antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound
- A Treviso piazze e sale pubbliche vietate all’estrema destra
- Porto San Giorgio Letame e colla nella serratura. Lo sfregio a poche ore dall'incontro con i candidati di Casapound
- Cortei antifascisti in tutta Italia: a Milano studenti sul monumento di Garibaldi, a Roma segnalati 18 militanti di Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia
6.12.17 Fascisti su Facebook, ecco i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web
18.11.17 Milano L'avanzata neofascista, l'estrema destra tra periferie e lotte interne
16.11.17 La violenza di CasaPound a Ostia
15.11.17 Tutti i soldi e le società di CasaPound e Forza Nuova: così si finanziano i partiti neofascisti

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.01.07
Occupazione e sgombero Mario Lupo - Comunicato
·

Ieri intorno alle 17.00 si è conclusa l’occupazione dell’edificio dove aveva sede lo Spazio Sociale Mario Lupo. * compagn* che si trovavano sul tetto sono stati portati in questura ed oggi intorno alle 11.00 si svolgerà il processo per direttissima. Sono stati accusati di occupazione e danneggiamenti.
Invitiamo chi può a partecipare.
Seguiranno ulteriori comunicazioni

Inviamo il testo del comunicato inviato alla stampa questa mattina.

Alle 8 di questa mattina, domenica 28 gennaio, il presidio è ancora in corso e proseugirà per tutta la giornata.
I/le nostri/e compagni/e continuano a resistere sul tetto.
Durante la notte la polizia ci ha impedito, minacciando cariche, di mandare coperte e un pasto caldo sul tetto.
Gesti che si commentano da soli.
In merito a quanto accaduto ieri, vogliamo compiere alcune precisazioni.
Innanzitutto va sottolineato che il breve scontro con le forze dell’ordine è stato provocato da un eccessivo nervosismo da parte delle forze dell’ordine, sfociato in manganellate gratuite rifilate ad alcuni manifestanti. Il presidio si è difeso da una carica arrivata in un contesto fino a quel momento tranquillo e piuttosto disteso.

Ribadiamo inoltre la nostra proposta, aperta a tutta la città, di creare in quell’edifico un centro di documentazione antifascista intitolato alla memoria di Mariano Lupo, le cui forme di gestione siano frutto di una discussione collettiva, tutt’ora aperta, tra le realtà interessate.

Vorremmo inoltre invitare gli abitanti di Parma a riflettere sull’importanza di questa questione, che l’amministrazione comunale cerca di relegare come un conflitto tra “teppisti/autonomi” e forze dell’ordine. La reatà è ovviamente molto diversa. Da un lato si tratta dell’ennesima messa in discussione del modello di amministrazione e sviluppo della città, dall’altra sono le stesse dichiarazioni del sindaco Elvio Ubaldi ad evidenziare la necessità di un centro di documentazione antifascista che permetta una corretta conservazione della memoria.
Se è vero che abbiamo spesso attaccato il “primo” cittadino, ed è quindi comprensibile il suo risentimento personale nei nostri confronti, è altrettanto vero che le sue parole sono per lo meno opinabili e sopprattutto, delirio da onnipotenza?, vorrebbero attribuire ad alcuni termini un significato nuovo, anomalo e strumentale.
La risposta alle sue dichiarazioni meriterebbe una lunga e dettagliata spiegazione, ma vorremmo fare chiarezza su almeno un punto che in questo momento ci pare il più rilevante: Ubaldi parla di metodi fascisti, secondo noi si tratta invece di autodifendere le persone che si trovano in presidio e di legittimare la pratica dell’occupazione, storicamente strumento di riappropriazione di diritti e spazi negati.

da mariolupo@bastardi.net

repressione
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo