antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 3.03.07
Calcio Irriducibili, violenza e affari
·

Le attività del gruppo ultrà laziale negli atti della Digos alla Procura. “Il direttivo decideva tutto”
Irriducibili, violenza e affari
Marino Bisso
Il business – La registrazione di un marchio per vendere abbigliamento e gadget in quindici negozi

«Ideologia ultras» ma anche «business ultras». Sono le parole chiave dell´informativa della Digos sugli Irriducibili della Lazio. Venti pagine piene zeppe di date e nomi per ricostruire la nascita, l´ascesa, gli intrecci con l´estrema destra ma anche gli affari dello storico gruppo del tifo estremo biancoceleste della curva Nord. Un percorso segnato da violenza e scontri con la polizia.
Il movimento ultrà. «Dal 1987 gli Irriducibili hanno una sede nel quartiere Ostiense e sono guidati da un ristretto gruppo di persone definito direttivo (composto da Fabrizio Piscitelli, alias Diabolik; Yuri Alviti e Fabrizio Toffolo) attraverso i quali passa ogni decisione. Gli Irriducibili hanno travalicato i confini dello stadio per assumere nel tempo le caratteristiche di un vero e proprio movimento paladino della mentalità ultras – annotano gli investigatori della Digos – con spiccate capacità aggregative e possibilità di indirizzare gli umori della piazza anche per iniziative violente».
Il business commerciale. «Il primo passo dell´evoluzione è stata la registrazione del marchio commerciale “Originals fans” attraverso il quale il direttivo degli Irriducibili è riuscito a sviluppare un´avviata attività economica di distribuzione di abbigliamento e gadgets con i colori della squadra laziale – si legge nell´informativa – . Un´attività che si è inserita in uno spazio di mercato lasciato vuoto dai vertici della società calcistica capitolina, allora guidata dalla famiglia Cragnotti». Ed ancora: «La presenza di quindici punti vendita sul territorio, la maggior parte luoghi di riferimento per l´organizzazione di trasferte e la distribuzione dei biglietti delle partite, ha palesemente aumentato la visibilità del gruppo Irriducibili. Da qui la definitiva affermazione dei soggetti appartenenti al direttivo attraverso anche la creazione del format radiofonico “La voce della Nord” e anche dell´omonima fanzine distribuita all´Olimpico».
Violenza & croci celtiche. «Gerarchicamente organizzato, con notevoli capacità aggregative, deliquenziali e di istigazione alla violenza. Nel nome della mentalità ultras, le forze dell´ordine sono il principale nemico da combattere». Con questa analisi la Digos tratteggia l´inclinazione criminale del gruppo ultrà «ideologicamente attestato sulle posizioni della destra più radicale». Ed è in questo contesto che si inseriscono gli scontri con le forze dell´ordine del 2000 davanti alla Federcalcio. Una manifestazione non autorizzata contro presunti torti arbitrali, segnata da fenomeni di guerriglia urbana con tanto di lancio di una bottiglia incendiaria contro la polizia. Già allora la Digos aveva rilevato la presenza di numerosi militanti del movimento d´estrema destra Forza Nuova. Lo stesso sito degli Irriducibili risulta essere stato registrato da «Stefano Andrini conosciuto per la sua appartenenza ai gruppi neofascisti Movimento politico occidentale e Alternativa nazionale popolare». Ma oltre a svastiche, croci celtiche e striscioni razzisti esposti in curva Nord, nel 2001 da un costola degli Irriducibili nasce “Banda Noantri”: il gruppo formato da militanti dell´estrema destra si scioglie ufficialmente il 28 agosto 2005 dopo «un confronto con il direttivo degli Irriducibili e il rientro di un certo numero di tifosi nel sodalizio storico degli ultras laziali».
(23 febbraio 2007)

Espresso on line

documentazione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo