antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 19.04.07
Milano: 20 e 21 aprile iniziative
·

Ora e sempre Resistenza

Ancora oggi, a più di 50 anni dalla liberazione dal nazi-fascismo l’Italia è un Paese in guerra.
Contribuisce all’occupazione militare di parte dei Balcani, del sud del Libano e dell’Afghanistan e ha un ruolo centrale nel controllo militare del mar mediterraneo.
Proietta la sua potenza verso le zone che sono lo “sbocco naturale” dei suoi interessi: il Nord-Africa e la fascia mediterranea del “Medio Oriente”:
Sul suolo italiano sono presenti da 50 anni numerose basi NATO e USA, centrali per tutti gli attuali e future guerre.

Anche nel Ventennio fascista l’Italia, ben prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, era impegnata in imprese coloniali come in Libia e nel Corno d’Africa, ed intervenne in Spagna, al fianco della Germania nazista, per sconfiggere la Repubblica e stroncare il forte movimento rivoluzionario di quel Paese in cui tanti proletari antifascisti sono andati a combattere.
Allora si trattava di dare all’Italia un Impero e garantire la supremazia dell’asse italo-tedesca sull’Europa, ora si tratta di difendere la democrazia e di promuovere, insieme a Francia, Germania e Spagna, gli interessi della potenza europea.

L’Italia è un Paese che durante il fascismo ha praticato la pulizia etnica e la segregazione razziale, costruito un efficiente sistema di campi di concentramento e attuato un processo di “italianizzazione” forzata ben prima che il fascismo promulgasse le scellerate leggi razziali contro la comunità ebraica.

Oggi è un Paese in cui i lager per immigrati continuano ad esistere, basta essere “non in regola” con il permesso di soggiorno per essere detenuti un un CPT, basta non assecondare gli obblighi di uscire dall’Italia notificati in un “foglio di via” per essere rinchiusi in un carcere, basta cercare di volere raggiungere le coste italiane per morire speronati o annegati nel mar mediterraneo.

Il fascismo è stato lo strumento che la borghesia italiana, industriali e agrari, ha utilizzato prima per stroncare il movimento operaio e le sue espressioni rivoluzionarie e poi per promuovere la comunione di interessi tra sfruttati e sfruttatori in una società confessionale di stampo corporativo e coloniale.

Oggi la democrazia italiana erode sempre più le residuali garanzie di sicurezza sociale per tutti i lavoratori, usa il carcere e la repressione per intimorire chi si batte contro questo sistema, utilizza la manovalanza fascista e leghista per dividere i lavoratori tra “autoctoni” e “stranieri” e fare la guerra sporca a compagni, semplici militanti di sinistra, e alcuni “soggetti deboli” della popolazione immigrata.

La precarietà sociale è ormai la condizione di vita di sempre più proletari, su cui speculano tra gli altri, i gestori del moderno caporalato: le agenzie di lavoro e i pescecani del mercato immobiliare.

Oggi come ieri l’unica possibilità che i popoli oppressi e gli sfruttati hanno di opporsi è la resistenza, con ogni mezzo necessario, all’attuale dominio.

Insieme ad alcuni compagni in Germania abbiamo voluto organizzare due iniziative a Milano il 20-21 aprile e a Monaco il 5 maggio sulla lotta al fascismo di ieri e e di oggi, come prassi di trasformazione radicale dell’attuale società.
A Milano le iniziative si svolgeranno a Lambrate e presso la Panetteria Occupata in via Conte Rosso n.20.

VENERDI 20 APRILE

alle 20:30

Cena sociale presso la Panetteria Occupata e in chiusura canti della resistenza partigiana

SABATO 21 APRILE:

alle 11:00

Ritrovo in piazza Rimembranze di Lambrate per presidio itinerante in alcuni luoghi della Resistenza Partigiana del quartiere di Lambrate

alle 13:00

Omaggio alla “Volante Rossa – Martiri Partigiani” in via Conte Rosso, dove tra il ‘45 e il ‘49, presso la Casa del Popolo, si ritrovavano questi compagni che con la vita, il carcere e l’esilio hanno pagato la propria sete di giustizia, di verità e di libertà

alle 15:00

assemblea, presso la Panetteria Occupata in via conte Rosso n.20, con la relazione di due Partigiani:

Marcello “Sugo” Citano, partigiano della Brigata Sinigaglia, che il 4 agosto entrò per prima a Firenze a liberare l’Oltrarno

Giovanni Gerbi, partigiano della formazione “Stella Rossa” e della IX Divisione Garibaldi “imerito” nelle Langhe, Ribelle di “Santa Libera”

e di due compagni del movimento dalla Germania:

un compagno di “Libertad”, attivo dagli anni ‘70 che parlerà delle analisi di allora riguardo alla storia del nazismo in Germania, sull’impatto del nazismo sull’iniziativa del movimento comunista nel dopoguerra e sui successivi sviluppi

un compagno dell’ “Antifa A.L.I.”(Sinistra Antifascista internazionale) di Göttingen, che parlerà della storia dell’attualità del movimento antifascista in Germania

Panetteria Occupata

Via Conte Rosso 20

Milano

rossoconte@hotmail.com

(tram 33-11 – bus 54 – MM2 Lambrate)

25aprile2007
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo