antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 18.11.07
Si è sciolto il gruppo parlamentare europeo di estrema destra
·

Da EuroNews

PE: sciolto il gruppo di estrema destra

Ha resistito appena dieci mesi il gruppo parlamentare di estrema destra “Identità, tradizione sovranità. Il suo scioglimento decretato da Edward McMillan Scott, vice presidente dell’Assemblea di Strasburgo, ha suscitato un lungo applauso in aula.

Non rispondeva più alle condizioni necessarie per l’esistenza di un gruppo, che deve contare almeno 20 membri. E che ha finito per averne appena 18 dopo che cinque parlamentari, appartenenti al partito romeno della Grande Romania, se ne sono andati in seguito alle dichiarazioni in aula di Alessandra Mussolini.

Dopo la morte di una donna italiana per cui è sospettato un rom, la Mussolini ha accusato i romeni di aver fatto della delinquenza uno stile di vita. L’alterco in aula è stato solo il pretesto per l’implosione del gruppo, minato già in precedenza da diverse querelle.

Il presidente del gruppo, il francese Bruno Gollnisch, ha accusato i deputati romeni di aver agito in questo modo in vista delle elezioni europee che in Romania si terranno il 25 novembre.


Da ReutersItalia

Parlamento Ue, gruppo estrema destra dopo polemica Mussolini

mercoledì, 14 novembre 2007 7.02

STRASBURGO, Francia (Reuters) – Il gruppo dell’estrema destra all’Europarlamento, “Identità, Tradizione e Sovranità”, si è sciolto ufficialmente oggi con l’uscita degli eletti del Partito della Grande Romania per protestare contro Alessandra Mussolini, secondo cui i romeni sono “delinquenti abituali”.

Tra gli applausi dell’aula, il vicepresidente dell’assemblea Ue di Strasburgo Edward McMillan-Scott ha annunciato la fine dell’ITS per mancanza del numero legale minimo di membri per costituire un gruppo parlamentare e accedere così a fondi e benefici, cioè 20 eurodeputati da almeno 6 diversi paesi.

Prima dell’uscita dei deputati romeni, l’ITS disponeva di 23 membri.

Reuters aveva scritto nei giorni scorsi che il gruppo era sull’orlo della rottura dopo che Mussolini, nipote del Duce e leader di un movimento di estrema destra, aveva rilasciato dichiarazioni che avevano provocato la reazione dei romeni. Inutili i tentativi di mediazione per salvare il gruppo, costituto nel gennaio scorso, l’unica altra possibilità sembrava essere quella dell’espulsione di Mussolini.

Secondo una email inviata la settimana scorsa nel sistema interno di messaggistica del Parlamento Ue, la Mussolini avrebbe descritto i romeni come “delinquenti abituali” e chiesto l’espulsione dell’ambasciatore romeno, dopo la vicenda dell’aggressione mortale a una donna a Roma di cui è accusato un giovane immigrato romeno.


Da The Guardian

Xenophobia destroys EU’s ultra-rightwing MEP group

Ian Traynor in Brussels
Thursday November 15, 2007
The Guardian

Europe’s first international grouping of neo-fascists, extreme nationalists and ultra-rightwingers collapsed in disarray yesterday, with its members incapable of overcoming the nationalist hostilities pitting them against one another.
The Identity, Tradition and Sovereignty grouping of MEPs from Italy, France, Austria, Bulgaria, Romania and Britain in the European parliament fell apart in acrimony because of the disputes between Italy and Romania over immigration and crime.

This week Alessandra Mussolini, the Italian neo-fascist, MEP and granddaughter of the Italian dictator, declared that all Romanians were criminals, triggering outrage among MEPs from Romania’s extreme Greater Romania party. Five quit the ITS caucus in protest, meaning that the transnational club failed to muster the 20 MEPs needed to qualify as a caucus in the European parliament and to benefit from funding and perks.

Romania and Bulgaria joined the EU in January, with their batch of far-right MEPs making it possible to form the caucus.
Parliament burst into applause on the implosion of the extremist grouping, which was formed just 10 months ago.

“Members of this rightwing group have been fighting among themselves like ferrets in a sack. They can’t even agree on the day of the week,” said Gary Titley, a Labour MEP.

Ashley Mote, previously of the UK Independence party and currently serving a prison sentence for benefit fraud, was the sole British member of the caucus.

The caucus linked France’s National Front with Italy’s neo-fascists, a former disciple of Jörg Haider, the Austrian nationalist, and xenophobes from Romania and Bulgaria. But the grouping struggled to hold together, not least because of mutually antagonistic nationalisms.

Martin Schulz, the German leader of the socialists in the parliament, said: “The good news is that the ‘international’ of the ultra-nationalists no longer exists and cannot use the money of the European taxpayer to support its xenophobia and neo-fascism.”


Da Spiegel International

CAT FIGHT ON THE FAR RIGHT
Mussolini’s Romania Comments Split Extremist MEP Group

The European Parliament’s miniscule far-right group is on the verge of collapse after the Romanian members threatened to walk out in response to derogatory comments by another member, Italian MEP Alessandra Mussolini.

When xenophobic far-right political parties in the European Parliament formed a group last year (more…), many predicted it would fall victim to its inherent contradictions. Parties whose bread and butter is attacking foreigners were expected to find it a bit difficult to cooperate even if they were all cut from the same extremist cloth.

Now the Romanian contingent of the Identity, Tradition, Sovereignty group (ITS) is threatening to pull the plug. The Greater Romania Party on Thursday announced it was withdrawing its five members because of comments by Alessandra Mussolini, granddaughter of the Italian dictator, about Romanians.

The standoff between Italian and Romanian xenophobes was sparked by the murder of an Italian woman last week, which police suspect was perpetrated by a Romanian immigrant from the Roma community. While the center-left Italian government has responded by authorizing the expulsion of any Romanians, or other EU citizens, who are deemed to pose a danger, the Italian far-right has been calling for even harsher measures.

Mussolini was quoted as saying this week that: “Breaking the law became a way of life for Romanians. However, it is not about petty crimes, but horrifying crimes, that gives one goose bumps.”

Romania’s far-right reacted with fury. The head of the Greater Romania Party, Corneliu Vadim Tudor said in a letter to the parliament: “The unconsciousness of this lady who makes easily generalizations, leaving us to understand that all the Romanians are living like delinquents and are making dreadful crimes, reminds us of her grandfather, the fascist dictator Benito Mussolini.”

Later on Thursday, the Romanians said they would consider staying in the group if Mussolini were removed. This would allow the group to continue to fulfill EU parliament rules stipulating that all political groups have a minimum of 20 members from at least six member states. The group currently has 23 members. If it collapses, members of the ITS would lose a range of political and financial privileges such as speaking time, extra staff and places on overseas delegations.

The diverse group cobbles together the 27-member bloc’s anti-immigrant and Euroskeptic parties and politicians such as Jean-Marie Le Pen’s National Front from France, Belgium’s Vlaams Belang and Bulgarian MEP Dimitar Stoyanov.

The infighting in the ITS has been regarded with some degree of wry amusement by other MEPs. Martin Schulz, leader of the Socialists in the European Parliament said the ITS memberswere “a casualty of their own philosophy which paints all foreigners in a single mold and encourages xenophobic and racist comments.”

One Scottish MEP, Alyn Smith, even released a statement to express his schadenfreude: “Watching these people argue amongst themselves warms the heart.”

smd/reuters

news
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo