antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 22.12.07
2007/12/22 Verona manifestazione antifascista
·

Sabato 22 dicembre a partire dalle 15.00 in piazza Brà a Verona manifestazione antifascista indetta da tutti i partiti dell’arco democratico contro la partecipazione del sindaco Tosi al corteo della destra squadrista sabato scorso.

Per la FGCI è solo un primo momento di mobilitazione contro la schifosa connivneza tra istituzioni veronesi e destra squadrista.

COMUNICATO 18/12/07

La FGCI alla manifestazione delle forze democratiche a Verona per chiedere lo scioglimento per legge delle organizzazioni neo-fasciste e la loro interdizione dagli spazi pubblici

Indignati e arrabbiati nel vedere il sindaco di Verona Flavio Tosi marciare alla testa di 300 picchiatori neofascisti, calpestando l’onore di Verona medaglia d’oro per la Resistenza.
Per nulla intimoriti dalle minacce e agguati di chi vuole impedire la vita democratica in città, chiederemo a gran voce lo scioglimento d’ufficio delle organizzazioni neofasciste così come la Costituzione e le leggi della nostra Repubblica prescrivono.
La FGCI invita tutti i sinceri democratici a mobilitarsi in previsione della prima manifestazione antifascista organizzata da tutte le forze democratiche per sabato 22 dicembre a Verona con inizio alle 15 davanti al municipio di Piazza Brà.

Sarà il primo momento di lotta della società civile in preparazione della manifestazione nazionale antifascista che si terra nei prossimi mesi.
Noi saremo presenti con il nostro materiale per portare avanti la raccolta firme a sostegno della nostra richiesta di messa fuorilegge delle organizzazioni neo-fasciste e per denunciare la pericolosa connivenza tra sindaco Tosi e destra squadrista.

il coordinatore regionale FGCI Veneto
Alessandro Squizzato

il coordinatore provinciale FGCI Verona
Nicolò Giacopuzzi


Fogliardi all’attacco: «Così Tosi alimenta la tensione». L’Arena, giovedì 20 dicembre 2007 + video del’intervento alla Camera

Durissimo attacco alla Camera del deputato ulivista, che ricorda anche le panchine anti-senzatetto e l’abolizione del premio Melegari.

«Non è questa del decreto sicurezza la vergogna, la vergogna riguarda il sindaco di Verona Flavio Tosi, i fatti avvenuti e il clima che sta maturando nella mia città». Durissimo attacco al sindaco Flavio Tosi da parte del deputato veronese dell’Ulivo Giampaolo Fogliardi ieri mattina alla Camera. Difendendo la maggioranza dalle pesanti accuse del centrodestra sul decreto sicurezza, il parlamentare ha spostato il tiro sulla sua città. E citando alcuni fatti recenti, è partito all’attacco denunciando una deriva estremista e xenofoba del primo cittadino.
«Proprio in questi giorni di vigilia di Natale», ha esordito Fogliardi, «sono comparse in città panchine denominate “antisenzatetto”, brevettate in modo che non ci si possa sdraiare. Pensate a quali cervelli possono aver progettato una cosa del genere. E pensate che il sindaco ci si è fatto fotografare per dimostrare che sono davvero scomode».
Poi Fogliardi è passato a una seconda denuncia: «Non sono stati trovati nel bilancio comunale 5 mila euro per riproporre il premio alla memoria di Enzo Melegari. Chi era? Enzo Melegari è stato uno dei primi cattolici obiettori di coscienza a Verona – e per questo ha fatto tre anni di carcere – e un protagonista dell’impegno civile, da ultimo alla guida del Movimento laici per l’America Latina. Dopo la sua prematura scomparsa nel 2002 il Comune aveva istituito alla sua memoria il premio “Verona municipio dei popoli”: l’amministrazione Tosi l’ha soppresso perchè non si debba ricordare».
Infine il caso del giorno, la manifestazione di estrema destra di sabato scorso. «Il sindaco Tosi», ha ricordato Fogliardi, «ha partecipato con altri esponenti della giunta comunale a una manifestazione neofascista nelle vie del centro. Questa è stata la sua risposta davanti a un clima di tensione che continua a crescere, questo il senso delle istituzioni che è stato capace di sfoggiare. Poi non si ci si meravigli se accadono le cose che accadono. Da un lato il sindaco vieta che si mangino panini per strada, poi però dopo la sua partecipazione al corteo alcuni neofascisti si sono resi colpevoli del pestaggio di tre militari meridionali nella centralissima via Mazzini. Ora in quella stessa via Mazzini non cadono più briciole di pane ma scorre il sangue».
«L’auspicio», così ha concluso Fogliardi il suo intervento alla Camera, «è che a Verona e altrove le tante realtà sia laiche che cattoliche vogliano lavorare alla costruzione di città più sicure ma allo stesso tempo tempo solidali, che sappiano affrontare i problemi e non usarli come pretesto per farne solo propaganda politica».
Intanto la senatrice di Rifondazione comunista Tiziana Valpiana ha presentato un’interrogazione (firmata da quasi tutti i senatori de La sinistra – L’Arcobaleno) al ministro dell’Interno Amato nella quale chiede «se è al corrente della manifestazione indetta da organizzazioni di estrema destra a Verona, il 15 dicembre scorso, alla quale hanno partecipato, oltre a circa 300 militanti di Fiamma Trocolore, Forza Nuova, Veneto Front Skinhead, anche il sindaco della città Flavio Tosi. Durante la manifestazione sono stati scanditi slogan contro la Resistenza, la Costituzione e contro la Repubblica democratica. Tre militari sono stati aggrediti perché meridionali, sono stati rivolti insulti alla Procura di Verona ed esposte bandiere nere». «Vedere il sindaco sfilare alla testa di gruppi della destra estrema in una città medaglia d’oro della Resistenza, è gravissimo», conclude la Valpiana.


Salviamo Verona
Sinistra in piazza contro i fascisti
Mobilitazione domani contro l’escalation di violenze
Paola Bonatelli
Verona

Stavolta i veronesi non hanno ingoiato il rospo. La partecipazione del sindaco leghista Flavio Tosi con un paio di suoi assessori al corteo di sabato scorso organizzato da Fiamma Tricolore e il pestaggio di tre parà di origine meridionale da parte di tre simpatizzanti della destra radicale (un quarto è ricercato) che avevano sfilato nel pomeriggio con Tosi, hanno lasciato il segno. Dopo una prima protesta qualche giorno fa durante la seduta del consiglio comunale il centrosinistra chiama tutti i democratici ad un presidio che inizierà domani alle 15 davanti al municipio scaligero.
Mentre gli arresti dei tre fermati per il pestaggio ai parà (tra cui il batterista della band nazirock dei Gesta Bellica) vengono convalidati dal giudice, che contesta loro anche la violazione della legge Mancino, il «caso Verona» approda alla Camera con l’esponente dell’Ulivo Giampaolo Fogliardi e al Senato con un’interrogazione di Tiziana Valpiana del Prc, che dichiara come sia un fatto gravissimo «vedere il sindaco sfilare alla testa di gruppi della destra estrema in una città medaglia d’oro della Resistenza». «Verona laboratorio delle destre – ricorda un comunicato del Csoa La Chimica, del circolo Pink e di Sinistra critica – in cui negli ultimi dieci anni si sono succeduti pestaggi e aggressioni di stampo neonazista anche con l’uso di catene e coltelli».
«E’ stata una rissa da bar», così si sono difesi i tre arrestati. Ma il clima resta incandescente, tanto più che dalle colonne del quotidiano locale L’Arena Cdr e direttore denunciano intimidazioni ai giornalisti (poi smentite come «battuta») nientemeno che da parte dello skinhead Andrea Miglioranzi, approdato in consiglio comunale con la lista del sindaco Tosi e proposto a capo dell’Istituto per la resistenza. Anche lui suona nei Gesta Bellica, è il bassista.

manifesto

manifestazioni antifa
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo