antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.12.07
2007/12/22 Bologna Presidio antifa
·

No al fascismo e alla xenofobia!

Sabato 22 dicembre un gruppo di estrema destra che si richiama esplicitamente a idee fasciste e naziste, “Forza Nuova”, ha intenzione di manifestare nel pomeriggio per le strade del Pilastro. L’arrogante slogan della manifestazione è «Nessun compromesso – nessuna moschea».

L’opposizione a luoghi dove professare religioni diverse da quella cattolica accomuna fondamentalisti cattolici, fascisti e razzisti, in nome di una presunta e demagogica battaglia di civiltà. I neofascisti di “Forza Nuova” cavalcano l’intolleranza verso ogni migrante, verso i suoi costumi, la sua cultura, ciò in cui crede. Soffiano sul fuoco dell’odio verso chiunque appaia straniero, “diverso”.

“Forza Nuova” si dichiara erede nostalgica della dittatura di Mussolini, è un movimento che non nasconde la sua natura razzista e antisemita, i suoi militanti si distinguono per gli assalti ai migranti, ai gay, ai giovani dei centri sociali, ai militanti di sinistra o a chi non è “allineato”.

Recentemente il leader Roberto Fiore, indagato per la strage di Bologna del 1980, ha difeso i pestaggi ingiustificati di cittadini rumeni e le aggressioni ai campi nomadi con queste parole: «Da oggi in poi i nostri militanti e tutti gli italiani sono moralmente autorizzati a usare metodi che vadano al di là di semplici proteste per difendere i propri compatrioti».

Gente così merita più che il nostro disprezzo. Non si può accettare che possano inquinare con la loro xenofobia strade e piazza di qualunque città, in particolare di quelle che, come Bologna, hanno versato sangue nella lotta contro il nazifascismo, per una società libera, aperta e plurale.

Rivolgiamo un appello a chi abita al Pilastro, nei quartieri limitrofi, o a chi vive il razzismo ogni giorno sulla sua pelle, a chi il fascismo lo ha in odio: nessuno spazio deve essere lasciato ai fascisti!

SABATO 22 DICEMBRE, PRESIDIO alle 16.30 in Via Pirandello davanti al Centro Commerciale Pilastro (civico 18/B).

Appuntamento alle 15 in via San Donato angolo via Andreini (alla COOP – bus 20-60-88-93) per organizzarsi e raggiungere insieme – con i mezzi pubblici – il concentramento.

***************************
NO SPACE TO FASCISTS!
Saturday 22 December, Forza Nuova, a political entity belonging to the extreme right and that refers explicitly to fascist and nazist ideology will parade through the Pilastro area. The slogan chosen by this group to sum up their protest is an arrogant “No compromises, no mosque”.
Opposition to the construction of places of worship for religions other than catholic is a trait common to catholic fundamentalists, fascists and racists that put themselves in the way of such innovations in the name of a supposed battle for civilization. The neofascists belonging to Forza Nuova ride on the wave of intolerance towards all immigrants, their habits, their beliefs. They kindle the fire of hatred towards anyone who appears foreign, different.
Forza Nuova declares itself nostalgic of Mussolini’s dictatorship, it’s a group who doesn’t conceal its racist nature, and whose militants are known for assaulting immigrants, homosexuals, left wing activists, and anyone who according to them “steps out of line”. Recently its leader, Roberto Fiore, who is under investigation for the bomb at the train station in Bologna in 1980, has justified assaults to Romanian citizens and attacks at nomad camps by declaring that: «From this day on all of our militants and all Italian citizens are morally authorized to use methods that go beyond mere protest to defend their fellow citizens».
This sort of people deserves more than simple despise. It is unacceptable that they should be allowed to pollute with racism and intolerance the streets of any city, and especially the streets of cities that, like Bologna, have seen blood being spilled in the fight against nazifascism and for a free, open, plural society.
We want to call out to all those who live in the Pilastro area and its neighborhood, to those who experience racism first hand every day, to those who hate fascism for all that it is: there must be no space for fascism!

SATURDAY 22 DECEMBER:
We’ll gather in front of the Centro Commerciale Pilastro in via Pirandello 18/B at 16.30.
We’ll meet at the corner between Via San Donato and via Andreini (Coop-buses 20-60-88-93) at 15.00 to reach toghether with public transport the appointment at the Centro Commerciale.

********************************************

PAS DE ESPACE AUX FASCISTES!
Samedi 22 Décembre, un group de droite extrême qui est explicitement liée avec des idéologies fascistes et nazistes a l’intention de manifester à travers les rues du Pilastro. Le slogan arrogant qu’ils ont choisi par la manifestation est «pas de compromis pas de mosquée».
L’opposition à la construction des édifices religieux non appartenants à la religion catholique est une caractéristique commune aux fondamentalistes catholiques, aux fascistes et aux racistes, qui se battent en nom d’un inexistante lutte pour la civilisation.
Les néofascistes de Forza Nuova en utilisant l’intolérance vers touts les immigrées, leur religion et leurs habitudes soufflent sur le feux de la haine vers les gens qui semble étranger, différent.
Forza Nuova s’est déclarée héritière nostalgique de la dictature de Mussolini, c’est un group qui ne cache pas sa nature raciste et antisémite, ses militants sont connus pour les agressions aux immigrées, aux activistes de gauche, aux homosexuels et a tout ceux qui sont de quelque façon différents.
Roberto Fiore, le chef de ce group, qui a été objet d’enquête par la magistrature italienne pour le massacre a la gare de Bologna en 1980, a justifié les agressions aux citoyens de la Roumanie et aux champs de nomades en disant: «À partir d’aujourd’hui nos militants et tous les italiens son moralement justifiés non seulement à protester mais à utiliser n’importe quel moyen pour protéger leur compatriotes»
Ce gens méritent plus que notre indignation. Ce n’est pas acceptable de les laisser polluer avec leur xénophobie les rues de n’importe quelle ville et en particulier ceux de villes que, comme Bologna, ont vu nombreuses luttes contre le fascisme et pour une société libre, ouverte et plurale.
Appelons touts les habitants du Pilastro et des quartiers limitrophes, ceux qui vivent le racisme tous les jours et ceux qui détestent le fascisme: pas d’espace aux fascistes!

SAMEDI 22 DECEMBRE
Sit-in à 16h30: Via Pirandello 18/B – Devant le Centro Commerciale Pilastro
Rendez-vous a 15h devant la Coop ( Via San Donato, bus 20-60-88-93) pour s’organiser et aller tous ensemble avec les moins de transport public jusqu’au rendez-vous au Centro Commerciale.

manifestazioni antifa
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo