antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 10.03.06
Il fascismo che avanza.
·

di Giuseppe Scaliati

Anche a quest’anno il neofascismo capitolino si prepara a manifestare nel ricordo dell’ascesa al potere di Benito Mussolini. Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore (MS-FT) ha indetto per il prossimo 29 ottobre una manifestazione nazionale sul tema “Sovranità, Identità, Socialità”.
La manifestazione avrà inizio in Piazza Esquilino, sarà seguita da un corteo e conclusa con un comizio del Segretario Nazionale Luca Romagnoli. Questo personaggio è deputato al parlamento europeo ed ha annunciato la sua candidatura a sindaco di Roma.
I missini stanno preparando l’evento in perfetto stile berlusconiano: cura dei minimi particolari, affluenza di militanti dal
resto d’Italia, pagamento del biglietto dell’autobus i partecipanti.
Nella capitale il MS-FT può contare su un consenso che non supera l’1% dei voti. Il maggior successo, dopo la scissione per la nascita di Alleanza Nazionale, l’ha conseguito alle elezioni europee del 1999 quando ottenne un sorprendente 1,96%. Poi il calo vertiginoso fino a toccare lo 0,56% alle politiche nel 2001 per risollevarsi seppur a fatica al rinnovo del parlamento di Strasburgo nel 2004 raccogliendo lo 0,9 % dei voti.
Dall’espulsione di Rauti in poi, il MS-FT, soprattutto nella capitale, è diventato un punto di riferimento per la destra extraparlamentare e le varie bande di fasciste. Dall’anno scorso gli ex missini hanno inglobato tra le proprie fila il movimento Base Autonoma, della sezione Acca Larentia, che ora si fa chiamare Giovine Italia, e dice di rappresentare la componente giovane, socialista e nazionale della Fiamma Tricolore. Giovine Italia aderisce al coordinamento per il mutuo sociale dell’area non conforme che riguarda le occupazioni di case da parte dei militanti della destra radicale.
Base Autonoma faceva capo a Maurizio Boccacci (ex-Avanguardia Nazionale, attualmente Responsabile organizzazione nazionale MS-FT) e Giuliano Castellino (portavoce della Federazione di Roma) passato alle cronache quando il 2 aprile 1999, sale sull’obelisco di Axum per esporre uno striscione antimmigrati. In questa occasione l’onorevole Borghezio (Lega Nord) si precipita ad esprimere la sua solidarietà. Mesi dopo Castellino sarà arrestato per l’attentato antisemita al cinema Nuova Olimpia del 27 novembre 1999.
L’organizzazione, che per lungo tempo ha gravitato dalle parti di Forza Nuova, era composta in gran parte da ex componenti del Movimento Politico Occidentale fondato nel 1984 da Maurizio Boccacci e sciolto nel 1993 in base al decreto Mancino. Sempre Boccacci viene poi condannato nel 1994 per gli scontri e per l’aggressione, compiuta prima dell’incontro di calcio Brescia-Roma, ai danni di un funzionario di polizia. A testimoniare la loro presenza tra le tifoserie, Base Autonoma espone in entrambe le curve, durante il derby del 27 ottobre del 2002, uno striscione con la scritta “28.X.02 Marciare per non marcire” con evidente riferimento al corteo che si sarebbe tenuto il giorno dopo nell’anniversario della marcia su Roma, organizzato da Base Autonoma e Forza Nuova.
Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore ha raccolto intorno a sé varie frange del neofascismo romano proprio all’indomani dell’uscita dal partito di Pino Rauti che sembra essersi definitivamente accasato con il centrodestra. La strategia di questa organizzazione fascista è quella di rappresentare nella capitale un vero e proprio punto di riferimento per la destra radicale delusa da alcuni settori di Alleanza nazionale. Una strategia che va a scapito di altre formazioni neofasciste – raccolte nel cartello Alternativa Sociale con Alessandra Mussolini – che in un primo momento sembrava potessero avanzare recuperando voti dell’ex MSI.
Al di là di questi aspetti ciò che lascia sconcertati è la palese violazione del divieto costituzionale di ricostruzione del disciolto partito fascista. Una violazione dinanzi alla quale importanti organi dello Stato sembrano ormai complici.

Da Indymedia

news
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo