antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.01.07
Da Oristano su manifestazione FN il 27 nella giornata della memoria
·

Il 27 gennaio è la data-simbolo per la commemorazione della Shoah ebraica. Il 27 gennaio 1945 Auschwitz è liberata!
Quel giorno dell’inverno 1945 la 60ma armata dell’esercito sovietico mette fine agli atroci massacri posti in essere dal regime nazifascista. Il mondo conosce la verità sulle assurde nefandezze della perversione umana e l’orrore dell’antisemitismo perpetrato dai nazisti.
In Italia, le leggi razziali sono in vigore 1938, il regime fascista dà il nulla osta alle deportazioni e ai rastrellamenti.
Molti sono stati, in Europa, i testimoni silenziosi e troppi i collaboratori dell’abomio nazistafascista:
Seimila ebrei, cinquecentomila zingari e gay, testimoni di Geova, handicappati, prigionieri politici; bruciati, sterminati con il gas, fucilati, fatti morire per fame e freddo o per atroci torture.
E c’è chi vuole dimenticare, negando la storia, c’è chi afferma che nel nazifascismo c’è stato onore.
Quale onore può avere chi stermina gli inermi con assurda ferocia e crudeltà e chi con la Shoah e con la politica nazifascista ha messo in atto un tremendo piano antiuomo e antiumanità?
Come è possibile negarlo??
Come è possibile rinegare la storia e dimenticare? e ancora come è possibile che in una nazione democratica si permetta il rinascere di organizzazioni basate sull’incitamento all’odio razziale?
Ad Oristano mentre in tutta Europa si commemora la liberazione di Auschwitz, qualcuno ha pensato di autorizzare una manifestazione di Forza Nuova, nel cuore pulsante della città, in piazza Roma, così un gruppo di facinorosi fascisti sventola impunemente la croce celtica e le effigi del loro partito, Forza Nuova.
Riteniamo un’offesa alla Costituzione italiana, alle nostre leggi ma ancor di più al popolo, quello civile e democratico , che il 27 gennaio ricorda l’abomio nazifascista.
Oramai non ci si stupisce più di niente ad Oristano, domenica 21 poi un altro movimento di chiara ispirazione fascista ha presidiato piazza Roma.
Ci chiediamo perché? Come mai tutto questo fiorire di sit in neri?
Certo poco ci stupiamo se pensiamo che ei nostri paesi e nella nostra città, su ogni muro “bianco” e sempre più di frequente appaiono l croci uncinate e frasi di chiaro significato nazifascista, e nessuna tra le autorità competenti fa sì che questi “grafitti” vengano cancellati e ricoperti di vernice.
A nessun cittadino democratico può far piacere che in una tranquilla domenica di sole passeggino per il centro città loschi individui in divisa fascista e , tanto meno che durante la giornata della memoria sventoli nella piazza Roma la croce celtica, lugubre effige.
Solo qualche giorno va però il Governo votava all’unanimità il DDL Mastella che apre una nuova visione legislativa in materia di più contemporanea definizione di razzismo, superiorità d iuna razza, discriminazioni, riorganizzazione del disciolto partito fascista e quanto altro. Pensiamo che il “Giorno della Memoria” è stato istituito con con la legge 211/2000 al fine di ricordare, da una parte, la data (27 gennaio 1945) dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e commemorare la Shoah le leggi razziali, la persecuzione, la deportazione, la prigionia e lo sterminio dei cittadini ebrei, dall’altra, tutti coloro che pur in campi e schieramenti diversi si opposero a quel folle progetto di genocidio, non esitando a salvare altre vite e a proteggere in condizioni difficili i perseguitati, anche mettendo a rischio la propria vita.
A questo punto a noi sorge il dubbio che Oristano non si sia costituiti all’insaputa dei cittadini, repubblica autonoma.
Certo il diritto di manifestare fa parte della democrazia, ma riteniamo di cattivo gusto che il 27 gennaio si permettesse di issare croci celtiche.
Per noi il 27 gennaio, giorno simbolo, è doveroso compiere una riflessione sugli orrori di ieri per batterci contro gli orrori di oggi perché anche all’uomo comune non sfuggono i messaggi di un “razzismo legalizzato” che ormai cerca di farsi strada nel mondo democratico.
Ecco perché Il ricordo deve servire per combattere a favore dei 6 milioni di uomini che oggi soffrono la fame e per porre fine alle ingiustizie subite dai popoli oppressi e da chi cerca un futuro migliore nel mondo occidentale.
Ieri c’erano i lager ed i campi di concentramento nazisti, oggi ci sono Srebrenica,Tuzla, Jenin, Khandhar, Baghdad e tutte le guerre dimenticate che ogni giorno insanguinano il mondo ed i confini d’Europa.
Ieri c’erano le reggi razziali oggi c’è chi preferisce chiudere le frontiere negando il diritto alla libertà di movimento.
Proprio perché L’Europa del 2007 è frutto anche del sangue e delle “ceneri” del 1945 è doveroso ricordare chi ha permesso a costo della vita stessa, la costruzione di un paese democratico e la nostra memoria si deve chiamare impegno civile, impegno per un presente ed un futuro rivolto ad un presente ed un futuro di uguaglianza e di diritti contro tutti i razzismi e le discriminazioni per la pace ed la giustizia; con un’unica certezza che nessun uomo è ingiudicabile.
Certo il nostro mondo non è ancora quelle che vogliamo , ma noi oggi, come ieri i nostri padri, faremo valere i nostri ideali di pace giustizia e libertà perché si crei un mondo diverso è possibile e perché mai più ci si debba chiedere “ se questo è un uomo”.
E’ necessario avere ogni giorno nei nostri occhi le immagini di Auswitch liberata, avere nella nostra mente le parole mandate a memoria negli anni della scuola primaria, perchè ….” Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case,voi che trovate tornando a casa, cibo caldo e visi amici, considerate se questo è un uomo, che lavora nel fango, che non conosce pace, che lotta per un pezzo di pane, che muore per un si o per un no….” O sentire risuonare nelle nostre orecchie, il triste motivo
Son morto con altri cento,
Son morto che ero bambino…..
….. Ad Auschwitz c’era la neve, il fumo saliva lento….
…. Ad Auschwitz tante persone ma un solo grande silenzio….
. …. Io chiedo come può l’uomo uccidere un suo fratello eppure siamo milioni in polvere nel vento….

Da un gruppo di cittadini di Oristano e provincia, sconvolti dalla costante crescita della presenza fascista in città nascerà a giorni il comitato antifascista oristanese.

lettere
r_sardegna


articolo precedente           articolo successivo