antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.04.08
Modena: corteo antifa il 25 aprile
·

25 aprile 2008 corteo a modena. Contro l’imperialismo, contro il fascismo.

Ritrovo ore 15 piazzale stazione F.S.

Il 25 aprile il CAM torna in piazza con un corteo che sfilerà per la città di Modena, portando alla luce alcune delle contraddizioni che la caratterizzano. Abbiamo individuato due parole chiave per questo corteo che sono ANTIMPERIALISMO E ANTIFASCISMO, perché riteniamo che la classe politica che governa Modena, tutta parte di quello che una volta era il PCI da sempre al governo, sia complice delle guerre che l’Italia sta portando avanti in tutto il mondo e, in maniera molto più forte, complice nel ridare spazio a
forze che si rifanno al fascismo come Azione Giovani, la Destra, Fiamma Tricolore e Forza Nuova, quest’ultima cacciata dalla città grazie a tutti i compagni che si sono attivati per rimandarla nel suo posto, cioè la fogna.

ANTIMPERIALISMO

E’ giunto il momento per tutti di diventare parte attiva della lotta contro le guerre imperialiste, cominciando a lanciare nelle proprie città, dove sono presenti luoghi che contribuiscono a tali guerre, campagne di denuncia e boicottaggio, sit-in e iniziando a collaborare con quelle comunità che rappresentano popolazioni in resistenza contro il neocolonialismo.

Nella nostra città sono presenti due punti sensibili che contribuiscono a queste guerre neo-coloniali: uno è l’accademia militare, da sempre luogo che forma i futuri generali dell’esercito italiano e di tutto il mondo, come quelli che sono al comando delle operazioni militari in Afghanistan e lo sono stati in Iraq e oltre a questo, durante il ventennio fascista, è stato luogo nel quale venivano rinchiusi, interrogati, torturati e condannati a
morte i compagni partigiani e non, che partecipavano alla resistenza per la liberazione dell’Italia; il secondo è l’ università di Modena che, con studi e progettazioni, collabora con industrie che fabbricano armi e strumenti per la guerra, (più in specifico sistemi di lancio dei missili) alimentando gli eserciti di tutto il mondo.

Al corteo propaganderemo i contenuti della campagna di boicottaggio della Fiera del libro di Torino, che come ospite avrà Israele, lanciando la data del 10 maggio, giorno in cui si terrà il corteo finale, attraverso la distribuzione di materiale informativo.

ANTIFASCISMO

Il progressivo allontanamento della attuale classe politica da ogni visione positiva della resistenza antifascista e l’ancora attuale paura dei valori comunisti, ha fatto si che forze che si rifanno all’ideologia mussoliniana, abbiano avuto occasione di riorganizzarsi in partiti politici, andando contro la Costituzione italiana molto chiara nella condanna dell’apologia e ricostituzione di partiti che si ispirano al fascismo.

FORZA NUOVA, FIAMMA TRICOLORE, ALLEANZA NAZIONALE, LA DESTRA, sono solo alcuni di quei partiti che si sono ricostituiti.
Il percorso da intraprendere è quello di una lotta antifascista militante per riappropriarsi di quei luoghi di aggregazione e militanza che storicamente sono stati dei compagni.

E’ inoltre importante portare alla luce come la borghesia italiana utilizzi questi personaggi per i sui sporchi interessi.

E’ anche grazie alla vigilanza dei compagni che a Modena la presenza di queste forze è sopita, poco appariscente, ma niente affatto inesistente. Per questo è importante approfondire la conoscenza della storia e dello specifico ruolo del fascismo nell’ostacolare lo sviluppo della lotta di classe.

Sono idee che accompagnano l’estendersi della cultura di destra quelle come l’amore per la presenza forte dello stato nel controllo della società, l’idea che lo stato deve stabilire cosa sia giusto in merito alla procreazione, stabilire quali siano i gusti sessuali appropriati; queste idee, accompagnate dalla diffusione della paura, della cultura del sospetto, della diffidenza per chi viene da altri paesi, professa altre religioni, vive stili di vita non idonei allo sfruttamento capitalista, rappresentano l’apripista ideale all’idea fondamentale di una umanità eternamente infantile, che necessita di una guida paternalistica e severa.

Lo sentiamo spesso: “governi che sappiano decidere”, “tolleranza 0 è uguale a intolleranza”, ci avete mai pensato?

Il corteo cadrà nella settimana successiva alle elezioni politiche, e questo fatto non andrà a influenzare le caratteristiche basilari dell’iniziativa, perché riteniamo che chiunque vada a governare debba essere oggetto di conflitto sociale da parte delle classi subalterne. Questo perché se è vero che se vincesse il Pdl lo scontro, oltre che su ambiti sociali, si sposterebbe anche su tematiche di carattere più marcatamente antifascista, considerando l’ispirazione di cui già si è detto di alcune componenti
interne allo schieramento, è altrettanto vero che se vincesse il PD lo scontro sarebbe prevalentemente di ambito sociale, visto che, come ha dimostrato l’ultimo governo, anche se si definiscono forze di sinistra, politiche di sinistra non ne fanno, anzi vengono portate avanti politiche chiaramente di tendenza destrorsa e reazionaria.

All’interno del corteo, vogliamo mettere in evidenza anche le politiche di controllo che promuovono coloro che governano la città; infatti anche se vengono presentate come scelte neutre, in pratica la militarizzazione e la video sorveglianza, tendono a diffondere l’idea della totale delegittimazione dell’individuo, attraverso un costante controllo dei suoi movimenti. Se sbagli anche per una semplice infrazione al codice della strada, perché ti sei ubriacato o ti sei fatto qualche canna, devi subire una forte repressione, perché comunque sei un pericolo per gli altri, non
sei normale e le istituzioni debbono correggerti.

E’ in questo clima che passa senza scalpore un’infamia come l’istituzione dei Cpt, che è un chiaro ritorno alla logica dei lager: infatti Himmler conferì ai lager lo status di “unità amministrative legalmente indipendenti sottratte al codice penale ed ai comuni procedimenti giudiziari”. E chiunque conosca la legislazione riguardante i Centri di Permanenza Temporanea sa bene che giuridicamente ricadono perfettamente nella definizione di Himmler.
Questo prescinde in modo straordinario dal fatto che a crearli è stata proprio la classe politica di centro sinistra.
Per questo crediamo che nella lotta al fascismo, si renda necessario smascherare quanta strada ha fatto la cultura di destra, la cultura perbenista della reazione, la cultura fascista della repressione, in questi che, forse impropriamente, possiamo definire “ex compagni”, persone che governano la nostra e tante altre città.

C.ollettivo A.utonomo M.odenese

25aprile2008
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo