del 14 settembre 2008
http://www.liberazione.it/

documentazione
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo