antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 6.07.00
«Il loro orgoglio è malato»
·
La Stampa 06 luglio 2000

«Il loro orgoglio è malato»

I neofascisti: con Storace, l'ultimo baluardo

Aldo Cazzullo

ROMA I militanti hanno vent'anni, capelli corti, facce pulite, magliette del Verona Calcio e degli «Irriducibili» della Lazio, tatuaggi, muscoli, soprannomi come «il Cobra» («non farti strane idee, è solo perché ho la testa lunga»), una piccola sede al pianterreno di una traversa della Nomentana, bandiere con la croce celtica («è il segno che le ideologie non sono finite»), molti nemici - Maastricht, la globalizzazione, le banche, gli ebrei, gli abortisti, gli «estremisti di sinistra saliti al potere», gli immigrati, i massoni, il Papa, il questore La Barbera, Fini, Bossi (reo tra l'altro di rifarsi impropriamente ai suddetti Celti), Rauti e in questi giorni soprattutto gli omossessuali -, alcune parole-chiave (tradizione, famiglia, religione, fedeltà, romanità) e capi con una lunga storia alle spalle. I fondatori di Forza Nuova sono Roberto Fiore e Massimo Morsello, militanti dei Nar, condannati, latitanti a Londra, tornati in Italia l'anno scorso (pena prescritta per Fiore, sospesa per gravi motivi di salute per Morsello). «Nostro punto di partenza è l'Msi», racconta il responsabile amministrativo, Graziano Cecchini, quello con più muscoli e tatuaggi di tutti. E aggiunge: «Se sabato i gay usciranno dal percorso stabilito dalla questura, se tenteranno di arrivare al Colosseo, li fermeremo con la forza. Leggo che oggi questa Imma Battaglia ha detto: "Saremo tantissimi, ai fascisti rompiamo il culo". Le rispondo che il numero non conta. Conta credere». Per Cecchini l'omossessualità è una «malattia». Morsello parla invece di «deviazione pericolosa per la famiglia tradizionale. Omosessuali nelle nostre file? Non credo. Almeno, non dichiarati». Non è il «gay» che disturba: è il «pride», l'orgoglio. Non disturba invece che An si sia dissociata dal controcorteo: «Fini non ha neppure la dignità del traditore - teorizza Cecchini -. Per tradire bisogna aver creduto. E lui non ha mai creduto in nulla. Altrimenti, come si sarebbe laureato all'università di Roma? All'università, negli Anni 70, quelli come me non li lasciavano entrare. Di An rispetto solo Storace, che quando Morsello è tornato dall'esilio è andato all'aeroporto ad accoglierlo». «Ma il nostro antagonista non è Fini - spiega Morsello -. Piuttosto Rauti, l'uomo della Cia. Le altre formazioni di estrema destra, la Fiamma e il Fronte nazionale, stanno perdendo consensi a nostro favore, perché sono guidate da uomini compromessi con i servizi segreti. Il passato mio e di Fiore è cristallino». Il passato. Sopra la bacheca con le «notizie di lotta» e la foto di uno striscione esposto lo scorso 25 aprile («quando i vili si proclamarono eroi»), c' è la lavagna con l'elenco dei morti degli Anni 70: dove Alibrandi, camerata dei Nar ucciso dalla polizia, sta assieme a Pedenovi, politico missino assassinato da Prima Linea; ed Elio Di Scala, ex terrorista morto sei anni fa durante una rapina, è a fianco di Stefano e Virgilio Mattei, ragazzi bruciati a Primavalle. E poi Mantakas, Venturini, Ciavatta, Ramelli... «Noi sappiamo nomi e cognomi dei loro assassini - dice grave Cecchini -. Noi non dimentichiamo». Di quegli anni resiste il lessico politico: presidio, assemblea, territorio, servizio d'ordine. «Certo che ce l'abbiamo, il servizio d'ordine - racconta Cecchini -. A me piace lo scontro cavalleresco, uno contro uno. Io rispetto chi ha pagato: quand'ero in An, prima di Fiuggi, nel nostro circolo abbiamo invitato Franceschini. Ma quando vedo passare l 'ex ministro Ronchi, sai che voglia...». A fianco della lista dei caduti, il manifesto antiabortista delle «Donne in difesa», camerate di Napoli. Quello che annuncia la fine dell'«Italietta comunista, massonica e voltagabbana». Quello con i punti programmatici: «Blocco dell'immigrazione, avvio del rimpatrio degli immigrati, messa al bando della massoneria, rinascita delle corporazioni, azzeramento del debito pubblico», l'unico in comune con il governo Amato. E poi: «Ritorno al Concordato del '29». A molti ragazzi di Forza Nuova papa Wojtyla non piace: gli rimproverano di aver definito gli ebrei fratelli maggiori («come dice Sordi nel "Marchese del Grillo": e che, l'ho ammazzato io Gesù'»). «Ma noi non siamo pagani, né filonazisti - precisa Fiore -. Semmai, cattolici tradizionalisti. E la nostra cultura di riferimento è classico-fascista». Quindi né esoterismo, né mitologia; Dumézil non interessa, Evola «può essere pericoloso», d'Annunzio evoca «la massoneria ed eccessive libertà sessuali». Filosofi citati: Schopenhauer, Heidegger, Gentile. Periodi storici: Roma antica e il Medioevo. Al cinema: Braveheart, Excalibur e ora «Il Gladiatore». La musica, quella è fatta in casa. Morsello è cantautore, l'hanno definito «il De Gregori nero», i suoi dicono che «se fosse stato di sinistra avrebbe venduto più di Venditti». Sabato canterà in piazza Santi Apostoli. I gay saranno 200 mila. Voi? «Più degli 800 di sabato scorso - prevede Cecchini -. E poi, si ricordi: il numero non conta».

documentazione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo