antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.01.07
Occupazione e sgombero Mario Lupo - Comunicato
·

Ieri intorno alle 17.00 si è conclusa l’occupazione dell’edificio dove aveva sede lo Spazio Sociale Mario Lupo. * compagn* che si trovavano sul tetto sono stati portati in questura ed oggi intorno alle 11.00 si svolgerà il processo per direttissima. Sono stati accusati di occupazione e danneggiamenti.
Invitiamo chi può a partecipare.
Seguiranno ulteriori comunicazioni

Inviamo il testo del comunicato inviato alla stampa questa mattina.

Alle 8 di questa mattina, domenica 28 gennaio, il presidio è ancora in corso e proseugirà per tutta la giornata.
I/le nostri/e compagni/e continuano a resistere sul tetto.
Durante la notte la polizia ci ha impedito, minacciando cariche, di mandare coperte e un pasto caldo sul tetto.
Gesti che si commentano da soli.
In merito a quanto accaduto ieri, vogliamo compiere alcune precisazioni.
Innanzitutto va sottolineato che il breve scontro con le forze dell’ordine è stato provocato da un eccessivo nervosismo da parte delle forze dell’ordine, sfociato in manganellate gratuite rifilate ad alcuni manifestanti. Il presidio si è difeso da una carica arrivata in un contesto fino a quel momento tranquillo e piuttosto disteso.

Ribadiamo inoltre la nostra proposta, aperta a tutta la città, di creare in quell’edifico un centro di documentazione antifascista intitolato alla memoria di Mariano Lupo, le cui forme di gestione siano frutto di una discussione collettiva, tutt’ora aperta, tra le realtà interessate.

Vorremmo inoltre invitare gli abitanti di Parma a riflettere sull’importanza di questa questione, che l’amministrazione comunale cerca di relegare come un conflitto tra “teppisti/autonomi” e forze dell’ordine. La reatà è ovviamente molto diversa. Da un lato si tratta dell’ennesima messa in discussione del modello di amministrazione e sviluppo della città, dall’altra sono le stesse dichiarazioni del sindaco Elvio Ubaldi ad evidenziare la necessità di un centro di documentazione antifascista che permetta una corretta conservazione della memoria.
Se è vero che abbiamo spesso attaccato il “primo” cittadino, ed è quindi comprensibile il suo risentimento personale nei nostri confronti, è altrettanto vero che le sue parole sono per lo meno opinabili e sopprattutto, delirio da onnipotenza?, vorrebbero attribuire ad alcuni termini un significato nuovo, anomalo e strumentale.
La risposta alle sue dichiarazioni meriterebbe una lunga e dettagliata spiegazione, ma vorremmo fare chiarezza su almeno un punto che in questo momento ci pare il più rilevante: Ubaldi parla di metodi fascisti, secondo noi si tratta invece di autodifendere le persone che si trovano in presidio e di legittimare la pratica dell’occupazione, storicamente strumento di riappropriazione di diritti e spazi negati.

da mariolupo@bastardi.net

repressione
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo