antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 15.05.08
Pieve di Soligo (TV): minacce contro il professor Ceschin
·

Da OggiTreviso

BANDITEN”: SCRITTA NAZISTA CONTRO LO STORICO CESCHIN
La minaccia imbratta un muro lungo la tangenziale sud di Pieve

Pieve di Soligo. Una minaccia o solo la mancanza di coraggio di affrontare il “nemico” a viso aperto? Dopo gli scandalosi manifesti nazi affissi in occasione del 25 aprile un altro episodio inquietante. “D. Ceschin Banditen”: lungo la tangenziale di Pieve campeggia una scritta contro lo storico e consigliere comunale pievigino Daniele Ceschin, corredata di croci celtiche. E’ lì da giorni ma nessuno ha ancora provveduto a rimuoverla.

“Passando per la tangenziale di Pieve – commenta l’interessato – è possibile ammirare da qualche giorno una scritta nazista, con tanto di croce celtica, a me dedicata. La scritta si commenta da sola. Mi amareggia come cittadino, come consigliere comunale di Pieve e come storico. Ho provveduto a sporgere denuncia ai carabinieri di Pieve di Soligo. Mi auguro che l’amministrazione comunale si adoperi per rimuoverla quanto prima”. Ad amareggiare Ceschin anche la scarsa vicinanza delle istituzioni: “Ringrazio le persone (poche) che mi hanno espresso la loro solidarietà personale e politica: a Pieve soltanto il consigliere comunale Roberto Menegon e il gruppo Vivere Pieve”.

“Apprendo con profondo sdegno e anche con una certa amara tristezza il livello di ignoranza di alcuni nostri concittadini”, commenta il presidente provinciale del PD, Enrico Quarello, che invia la sua solidarietà personale, politica e culturale a Ceschin.

Piena solidarietà e stima nei confronti di Ceschin sono state espresse anche dal suo concittadino Marco Zabotti, consigliere regionale della Rete Civica Veneta: “Esprimo la mia più ferma condanna dell’ignobile gesto e insieme la mia più profonda solidarietà umana e politica per questa vergognosa aggressione, che riesuma parole e toni per sempre consegnati a un passato di odio e violenza, di matrice totalitaria nazista e fascista, che non deve più tornare”.
“Confido che la scritta possa essere cancellata al più presto, a testimoniare la ferma riprovazione e la sincera solidarietà delle Istituzioni – ha aggiunto Zabotti in un messaggio personale inviato a Daniele Ceschin – e ti confermo sincera stima, amicizia e gratitudine per la tua preziosa opera di studioso e di storico, fedele cultore dei valori della Costituzione Repubblicana”.


COMUNICATO FGCI VENETO 15/05/08


Minacce sui muri a Pieve di Soligo contro il professor Ceschin. Le autorità facciano il loro mestiere.

Dopo i noti fatti di Verona, gli atti di violenza in tutta italia targati con svastiche, fasci littori e croci celtiche, la minacciosa scritta fatta a Pieve di Soligo contro il professor Ceschin è un fatto grave, da non sottovalutare e ridurre al semplice vandalismo.
Da troppo infatti pratiche in puro stile fascista, legate alla minaccia personale e politica, vengono affrontate con lassismo dalle autorità. L’esito lo abbiamo di fronte agli occhi noi tutti soprattutto in questo ultimo periodo: la violenza omicida a Verona, le aggressioni sempre più frequenti, la cultura della violenza legata a fascismo e nazismo negli atti sempre più delinquenziali di gruppi di giovani.
Così non può andare avanti.
Nell’esprimere la nostra piena solidarietà al professor Ceschin chiediamo anche responsabilità e fermezza alle autorità con la piena applicazione della legge Mancino e la chiusura una volta per tutte delle organizzazioni di stampo neofascista che di questo clima tetro e violento sono esecutrici materiali. Su tutte Forza Nuova e Fiamma Tricolore.

Saremo sabato 17 maggio a Verona a manifestare anche per questo: con la nostra raccolta firme per la piena applicazione della legge Mancino che in questi mesi sta raccogliendo sempre più adesioni e con la proposto del nostro Ordine del Giorno per i consigli comunali che vieta l’assegnazione degli spazi pubblici alle organizzazioni neofasciste.

Alessandro Squizzato
Federazione Giovanile Comunisti Italiani – Veneto

contatti:
3388753835
alessandro.squizzato@alice.it
www.barricate.it

vandalismi_minacce
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo