antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati
- Aprilia, spari da una finestra. Colpito immigrato
- Pistoia, il prete denuncia: "Spari contro un migrante ospite della parrocchia"

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene
- Scontri a Marina Centro, il corteo di Forza Nuova cerca di sfondare il cordone
- Padova Antifascisti cercano di impedire il comizio di Forza Nuova: cariche delle forze dell'ordine in pieno centro
- Grosseto Corteo antifascista, cori e bandiere: in piazza contro il raduno di CasaPound c’è Maremma Antifa
- Roma ricorda Renato Biagetti dodici anni dopo
- Ravenna Scontri e contestazioni durante la cerimonia per Ettore Muti
- Pontida, nel santuario della Lega Salvini contestato da diciassettenne: "Fascista, rovini l'Italia"
- "Sgomberate la sede abusiva di Casapound". L’appello del sindaco Pascucci a Salvini e Raggi
- "Chiedo con forza le dimissioni del Ministro Fontana. Le sue dichiarazioni violano la Costituzione" Carla Nespolo - Presidente nazionale ANPI
- Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.12.17
Strage di piazza della Loggia, il condannato Tramonte è stato estradato in Italia
·
Condannato all’ergastolo, è giunto da Lisbona con un volo Tap atterrato a Fiumicino alle 13,30. Nel pomeriggio sarà trasportato nel carcere di Rebibbia

19/12/2017

Si chiude definitivamente oggi la lunga e intricata vicenda giudiziaria di Piazza della Loggia a Brescia. Maurizio Tramonte, condannato lo scorso 20 giugno all’ergastolo come responsabile della strage che il 28 maggio 1974 causò con l’esplosione di una bomba otto vittime e centinaia di feriti, è arrivato all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea della compagnia portoghese Tap partito da Lisbona e atterrato alle 13.30. Era scortato dagli agenti dello Scip, il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Oggi pomeriggio farà il suo ingresso nella casa circondariale romana di Rebibbia, da dove non uscirà mai più.

L’ex fonte “Tritone” fu fermato il 21 giugno scorso a Fatima in Portogallo, grazie al grande lavoro di intelligence dei Ros di Brescia. L’uomo infatti da una settimana aveva abbandonato l’Italia e a bordo dell’automobile intestata alla moglie stava cercando inutilmente di far perdere le proprie tracce. Tramonte, fermato da latitante a pochi passi dal santuario di Nossa Senhora di Fatima, tempio del culto cattolico, non oppose alcuna resistenza al momento della cattura, continuando però a ribadire la sua totale innocenza nella vicenda.

Catturato dalla polizia portoghese con un mandato europeo, ha trascorso gli ultimi mesi nella cella di un penitenziario di Lisbona. Sessantacinque anni e originario di Lozzo Atesino nel Padovano, in gioventù fu per diversi anni attivista del Msi. In seguito, venne reclutato dal centro servizi segreti di Padova e “Fonte Tritone”, diventò il suo nome in codice. Tuttavia, ha sempre fatto il doppio gioco, confidente dello Stato e poi presente alle riunioni dei neofascisti di Ordine Nuovo, compresa quella dove fu decisa la strage terroristica per punire gli avversari politici.

Tramonte, entrato nell’inchiesta giudiziaria nei primi anni Novanta, negli ultimi tempi ha condotto un’esistenza tutto sommato normale, lavorando a lungo nel settore immobiliare bresciano, sposandosi e ribadendo sempre la propria estraneità nella vicenda giudiziaria, nonostante fosse stata confermata la sua presenza in piazza il giorno dell’attentato. Certo della condanna a vita imminente, già ad aprile aveva manifestato piani di fuga prendendo parte a un viaggio in Francia insieme a dei pellegrini diretti a Lourdes, tuttavia Tramonte anziché tornare a Brescia insieme ai compagni di ventura, al ritorno si era fermato alcuni giorni a Montpellier, città nella quale vive da rifugiato politico il fratello.

Insieme a lui la Corte di Cassazione ha condannato al carcere a vita anche Carlo Maria Maggi, medico veneziano ed ex ispettore dell’organizzazione neofascista Ordine Nuovo. Tuttavia, Maggi a causa delle gravi condizioni di salute sta scontando la propria pena ai domiciliari.

http://www.lastampa.it/2017/12/19/italia/cronache/strage-di-piazza-della-loggia-oggi-il-condannato-tramonte-sar-estradato-in-italia-uhxyKaQgc0nkhDR3RyIEuJ/pagina.html

repressione_F
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo