antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.01.07
Aggressione a Ekidna S. Martino Secchia (Mo)
·

Ciao a tutti, Ekidna ha convocato un’assemblea di coordinamento antifascista

mercoledì 7 febbraio h. 21 c/o sede di Ekidna per decidere insieme a tutte le forze antifasciste che cosa fare in seguito all’attacco neofascista di sabato.
che orrore. a presto.

Ricordiamo che l’ignoranza non ha confini. 27/1/07.

Sabato 27 gennaio verso l’una e trenta un gruppo di circa otto persone è Arrivato nella sede dell’associazione Ekidna a S. Martino Secchia.
E’ stato fatto notare che la presenza di simboli nazisti e fascisti non Sarebbe stata accettata all’interno dei locali del circolo . Perchè considerata da noi e dai nostri soci offensiva .
Le persone erano sconosciute ed indossavano toppe e simboli nazisti e fascisti . Gli otto hanno manifestato la volontà di entrare nello spazio di Ekidna .
Dopo aver preso visione del modulo di adesione hanno dichiarato di non Volerlo sottoscrivere e hanno insultato i principi di non violenza, autogestione e Rispetto dell’ambiente di cui si parla nel testo, hanno dichiarando che questa giornata era una nostra festa, riferendosi al giorno della memoria e non la loro , si sono dichiarati fascisti facendo il saluto romano ed anno iniziato a lanciare una serie di ingiurie ed offese nei confronti delle persone presenti .
Le ingiurie e le provocazioni verbali sono continuate per alcuni minuti ,con i fascisti all’esterno del locale nello spiazzo antistante l’ingresso che Minacciavano violenze verso le persone e gli spazi di Ekidna, mentre il gruppo composto dagli attivisti dell’Ekidna e dai soci sostava compatto sulle scale a difesa dell’ingresso sud. Si è chiesto loro di andarsene perché non si sarebbero accettate quelle che ormai erano esplicite provocazioni mirate a cercare lo scontro fisico.
I neo nazisti hanno continuato le provocazioni ed uno di loro ( il più agitato del gruppo )ha aggiunto alla lista degli insulti l’irresponsabile lancio di 2 bottiglie di vetro vuote verso il gruppo che sostava all’ingresso .
A questo gesto che ha messo in pericolo l’incolumità fisica dei presenti e che avrebbe potuto avere conseguenze gravi, gli attivisti di Ekidna si sono visti costretti ad intervenire fisicamente, per allontanare i neonazisti, per Impedire nuovi lanci. Grazie a questo intervento deciso in poco tempo si è riusciti s liberare lo spazio da questa infestante presenza.
Sono poi intervenuti i carabinieri di San Prospero che hanno consigliato di sporgere denuncia e di recarsi al pronto soccorso per le medicazioni del caso. Cosa che è stata fatta il giorno seguente.
Ora risulta chiaro che siamo stati attaccati da un gruppo fascista/neonazista .
Sono venuti col preciso intento di sopraffare e cercare di imporre la propria volontà con la forza .
Credevano forse di trovare Ekidna impreparata o incapace di difendersi in quanto associazione pacifista e pacifica.
Pensavano forse che ci saremmo sentiti intimoriti e che avrebbero potuto spadroneggiare a piacimento negli spazi che con tanta fatica abbiamo ricostruito.
Beh si sono sbagliati!
Si sono trovati di fronte un gruppo compatto e determinato , eterogeneo nell’aspetto ma unito negli intenti , che non si è scomposto , non ha reagito in modo inconsulto ma ha mantenuto la freddezza necessaria a gestire la situazione .

Abbiamo trovato nell’ amicizia e nell’unità la forza per sconfiggere la prepotenza .
I soci e gli attivisti di Ekidna hanno saputo opporsi con coraggio all’attacco dimostrando con un comportamento esemplare, una solida tenuta di gruppo, grande coraggio e capacità di autocontrollo.
Si è risposto con tempismo e proporzione riuscendo a allontanare i provocatori dai nostri spazi limitando i danni alle cose ed alle persone .
Abbiamo cercato con ogni mezzo di evitare lo scontro violento .
Abbiamo reagito solo quando è stata messa a repentaglio l’incolumità dei nostri soci e la nostra, rimanendo fedeli ai nostri principi.
Ora chiediamo ai singoli , alle associazioni , alle istituzioni , di prendere atto di quanto e successo e di mettere in pratica , insieme, le politiche che impediscano il ripetersi di episodi come questo che riportano il grado di civiltà dell’uomo indietro di secoli .
Ciò che è avvenuto a Ekidna circolo culturale autogestito che da anni opera sul territorio nel campo artistico culturale è emblematico. L’arroganza dimostrata da questi gruppi neonazisti rappresenta una pericolosa distorsione politica .
La strategia è la solita: attaccare violentemente per puntare a creare insicurezza ed ottenere così la facile vittoria della forza sulla ragione. Settimanalmente proviamo a costruire una situazione di socialità, nella nostra sede. Sperimentiamo con altalenante successo e molta fatica un modello di società che non basa tutto sul denaro. I nostri valori tendono alla costruzione di mondo equo, antirazzista, rispettoso dell’ ambiente e degli animali. Attaccare noi significa attaccare questi valori. Nelle nostre scelte e attività cerchiamo di sperimentare concretamente questi valori. Difendere noi significa difendere la possibilità di sperimentare differenti sistemi sociali indipendentemente dal fatto che li si condivida.
Per questo crediamo che nessuno che abbia un briciolo di coscienza civile, si debba sentire immune da questi attacchi . Ci chiediamo da quale terra possano germogliare queste idee .

Occorre tenere alta la guardia imparare a difendersi, lanciare un’offensiva con lo scopo di sradicare questa mala radice prima che possa ri-­­­attecchire .

azioni_fasciste
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo