antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 9.03.06
La mussolini aggredisce e insulta il candidato di Rifondazione Luxuria
·

‘Porta a porta’ l’europarlamentare insulta il candidato di Rifondazione
La replica: “Una caduta di stile che rivela la loro vera identità”
Mussolini a Vladimir Luxuria
“Meglio fascista che frocio”

Alessandra Mussolini
a Porta a porta
ROMA – Un durissimo scambio di battute, condito da una battuta finale che farà polemica: “Meglio fascista che frocio”. La frase è stata rivolta da Alessandra Mussolini a Vladimir Luxuria, nel corso della trasmissione Porta a porta, ospiti anche il ministro della Giustizia Roberto Castelli e il leader dell’Italia dei valori, Antonio Di Pietro.

E’ la prima volta che il candidato di Rifondazione entra nel salotto di Bruno Vespa. Alessandra Mussolini è arrivata in ritardo rispetto all’inizio della registrazione, e con l’umore pessimo per via dell’inchiesta sulle intercettazioni. Ma a quindici minuti dall’inizio della trasmissione, il primo a rivolgersi direttamente a Luxuria è stato il Guardasigilli. Che lo chiama ripetutamente “signor Guadagno”, cioè con il vero cognome di Luxuria.

“Se mi chiama signor Guadagno per offendermi, non attacca”, replica il candidato di Rifondazione. “Non voglio offendere il signore – incalza Castelli – ma mi dica come chiamarlo: lui, lei…”. L’altro taglia corto, con una battuta: “Mi dia del loro”.

Ma sono semplici schermaglie rispetto all’affondo finale della Mussolini. Partita già con il piede sbagliato, fin dal principio: “Mi scusi – dice – non voglio essere offensiva, ma che vuol dire transgender? Transgender, transgendarmi, sembra Schwarzenneger… Usiamo termini italiani”, chiede sorridendo a Luxuria.

Ma gli argomenti in scaletta non favoriscono l’incontro fra culture e storie diverse. Sui Pacs monta il conflitto, con Mussolini e Castelli da un lato, schierati per dimostrare che la legge dell’Unione toglierà diritti ai bambini, e dall’altro Luxuria e Di Pietro decisi nel respingere il parallelo sostenendo che la legge sarà una conquista di civiltà per tutti.

“Non voglio essere dipinta come nemica dei bambini, non siamo gli Attila arrivati a distruggere”, si difende Luxuria, mentre Di Pietro sottolinea: “Lei non mangia i bambini, il vostro è un falso problema”.

I Pacs lasciano il campo al tema dell’immigrazione. Mussolini elenca i rischi dell’immigrazione clandestina e, a quel punto, Di Pietro le dà della “fascista”. “E me ne vanto”, risponde gridando l’onorevole. “Una che si vanta di essere fascista, mi preoccupa – aggiunge Luxuria – ci metterete al confino?”. “A me – replica Mussolini – preoccupa chi brucia le bandiere, chi grida “dieci, cento, mille Nassyria, vergogna, vergogna, vergogna”.

Bruno Vespa in evidente difficoltà non riesce a fermare l’ira della parlamentare e in un istante si passa dal “vergogna” all’insulto. E rivolta a Luxuria: “Si veste da donna e pensa di poter dire quello che vuole. Meglio fascista che frocio!”. Impassibile, il candidato di Rifondazione si limita a fare la conta delle “battutacce” rivolte dai politici ai gay: “Dopo il culattone di Tremaglia, il frocio della Mussolini. Grazie”. E aggiungerà, parlando con i giornalisti all’uscita degli studi Rai di via Teulada: “Non pensavo che ci fosse questa caduta di stile. Probabilmente è un atto rivelatore della loro identità”.

(9 marzo 2006)
da repubblica

news
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo