antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.03.07
Lucca: minacciata da 7 fascisti
·

Testimonianza da Coordinamento Antifascista Lucca

Sono stata minacciata da 7 ragazzi di estrema destra

Oggi mentre stavo tornando a casa sono stata pesantemente minacciata da 7 ragazzi e non è stata per niente una bella esperienza. Stamani a scuola c’è stata l’Assemblea di Istituto, durante la quale abbiamo parlato delle violenze fasciste. A un certo punto è arrivata la notizia che 7 ragazzi di estrema destra si erano appostati davanti al Cinema Moderno per aspettare un ragazzo che è stato ripetutamente minacciato. Questo si è fatto venire a prendere dai genitori e sembrava che la cosa fosse finita lì.
Mentre stavo tornando a casa, passata la porta di S.Anna, dopo il semaforo (esattamente dove c’è un parcheggio) mi sono voltata e ho visto 7 ragazzi incappucciati, vestiti con il bomber, gli anfibi, sciarpa della lucchese.
Stavano parlando e ho pensato/sperato che non mi stessero seguendo ma che stessero tornando a casa anche loro.
A un certo punto mi è cascata la borsa e mi sono abbassata per prenderla e mi sono vista arrivare davanti due ragazzi a volto coperto (avevano la sciarpa fino agli occhi e il cappuccio perchè pioveva, si vedevano solo gli occhi).
Mentre gli altri 5 si erano appostati alle mie spalle.
Praticamente mi hanno accerchiata. Uno dei 2 che avevo davanti mi fa: “Ci ha rotto le palle bimbina, stai attenta perchè ora tocca anche a te”.
E l’altro dopo un secondo di silenzio mi dice:”Spero tu abbia già il buco della topa aperto, altrimenti ci pensiamo noi”. Si sono messi a ridere tutti e 7 e poi se ne sono andati in direzione della città.
Io ero paralizzata, mi si è bloccata la bocca, che fra l’altro anche ora non è del tutto apposto, e sono andata a casa di corsa.
Fra poco,appena arriva mia cugina, vado in Questura a fare la denuncia, perchè anche se è contro ignoti (non ho visto nessuno in faccia in quanto avevano il viso coperto, però posso dire che sono di estrema destra visto l’abbigliamento chiaramente riconoscibile e viste le minacce) è importante che non ci sia omertà. Stasera vi mando un’altra e-mail e vi aggiorno.Lucca:
Saluti a tutti.

22 Mar 2007


Fonte Il Tirreno, dal sito del Coordinamento Antifascista Lucca

Minacce a una studentessa: «Mi hanno annunciato violenze, anche sessuali»

LUCCA. L’hanno circondata in sette, hanno minacciato di farle del male e anche di sottoporla ad abusi sessuali. Un’altra aggressione ai danni di un’iscritta all’Isi Machiavelli. È accaduto pochi minuti dopo la conclusione dell’iniziativa sulla violenza in città organizzata dagli studenti al Moderno. Dopo il diciassettenne picchiato in via San Paolino da estremisti di destra, stavolta a essere presa di mira, sempre per ragioni politiche, è stata una ragazza che non ha mai nascosto le sue idee di sinistra. Era appena era uscita dal cinema di via Vittorio Emanuele, dove il suo compagno di studi aveva da poco denunciato d’essere stato minacciato di morte e di essere costretto a vivere sotto scorta per timore di nuovi pestaggi. Aveva aggiunto: «Ci sono dei fascisti che mi aspettano fuori». Gli stessi che se la sono presa con la studentessa? «Era l’una e quarto e sono arrivata a porta S. Maria con due amiche. Avevano un impegno a scuola, mi hanno salutata e sono tornate verso il centro della città – racconta la ragazza, 18 anni -. A piedi mi sono diretta verso il parcheggio della Bipop Carire, per poi tirare a diritto e andare a casa. A un tratto mi sono resa conto che a qualche metro di distanza c’erano alcuni ragazzi. Ma non ci ho fatto granché caso e ho continuato a camminare, finché mi sono caduti di mano un sacchetto e la borsa. Mi sono fermata e mi sono chinata per raccogliere gli oggetti».
In quel momento, racconta, le sono andati incontro in sette. «Erano vestiti allo stesso modo: bomber nero, sciarpa della Lucchese e cappuccio che travisavano i loro volti, anfibi neri, jeans. Due si sono messi davanti a me, gli altri cinque dietro e ai miei fianchi. Il più basso, e penso anche il più giovane, mi ha parlato subito: “Stai attenta bimbina, hai rotto le palle, ce n’è anche per te”. Si sono messi tutti a sghignazzare, poi ci sono stati alcuni secondi di silenzio. Il più alto, che aveva un timbro di voce da adulto, mi ha guardato e poi mi ha rivolto esplicite e pesanti minacce di abusi sessuali. Il gruppo è scoppiato a ridere e si è allontanato. Io sono rimasta di sasso».
Sotto la pioggia e in lacrime si è messa a correre ed è arrivata a casa. Era sotto choc. Ha telefonato subito alla mamma, che era in ufficio: «Poverina, le ho fatto prendere uno spavento perché piangevo, ero tesissima e parlavo a fatica. Le ho raccontato cosa era accaduto e lei è venuta subito da me. Ho ricevuto, e ne sono davvero contenta, la solidarietà dei compagni di scuola. Sono preoccupati e hanno detto che mi proteggeranno, che non mi lasceranno mai sola. È anche quanto mi hanno suggerito in questura dove sono andata a presentare una denuncia-querela per minacce. Ma non è così facile. È una scelta che non vorrei fare quella di uscire sempre accompagnata. Mi piace andare nei posti da sola, fare la mia vita indipendente. Non vorrei dare una soddisfazione a quella gente. Che mi conosce, sa come la penso in politica. Io, del resto, non mi sono mai nascosta. Anzi, mi sono esposta dopo il pestaggio a Emanuele Pardini affiggendo a scuola un volantino antifascista. Io ho il coraggio delle mie idee, altri credono solo nella violenza».
Sull’episodio sono ora in corso le indagini della polizia.

azioni_fasciste
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo